Tour de France 2014: fenomenale Tony Martin, la nona tappa è sua. Gallopin in giallo

La cronaca della nona tappa da Gérardmer a Mulhouse.

    Clicca qui per seguire la decima tappa del Tour de France 2014 - Lunedì 14 Luglio

L'incredibile, straordinario Tony Martin, in fuga per oltre 160 km, prima con Alessandro De Marchi, poi da solo sugli ultimi due gpm e poi nei 20 km finali di pianura, ha vinto una bellissima tappa, la terza della sua carriera, ma le altre due erano state conquistate a cronometro, la specialità in cui è campione del mondo. Vincenzo Nibali ha perso la Maglia Gialla per 1' 34", domani, nel giorno della presa della Bastiglia, la indosserà il francese Tony Gallopin della Lotto-Belisol, ma per il capitano dell'Astana questa è tutt'altro che una situazione preoccupante.

Tour de France 2014: classifica generale - Maglia Gialla
Tour de France 2014: classifica scalatori - Maglia a Pois
Tour de France 2014: classifica a punti - Maglia Verde
Tour de France 2014: classifica scalatori - Maglia a Pois

Tony Martin ha vinto la nona tappa del Tour de France 2014

17:36 - 7' 47" è il ritardo con cui è arrivato al traguardo Vincenzo Nibali, proprio in questo momento. Intanto ecco la classifica dei primi al traguardo oggi a Mulhouse.

Classifica Nona Tappa Tour del France

17:34 - Al secondo posto si è piazzato Fabian Cancellara, al terzo Greg Van Avermaet. Vincenzo Nibali perde per ora la Maglia Gialla che domani, giorno di festa per la Francia (14 luglio), sarà indossata proprio da un francese, Tony Gallopin.

17:28 - Tony Martin è arrivato al traguardo, è la sua terza vittoria al Tour de France, le altre due, nel 2011 e nel 2013 rispettivamente, erano entrambe cronometro. Oggi è riuscito a trasformare in cronometro una tappa da 170 km con sei gpm… Un fenomeno, non ci sono altre definizioni.

Tony Martin ha vinto la nona tappa del Tour de France

17:26 - Entrato a Mulhouse Tony Martin già festeggia. Solo un chilometro per il trionfo e c'è anche il sole ad aspettarlo.

Tony Martin

17:23 - In pianura Tony Martin ha perso solo tre secondi rispetto ai 19 inseguitori. Fenomenale.

17:19 - Tony Martin è a 7 km dalla fine. Corre come se fosse una cronometro, la sua specialità. Che corridore straordinario.

17:15 - Gallopin e Cherel sono stati ripresi dagli altri inseguitori, sono sempre oltre tre minuti indietro rispetto a Tony Martin. Vincenzo Nibali deve cercare di recuperare un minuto e mezzo se vuole mantenere la Maglia Gialla e non cederla a Gallopin.

17:13 - Il vantaggio di Martin sul gruppo Maglia Gialla ora è di 8' 09". Mancano 11 km circa all'arrivo.

17:10 - Se si mantenessero questi distacchi sarebbe questa qui di seguito la classifica generale

Classifica generale virtuale

17:06 - I primi due inseguitori di Tony Martin ora sono Tony Gallopin della Lotto-Belisol, che, come abbiamo detto, potrebbe ritrovarsi in Maglia Gialla oggi, e Mikael Cherel dell'Ag2r La Mondiale, che hanno 3' di ritardo dal tedesco. Gli altri 17 contrattaccanti sono a 3' 15" da Martin, mentre il gruppo Maglia Gialla è a 8' 13".

17:05 - Ecco Tony Gallopin che virtualmente è la nuova Maglia Gialla

Tony Gallopin

17:03 - Tony Martin ha finito la discesa e ha iniziato a percorrere gli ultimi 21 km pianeggianti.

16:56 - Tony Martin è davvero impressionante, anche se ci ha abituati a imprese del genere. Sta ancora andando a tutta quando mancano 27 km alla fine.

16:52 - A 30 km dalla fine Tony Martin ha 2' 53" di vantaggio sul gruppo di inseguitori, 7' 35" su Thibaut Pinot che è fuoriuscito dal plotone e principale e su quest'ultimo, in cui ci sono la Maglia Gialla, Bianca e Verde, ha 8' 11". L'ultimo gruppo è quello dei velocisti con Kittel e Démare che lottano per non arrivare fuori tempo massimo.

16:48 - Tony Martin ci ha messo 4' 11" a scalare il Grand Ballon, Joaquim Rodriguez ci ha messo 37" di meno e il gruppo Maglia Gialla ci ha messo 32" di meno.

16:45 - Sul Grand Ballon dunque due punti per Tony Martin e uno per Joaquim Rodriguez. Il tedesco dell'Omega Pharma-Quick Step è la nuova Maglia a Pois con 18 punti davanti a Blel Kadri e Alessandro De Marchi che ne hanno 17, mentre Rodriguez ne ha 11.

16:40 - Purito Rodriguez ha sorpassato De Marchi ed dunque sarà lui a prendersi quel punticino.

Purito Rodriguez

16:38 - Sul Gpm è sempre più alto il vantaggio di Tony Martin, mentre Alessandro De Marchi sta per essere raggiunto dagli altri inseguitori. L'italiano sta lottando con Purito Rodriguez per un punto riservato al secondo sul Gpm che è di terza categoria.

Alessandro De Marchi

16:32 - Purito Rodriguez ha transitato prima degli altri inseguitori e ha guadagnato 6 punti, poi 4 sono andati a Edet, 2 a Feillu e 1 a Tiago Machado.

16:27 - Sul quinto Gpm, Le Markstein, ovviamente Tony Martin ha transitato per primo prendendo 10 punti, 8 a De Marchi.

16:19 - Tony Martin ha ora 55" di vantaggio su De Marchi, 3' sui 22 contrattaccanti e 7' 05" sul gruppo Maglia Gialla.

16:15 - Intanto è cominciato a piovere sul percorso.

16:13 - Il ritardo del gruppo della Maglia Gialla da Martin sale ancora a 7' 05". In testa al gruppo c'è sempre l'Astana, che per ora ha il solo scopo di restare unita.

16:08 - Nel gruppo Maglia Gialla c'è stata una caduta in cui sono rimasti coinvolti Geraint Thomas del Team Sky e Matthew Busche della Trek, ma sono entrambi ritornati subito in sella.

16:07 - Tony Martin ha 20" di vantaggio su De Marchi, 2' sui 23 corridori che sono rimasti all'inseguimento e 6' 24" sul gruppo della Maglia Gialla.

16:02 - A meno di 60 km dalla fine Tony Martin ha deciso di proseguire da solo e sui primi km della salita del quinto Gpm ha staccato Andrea De Marchi con una improvvisa accelerazione.

Tony Martin stacca De Marchi

15:51 - Allo sprint intermedio di Linthal è stato Tony Martin a transitare per primo davanti a De Marchi, poi Pichot primo degli inseguitori.

15:43 - A 69 km dalla fine il vantaggio di Martin e De Marchi sul gruppo Maglia Gialla è di 6' 16".

15:39 - Dietro al gruppo della Maglia Gialla, in quello che viene definito il gruppo de velocisti, ci sono solo otto corridori e cioè Rudy Molard della Cofidis, Mathew Hayman dell'Orica GreenEdge, Mark Renshaw dell'Omega Pharma-Quick Step, Marcel Sieberg della Lotto-Belisol, Jack Bauer della Garmin-Sharp, Marcel Kittel della Giant-Shimano, Arnaud Démare della FDJ e Ji Cheng della Giant-Shimano.

15:37 - In testa al gruppo della Maglia Gialla c'è sempre l'Astana di Vincenzo Nibali.

15:30 - Aumenta ancora il vantaggio di De Marchi e Martin dal gruppo della Maglia Gialla, quando mancano 76 km è di 6' 10".

15:27 - Questa dunque la classifica sul Gpm di seconda categoria Côte de Gueberschwihr
1) Alessandro De Marchi (Cannondale), 5 punti
2) Tony Martin (Omega Pharma-Quick Step), 3
3) Joaquim Rodriguez (Katusha), 2
4) Nicolas Edet (Cofidis), 1

15:25 - Rodriguez ha preso due punti per la classifica della Maglia a Pois, poi si è fatto raggiungere dagli altri contrattaccanti, mentre Nicolas Edet della Cofidis è partito in contropiede.

15:23 - Sul quarto Gpm, Côte de Gueberschwihr, di seconda categoria, ancora De Marchi ha transitato per primo. Intanto dal gruppo dei fuggitivi si avvantaggia di qualche metro Joaquim Rodriguez.

Joaquim Rodriguez

15:20 - Il gruppo dei velocisti ha circa 11' di ritardo dai due battistrada e 5' 45" dal gruppo della Maglia Gialla. Devono calcolare bene i tempi per non arrivare fuori tempo massimo.

15:15 - Tra gli inseguitori di De Marchi e Martin è Tony Gallopin quello messo meglio in classifica generale, undicesimo a 3' 27" da Vincenzo Nibali. Vedremo se lo Squalo gli lascerà la Maglia Gialla.

15:08 - Problemi meccanici per Michael Albasini dell'Orica GreenEdge.

Michael Albasini

15:07 - Quando mancano 89 km all'arrivo il vantaggio di Martin e De Marchi sul gruppo della Maglia Gialla è di 4' 23", mentre gli inseguitoi sono a 1' 35".

15:02 - In discesa Tony Martin si avvantaggia di qualche metro su De Marchi.

14:55 - De Marchi ha transitato per primo anche sul terzo Gpm Côte des Cinq Châteaux.

Alessandro De Marchi e Tony Martin

14:49 - Lars Boom aveva provato a staccarsi dal gruppo di inseguitori, ma ora è stato ripreso, sono sempre 28 dietro De Marchi e Martin, con 45" di distacco.

14:48 - De Marchi e Martin hanno circa 42" di vantaggio sul gruppo di inseguitori e 2' 27" sul gruppo che comprende le maglie Gialla, Verde, Bianca e a Pois.

14:30 - Dietro i due fuggitivi si è formato un folto gruppo di inseguitori che comprende José Joaquin Rojas (Movistar), Joaquim Rodriguez e Simon Spilak (Katusha), Sergio Paulinho (Tinkoff), Kristjan Koren (Cannondale), Lars Boom e Steven Kruijswijk (Belkin), Mikaël Chérel e Matteo Montaguti (AG2R), Tom Dumoulin (Giant), Rafa Valls (Lampre), Matthieu Ladagnous (FDJ), Tony Gallopin (Lotto), Amaël Moinard e Greg Van Avermaet (BMC), Pierre Rolland, Cyril Gautier, Alexandre Pichot, Perrig Quémeneur e Kevin Reza (Europcar), Fabian Cancellara (Trek), Dani Navarro e Nicolas Edet (Cofidis), Christian Meier (Orica), Sylvain Chavanel (IAM), Tiago Machado (NetApp), Brice Feillu and Jean-Marc Bideau (Bretagne-Séché Environnement).

14:16 - Sul secondo Gpm, Col de Wettstein, il primo a transitare è stato De Marchi, che prende due punti, uno solo per Martin.

14:10 - Quando stanno per arrivare al secondo gpm De Marchi e Martin hanno mezzo minuto di vantaggio sugli altri.

14:00 - De Marchi e Martin hanno circa 25" di vantaggio. Intanto il gruppo dei velocisti, con Marcel Kittel e gli altri esperti di volate, si è già attardato di un paio di minuti rispetto al gruppo principale.

13:48 - In contropiede è partito Alessandro De Marchi della Cannondale, alla sua ruota c'è solo Tony Martin dell'Omega Pharma-Quick Step.

13:46 - Al km 13 il gruppo è compatto, i fuggitivi sono stati tutti ripresi.

13:42 - Sul primo gran premio della montagna, Col de la Schlucht, il primo a transitare è stato Thomas Voeckler.

13:35 - Ci sono 17 corridori in fuga, per ora il vantaggio è di pochi secondi sul resto del gruppo.
Ecco chi sono gli attaccanti:


    Jesus Herrada (Movistar)
    Joaquim Rodriguez e Simon Spilak (Katusha)
    Sergio Paulinho (Tinkoff-Saxo)
    Alessandro De Marchi (Cannondale)
    Laurens ten Dam (Belkin)
    Jan Bakelants (Omega Pharma-Quick Step)
    Ben Gastauer (Ag2r La Mondiale)
    Tom Dumoulin (Giant-Shimano)
    Kristjan Durasek (Lampre-Merida)
    Arthur Vichot (FDJ)
    Tony Gallopin (Lotto-Belisol)
    Amaël Moinard (BMC)
    Perrig Quémeneur, Cyril Gautier e Thomas Voeckler (Europcar)
    Dani Navarro e Nicolas Edet (Cofidis)
    Michael Albasini (Orica GreenEdge)
    Danilo Wyss (IAM)
    Leo König e José Mendes (NetApp Endura)
    Brice Feillu (Bretagne-Séché Environnement)

13:20 - La nona tappa del Tour de France è appena partita.

Tour de France 2014: la nona tappa Gérardmer-Mulhouse


Il Tour de France 2014 giunge oggi alla sua nona tappa da Gérardmer a Mulhouse, Seguiremo in diretta qui su questa pagina di Outdoorblog.it, lunga 170 km con sei gran premi della montagna e uno sprint intermedio. L'arrivo, però, arriva dopo la discesa e una ventina di chilometri pianeggianti e gli ultimi cinque sono in leggerissima discesa.

Si tratta dunque di una frazione per la quale è molto difficile fare previsioni, potrebbe succedere di tutto, oppure potrebbe arrivare fino in fondo la fuga di giornata. Tutto dipenderà dalle strategie scelte dai vari team e da quanti e quali ciclisti comporranno la fuga.

Come detto ci sono sei gpm, il primo al km 11,5, di seconda categoria, Col de la Schlucht, salita di 8,6 km con una pendenza media del 4,5 km. Il secondo, di terza categoria, si trova al km 41, Col du Wettstein, di una lunghezza di 7,7 km e pendenza media del 4,1%. Anche il terzo gpm, che si trova al km 70 è di terza categoria, la Côte des Cinq Châteaux, lungo 4,5 km e pendenza intorno al 6,1%. Al km 86 c'è poi la Côte de Gueberschwihr, salita di seconda categoria, lunga 4,1 km con una pendenza media del 7,9%. Al km 120 ecco Le Markstein, il gpm più duro della giornata, di prima categoria lungo 10,8 km con una pendenza del 5,4% in media. Infine, solo 7 km dopo, c'è la salita del Grand Ballon, di terza categoria, molto beve (solo 1,4 km) con una pendeva media dell'8,6%.

Insomma un continuo sali e scendi, ma prima dell'arrivo ci sono circa 20 km completamente pianeggianti e la tappa potrebbe dunque essere decisa da uno sprint a ranghi ridotti. Durante il percorso potrebbe infatti esserci una vasta selezione sui vari gpm. Lo sprint intermedio è al km 105, a Linthal.

In una tappa di questo tipo potrebbe distinguersi Peter Sagan, passista veloce che regge bene anche in salita. Lo slovacco della Cannondale che detiene la Maglia Verde con un ampio vantaggio di punti è ancora a caccia della sua prima vittoria a questo Tour. Dovrà vedersela probabilmente con il suo rivale di sempre (anche se è un tipo di corridore molto diverso): Michal Kwiatkowski dell'Omega Pharma-Quick Step, che quest'anno lo ha beffato negli ultimissimi chilometri della Strade Bianche. Altri nomi da tenere d'occhio per questa frazione sono Geraint Thomas, finora una pedina fondamentale nel Team Sky per tenere Richie Porte a poca distanza da Vincenzo Nibali, poi il campione del mondo Alberto Rui Costa della Lampre-Merida, ma anche Thibaut Pinot della FDJ, Thomas Voeckler del Team Europcar, Simon Clarke dell'Orica GreenEdge.

Potrebbero anche darsi battaglia sulle salite gli uomini di classifica, anche se visto l'arrivo pianeggiante probabilmente si terranno solo d'occhio tra di loro, ma senza cercare la vittoria di tappa. Tutto comunque dipenderà da come sarà composta la fuga di giornata.

Tour de France 2014: altimetria della 9a tappa


Altimetria nona tappa del Tour de France 2014

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail