Tour de France 2014, Alexander Kristoff ha vinto la 12a tappa! Nibali conserva la Maglia Gialla

Bourg en Bresse - Saint Étienne, la cronaca della dodicesima tappa del Tour de France 2014.

    Clicca qui per seguire la tredicesima tappa del Tour de France 2014 - venerdì 18 Luglio.

Il 17 luglio 2014 Alexander Kristoff del Team Katusha ha conquistato la diciassettesima vittoria della sua carriera. Ancora una volta delusissimo Peter Sagan che continua a raccogliere piazzamenti, ma non riesce a vincere. Il norvegese lo ha battuto di quasi una bicicletta di distacco.

Alexander Kristoff ha vinto la 12a tappa del Tour de France 2014

Ecco i primi dieci al traguardo della dodicesima tappa da Bourg-en-Bresse a Saint-Étienne:

Classifica 12a tappa Tour de France 2014

Le classifiche aggiornate
Tour de France 2014: classifica generale - Maglia Gialla
Tour de France 2014: classifica a punti - Maglia Verde
Tour de France 2014: classifica scalatori - Maglia a Pois
Tour de France 2014: classifica giovani - Maglia Bianca

Le foto della dodicesima tappa

17:34 - Ha vinto Alexander Kristoff della Katusha! Il trionfatore della Milano-Sanremo si è imposto davanti a Peter Sagan.

Alexander Kristoff

17:32 - Greipel sta dando la colpa della sua caduta a Chavanel.

Greipel e Chavanel

17:30 - Un gruppetto che comprende Tony Gallopin e Purito Rodriguez è rimasto indietro di 1' 49". Intanto c'è stata una caduta in cui è rimasto coinvolto anche André Greipel. La sua squadra, la Lotto-Belisol, ora ha mollato la testa del gruppo dove si fa vedere invece la Cannondale.

17:28 - Il gruppo ha ripreso i due fuggitivi a 5 km dalla fine.

Gruppo compatto

17:26 - Gautier prima ha provato ad attaccare, poi ha chiesto il cambio a Clarke, che ovviamente gli ha detto di no. Clarke, peraltro, che è in fuga da tutto il giorno, ha vinto il premio del più combattivo del giorno.

17:25 - Davanti ora sono rimasti solo Gautier e Clarke.

17:24 - Sagan, Greipel, Coquard, Démare, Degenkolb, Kristoff sono rimasti nel gruppo, quindi in caso di volata saranno gli uomini da tenere d'occhio.

17:23 - Stanno andando a tutta i tre fuggitivi, ma il gruppo si avvicina inesorabilmente.

17:21 - A 12 km dal traguardo il gruppo ha soli 20" da recuperare.

17:16 - È soprattutto Quémeneur a stare davanti, forse Gautier è il deputato dell'Europcar a tentare la vittoria di tappa. Il gruppo comunque ormai è a solo mezzo minuto di distacco, molto probabile l'arrivo in volata, anche perché dopo ci sarà tutta pianura.

17:13 - Il gruppo è a soli 41" dai tre battistrada.

17:12 - Gautier e Quémeneur hanno raggiunto Clarke.

Gautier e Quémeneur con Clarke

17:11 - Sull'ultimo gpm, la côte de Grammond, di quarta categoria, l'unico punto in palio va ovviamente a Simon Clarke.

17:09 - I due contrattaccanti bretoni sono a soli 12" da Clarke, il gruppo è a 1' 09" quando mancano poco più di 20 km.

17:06 - I due bretoni Gautier e Quémeneur sono a 20" da Clarke.

17:02 - Mentre Langeveld beveva, Clarke è scattato e ora è in fuga da solo.

Scatto di Clarke

17:01 - Anche Mark Renshaw, velocista dell'Omega Pharma-Quick Step è rimasto indietro sulla salita. Intanto i due Europcar Quémeneur e Gautier sono a circa 40" da Langeveld e Clarke.

16:59 - C'è stata una caduta in cui è rimasto coinvolto il campione portoghese della Lampre-Merida Nelson Oliveira.

16:58 - Marcel Kittel sta incontrando qualche difficoltà sull'ultimo gpm, anche se è solo di quarta categoria. Per questa tappa sembra più adatto il suo compagno di squadra John Degenkolb.

Marcel Kittel

16:55 - Perrig Quémeneur e Cyril Gautier del Team Europcar provano ad attaccare in testa al gruppo.

16:51 - Il distacco è sceso ora sotto i due minuti: a 31 km dalla fine è di 1' 56".

16:42 - Intanto anche Gregory Rast è stato ripreso dal gruppo. Restano in fuga Langeveld e Clarke che ora hanno 2' 08" di vantaggio a 39 km dal termine.

16:41 - Ecco Oleg Tinkov, il patron della Tinkoff-Saxo, sull'ammiraglia, sembra sereno nonostante il brutto colpo subito dalla sua squadra lunedì scorso con il ritiro di Alberto Contador.

Oleg Tinkov

16:39 - In testa al gruppo stanno lavorando soprattutto Europcar e Giant-Shimano.

16:35 - Sul Col des Brosses ha transitato prima Sebastian Langeveld della Garmin, che ha preso dunque due punti per la classifica della Maglia a Pois, mentre a Simon Clarke dell'Orica ne va solo uno.

16:33 - A 46 km dalla fine il vantaggio dei due battistrada è di 2' 10".

Tour de France 2014

16:27 - Vachon è stato ripreso dal gruppo, Rast ha circa 36" di ritardo da Clarke e Langeveld che hanno un vantaggio di 2' 15" dal plotone.

Clarke e Langeveld

16:22 - Sulla salita del Col des Brosses sono rimasti indietro Vachon e Rast, davanti restano solo Simon Clarke e Sebastian Langeveld che fino all'anno scorso erano compagni di squadra all'Orica GreenEdge.

16:19 - Un pittore ai bordi della strada ritrae i ciclisti. C'è anche questo al Tour de France!

Pittore

16:18 - Thibaut Pinot della FDJ si è fermato per cambiare la bici.

Thibaut Pinot

16:16 - A 55 km dalla fine il vantaggio è di 2' 16".

16:07 - Arnaud Démare è rimasto un po' attardato, si fa dare una mano dall'ammiraglia per recuperare metri.

Arnaud Demare

16:06 - Nella terza ora di corsa la velocità media è stata di 40,6 km.

16:02 - Continua a scendere il vantaggio dei battistrada, ora, a 63 km dall'arrivo, è di 2' 19".

15:52 - A 70 km dall'arrivo il distacco è sceso a 2' 40".

15:39 - Ora in testa al plotone si fa vedere il Team Europcar. Mancano 77,4 km alla fine e il distacco è di 3' 28".

12a tappa del Tour

15:38 - In testa sono tornati in quattro i fuggitivi, si è riaggregato Langeveld.

15:26 - A 85 km dall'arrivo il distacco è di 3' 32". Ecco intanto la Maglia Gialla Vincenzo Nibali.

Vincenzo Nibali

15:22 - De La Cruz ha dovuto abbandonare la corsa, si è fatto molto male con la caduta.

15:15 - Langeveld è rimasto arretrato di circa 40", continua invece la fuga degli altri tre Gregory Rast (Trek), Simon Clarke (Orica GreenEdge), Florian Vachon (Bretagne-Séché).

15:14 - De La Cruz è caduto in curva, ha trascinato a terra anche Langeveld che però si è alzato subito. Lo spagnolo, invece, è rimasto per terra.

15:07 - Anche sul secondo gpm, la Côte du Saule-d'Oingt, il primo a transitare è stato David De La Cruz della NetApp Endura che prende due punti (questa salita è di terza categoria), secondo Gregory Rast della Trek.

14:51 - Quando siamo a 109 km dall'arrivo il distacco è intorno ai 4'.

12a tappa

14:32 - È il solito Ji Cheng della Giant-Shimano ad avere il compito di "ammazzare" la fuga. Il cinese è la maglia nera del Tour, ultimo in classifica, ma svolge sempre un grandissimo lavoro.

14:29 - Grazie al lavoro in testa al gruppo della Giant-Shimano di John Degenkolb il distacco è sceso a 3' 52".

14:23 - Al primo gran premio della montagna al Col du Brouilly ha transitato per primo David Del La Cruz e l'unico punto in palio (il gpm è di quarta categoria) è suo.

14:05 - Al km 45,9 il distacco è di 4' 50".

14:03 - Ecco la classifica dello sprint intermedio al km 39,5 (Romanèche-Thorins)


    1) Florian Vachon (Bretagne-Séché Environnement), 20 punti
    2) Gregory Rast (Trek), 17
    3) Simon Clarke (Orica-GreenEdge), 15
    4) David De La Cruz (NetApp), 13
    5) Sebastian Langeveld (Garmin-Sharp), 11
    6) Marcel Kittel (Giant-Shimano), 10
    7) Bryan Coquard (Europcar), 9
    8) Mark Renshaw (OPQS), 8
    9) Romain Feillu (Bretagne), 7
    10) André Greipel (Lotto), 6
    11) Peter Sagan (Cannondale), 5
    12) Fabio Sabatini (Cannondale), 4
    13) Elia Viviani (Cannondale), 3
    14) Tom Veelers (Giant), 2
    15) Yohann Gène (Europcar), 1

13:46 - Sale il vantaggio dei cinque battistrada, ora sono a 4' 40" quando hanno da poco superato il km 30.

13:33 - Il vantaggio dei cinque battistrada è di 2' 25" ora, sembra dunque che il gruppo, e in particolare l'Astana che è in testa al plotone, abbia accettato la composizione di questa fuga e ora sta anche rallentando un po' il ritmo.

13:21 - Andrew Talansky alla fine non ce l'ha fatta a partire stamattina. Il capitano della Garmin-Sharp, che ieri ha lottato come un leone per arrivare al traguardo dopo aver perso più di 20 minuti, ha dovuto abbandonare il Tour a causa delle conseguenze di numerose cadute e anche di un'infezione respiratoria. Il vincitore del Giro del Delfinato ha detto di avere il cuore a pezzi per questo abbandono.

13:17 - Siamo al km 12 e ci sono cinque fuggitivi che hanno circa 20" di vantaggio sul gruppo:


    Sebastian Langeveld (Garmin-Sharp)
    Gregory Rast (Trek)
    Simon Clarke (Orica GreenEdge)
    David De La Cruz (NetApp Endura)
    Florian Vachon (Bretagne-Séché)

13:13 - Il primo tentativo di fuga non andava bene al gruppo e li ha ripresi subito. Ora è Sebastian Langeveld della Garmin-Sharp a tentare un allungo. Ha 10" di vantaggio al km 7.

13:08 - Si sta formando una fuga di nove uomini.

13:05 - Bartosz Huzarski del Team NetApp Endura è il primo che tenta un attacco.

13:02 - La dodicesima tappa del Tour de France è ufficialmente partita!

Tour de France 2014, Bourg en Bresse - Saint Étienne


Ormai il Tour de France 2014 ha superato la sua metà, restano dieci tappe inclusa quella di oggi, la dodicesima, da Bourg en Bresse a Saint Étienne, che seguiremo in diretta, qui su questa pagina di Outdoorblog.it, a partire dalle ore 13 quando è prevista la partenza, fino all’arrivo, tra le 17:30 e le 18:00 a seconda di quale sarà la velocità media.

La frazione odierna in tutto è lunga 185,5 km e presenta uno sprint intermedio al km 39,5, a Romanèche Thorins, poi ci sono quattro gran premi della montagna, non troppo impegnativi, due di quarta e due di terza categoria.
Il primo è Col de Brouilly, al km 58,5, lungo 1,7 km con una pendenza media del 5,1% e mette in palio un solo punto per la maglia a pois. Il secondo, invece, è di terza categoria, la Côte du Saule-d’Oingt, una salita di 3,8 km con una pendenza media del 4,5% che comincia al km 83. Anche il terzo gpm di giornata è di terza categoria, si tratta del Col des Brosses, lungo 15,3 km con una pendenza media del 3,3%, posto al km 138. Infine, l’ultimo gpm, la Côte de Grammond, si trova al km 164, è di quarta categoria, è lungo 9,8 km e ha una pendenza del 2,9% in media.

Anche oggi, come ieri nell'11a tappa, la vittoria di tappa dipenderà da come sarà composta la fuga ed è probabile che anche questa volta l’Astana lasci andare i fuggitivi se tra loro non ci sono uomini di classifica. Poi sul finale, c’è terreno favorevole per recuperare tempo e il successo potrebbe essere riservato a un passista veloce che sappia resistere bene in salita. Tra i principali indiziati troviamo Tony Gallopin della Lotto-Belisol, che potrebbe fare il bis, oppure Peter Sagan, che ieri ha sbagliato l’attacco ed è disperatamente alla ricerca di una vittoria dopo tanti piazzamenti, poi ancora John Degenkolb della Giant-Shimano, Matteo Trentin dell’Omega Pharma-Quick Step, Alexander Kristoff della Katusha, Simon Gerrans dell’Orica GreenEdge, José Joaquin Rohas della Movistar, Greg Van Avermaet della BMC, Rui Costa della Lampre-Merida, Samuel Dumoulin dell’g2r La Mondiale, Daniele Bennati della Tinkoff-Saxo. Ma non è detto che non riescano a farsi vedere anche i velocisti puri o qualche uomo di classifica che voglia tentare il colpaccio recuperando tempo nei confronti di Vincenzo Nibali, anche se in quel caso l’Astana si impegnerà di certo per non lasciare spazio ai fuggitivi.

Tour de France 2014 | Altimetria della dodicesima tappa

Altimetria 12a tappa Tour de France 2014 del 16 luglio

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail