Tour de France 2014, Majka ha vinto la 17a tappa davanti a Visconti e Nibali (che è sempre più in Giallo)

La cronaca della diciassettesima tappa da Saint-Gaudens a Saint-Lary Pla d'Adet.

    Clicca Qui per seguire la 18esima tappa del Tour de France 2014 - Giovedì 24 Luglio.

Rafal Majka ha vinto la 17a tappa del Tour de France 2014

Rafal Majka della Tinkoff-Saxo ha raccolto la sua seconda vittoria in carriera, pochi giorni dopo la prima a Risoul. Il giovane polacco dopo aver fatto parte della fuga di giornata per difendere la sua Maglia a Pois dagli attacchi di Purito Rodriguez, ha attaccato nel finale rispondendo a Giovanni Visconti della Movistar che alla fine ha tagliato il traguardo per secondo con 29" di ritardo. Terzo è un incredibile Vincenzo Nibali che non si accontenta di controllare, ma attacca nel finale guadagnando altri 50" su Alejandro Valverde.

Ecco i primi al traguardo di oggi.

Primi al traguardo 17a tap

Tour de France 2014: classifica generale - Maglia Gialla
Tour de France 2014: classifica a punti - Maglia Verde
Tour de France 2014: classifica scalatori - Maglia a Pois
Tour de France 2014: classifica giovani - Maglia Bianca

17:18 - Rafal Majka taglia il traguardo a braccia alzate, è la sua seconda vittoria in carriera e come la prima arriva in questo Tour 2014. Secondo è Visconti, terzo Nibali.

17:16 - Rafal Majka va tranquillo verso la sua seconda vittoria in questo Tour e manterrà anche la Maglia a Pois perché all'arrivo per lui ci sono 50 punti. Eccolo mentre fa l'occhiolino alla telecamera.

Occhiolino di Majka

17:14 - Intanto Nibali ha raggiunto anche l'altro gruppetto di ex fuggitivi, guidato da Alessandro De Marchi.

In salita

17:12 - Majka parte da solo all'attacco a 2.2 km dalla fine.

17:10 - Nibali e Peraud hanno raggiunto e superato un altro degli ex fuggitivi, Kristijan Durasek della Lampre-Merida.

17:09 - Majka e Visconti hanno 35" di vantaggio su Rolland, 1' 35" su Nibali e Peraud, poi a 1' 57" ci sono Pinot, Bardet e Van Garderen che ora hanno ripreso Rodriguez, poi a 2' 06" c'è il gruppetto Valverde.

17:07 - Rafal Majka raggiunge Giovanni Visconti. Mancano solo 4 km, ma di dura salita.

Majka e Visconti

17:05 - Nibali non è poi così tranquillo come sembrava, è partito all'attacco per levarsi i francesi dalle ruote. Peraud riesce a inseguirlo, ma tutti gli altri sono rimasti indietro. Intanto stanno raggiungendo il primo gruppo di inseguitori, hanno già superato Jurgen Van Den Broeck e Purito Rodriguez.

Attacco di Nibali

17:04 - Valverde sta seriamente rischiando di perdere il podio oggi, anche perché i due francesini Bardet e Pinot se la stanno invece cavando benissimo. Molto tranquillo Vincenzo Nibali.

17:02 - Attacco di Peraud in testa al gruppo Maglia Gialla, Nibali gli risponde immediatamente e insieme raggiungono Bardet. Valverde, invece, è rimasto indietro.

17:01 - A 6 km dalla fine Giovanni Visconti ha un vantaggio di 32" sui più immediati inseguitori.

19:59 - Bardet è ancora da solo, ce l'ha fatta a non farsi riprendere dal gruppo Maglia Gialla.

Schermata 2014-07-23 alle 16.59.16

16:58 - Nessun problema per Vincenzo Nibali, che è nel gruppo a 2' 05" da Visconti.

Nibali

16:56 - Rafal Majka parte all'attacco da solo, si è anche dato una spintarella sfruttando l'asta di una moto, sarà sicuramente sanzionato.

16:55 - Né Rodriguez né Izaguirre danno il cambio a Majka nel gruppo degli inseguitori.

Gruppetto inseguitori

16:54 - Bardet sta per essere ripreso dal gruppo Maglia Gialla.

16:53 - Visconti sembra molto meno in difficoltà di Roche su questa durissima salita, infatti ha guadagnato parecchi metri rispetto all'irlandese.

16:51 - Pierre Rolland ha risposto all'attacco di Visconti, ma poi è rimasto un po' indietro, mentre l'unico che sembra di tenere la ruota del siciliano sembra essere Nicolas Roche.

Situazione

16:50 - Parte l'attacco di Giovanni Visconti.

16:49 - Gli inseguitori, il gruppo Maglia a Pois è a poco più di 20" dai primi quattro, poi c'è Romain Barde, da solo e poi il gruppo Maglia Gialla.

16:47 - In testa abbiamo quattro uomini: Pierre Rolland (Europcar), Giovanni Visconti (Movistar), Amaël Moinard (BMC) e Nicolas Roche (Tinkoff-Saxo).

16:46 - Vincenzo Nibali ha avuto qualche problema in discesa, ha preso male una curva, ma per fortuna si è salvato grazie alle sue abilità di biker. Intanto il gruppo di testa inizia l'ultima salita.

16:42 - L'uomo dell'Ag2r che ha attaccato in discesa è Romain Bardet che ha guadagnato una ventina di secondi rispetto al gruppo di Nibali.

16:40 - In testa ora c'è un gruppo di 14 uomini, colui che è messo meglio in classifica generale è Bauke Mollema della Belkin, che ha un ritardo di 11' 33" da Nibali. Ma il gruppo Maglia Gialla è solo a poco più di due minuti dalla testa della corsa.

16:38 - In discesa sta attaccando l'Ag2r La Mondiale.

16:36 - Il gruppo Maglia Gialla ha scollinato con 2' 40" di ritardo rispetto agli uomini in testa alla corsa.

16:35 - Grande selezione nel gruppo della Maglia Gialla, ormai saranno appena una quindicina di corridori, anche Richie Porte è rimasto indietro. Nibali ora è accompagnato solo dal compagno di squadra Tanel Kangert.

16:33 - Trascinati da Nicolas Roche gli inseguitori hanno ripreso e superato Vasil Kiryienka, Purito Rodriguez si aggiudica il terzo gpm sul Col de Val Louron-Azet prendendo altri 10 punti per la Maglia a Pois. Per Majka, secondo, 8 punti, terzo Jon Izaguirre (6 punti).

16:31 - Oggi gran lavoro di Michele Scarponi che si prende cura di Vincenzo Nibali sulle dure salite di giornata.

16:30 - Kiryienka sta per scollinare ma gli inseguitori sono vicinissimi.

Kiryienka sul terzo gpm di giornata

16:28 - Blel Kadri è stato ripreso dal gruppo Maglia Gialla.

16:25 - Kiryienka è negli ultimissimi chilometri di salita sul Col de Val Louron-Azet.

16:20 - Gli inseguitori di Kiryienka ora sono 16 e hanno un distacco di 57".

16:16 - Sulla salita c'è una grande selezioni, molti uomini stanno rimanendo indietro rispetto al gruppo Maglia Gialla, tra questi il vincitore di ieri Michael Rogers, Geraint Thomas del Team Sky, mentre il suo capitano Richie Porte è nelle prime posizioni.

16:13 - Il gruppo degli inseguitori, che ha un ritardo di 1' 02" da Kiryienka, è sempre guidato da Arashiro del Team Europcar.

Inseguitori

16:12 - La FDJ guida il gruppo della Maglia Gialla dopo che sulla precedente salita è stata l'Astana a dettare l'andatura.

FDJ

16:10 - Ecco Kiryienka sempre da solo in testa alla corsa.

Kiryienka in testa

16:08 - Comincia la terza salita, quella del Col de Val Louron-Azet, anch'esso di prima categoria.

16:06 - Nicolas Roche e Jesus Herrada sono stati ripresi dal gruppetto di inseguitori guidato da Yukio Arashiro.

15:59 - Siamo a 35 km dall'arrivo, ci sono ancora due durissimi gpm, uno di prima categoria e poi l'ultimo, proprio sul traguardo, Hors Catégorie.

15:57 - Nicolas Roche e Jesus Herrada hanno circa 30" di vantaggio sugli altri 18 inseguitori e un ritardo di 1' 16" rispetto a Kiryienka.

15:55 - Sul Col de Peyresourde Kiryienka ha ovviamente transitato per primo, Rodriguez è riuscito a battere Majka consolidando la sua Maglia a Pois.
Ecco la classifica del secondo gpm.
1) Vassil Kiriyenka (Movistar), 10 punti
2) Nicolas Roche (Tinkoff), 8
3) Jesus Herrada (Movistar), 6
4) Joaquim Rodriguez (Katusha), 4
5) Rafal Majka (Tinkoff), 2
6) Jon Izaguirre (Movistar), 1

Rodriguez e Majka

15:50 - Gli inseguitori hanno in ritardo di 1' 32" rispetto al corridore del Team Sky.

15:47 - Sale a 5' 16" il vantaggio di Kiryienka sul gruppo Maglia Gialla.

15:39 - Il ritardo degli inseguitori di Kiryienka è di 2' 09".

15:35 - Continua spedito Kiryienka che ora ha circa quattro minuti di vantaggio sul gruppo Maglia Gialla.

Kiryienka

15:34 - Ancora problemi per Kadri che si fa aiutare adesso dalla sua ammiraglia. Intanto si è fatto parecchi metri in salita attaccato alle auto.

Blel Kadri

15:32 - Blel Kadri ha avuto un problema tecnico e si è fatto aiutare dalla macchina dei meccanici del cambio-ruota neutro, messa a disposizione dall'organizzazione del Tour.

Kadri

15:26 - Ora siamo a circa 50 km dalla fine e il vantaggio di Kiryienka è di 1'35" sugli inseguitori e di 2' 55" sul gruppo Maglia Gialla.

15:22 - Siamo sulla salita del secondo gpm di giornata, anch'esso di prima categoria, Col de Peyresourde, Kiryienka ha un vantaggio di poco più di 40" sugli altri 21 battistrada.

15:20 - Il ritardo del gruppo Maglia Gialla è di 1' 45".

15:19 - Problemi meccanici per Alejandro Valverde.

Valverde

15:16 - Vasil Kiryienka si sta avvantaggiando di qualche secondo rispetto agli altri battistrada.

15:15 - I 22 battistrada sono:


    Pierre Rolland, Yukio Arashiro (Europcar)
    Jurgen Van Den Broeck (Lotto-Belisol)
    Frank Schleck (Trek Factory Racing)
    Cyril Gautier (Europcar)
    Peter Velits e Amaël Moinard (BMC)
    Tom Dumoulin (Giant-Shimano)
    Jakob Fuglsang (Astana)
    Jon Izagirre, Jesus Herrada e Giovanni Visconti (Movistar)
    Vasil Kiryienka e David Lopez (Sky)
    Biel Kadri (AG2R-La Mondiale)
    Rein Taaramae (Cofidis)
    Bauke Mollema (Belkin)
    Nicolas Roche (Tinkoff-Saxo)
    Joaquim Rodríguez (Katusha)
    Kristijan Durasek (Lampre-Merida)
    David Lopez (Sky)
    Alessandro de Marchi (Cannondale)

15:10 - Adesso il gruppo di testa è composto da 22 uomini che hanno 1' 16" di vantaggio sul gruppo Maglia Gialla.

15:04 - Luke Durbridge dell'Orica GreenEdge è caduto a causa di un uomo dello staff della Movistar, forse un meccanico o un massaggiatore, che stava dando una borraccia a uno dei suoi corridori e non si è accorto dell'australiano che gli è arrivato addosso e dopo essere caduto dalla bici gli ha dato uno spintone, stizzito.

Durbridge contro Movistar

15:03 - Sul gpm sprint di sei uomini ed è Joaquim Rodriguez a prendersi i dieci punti in palio per il primo, la Maglia a Pois per ora è di nuovo sua.
1) Joaquim Rodriguez (Katusha), 10 punti
2) Nicolas Roche (Tinkoff), 8
3) Kristijan Durasek (Lampre), 6
4) Alessandro De Marchi (Cannondale), 4
5) Bauke Mollema (Belkin), 2
6) Rein Taaramäe (Cofidis), 1

14:55 - Sei uomini tra cui André Greipel e Arnaud Démare sono rimasti arretrati di qualche secondo rispetto al gruppo. Ora i ciclisti sono sulla salita di prima categoria verso Col du Portillon.

14:51 - Si è mosso anche Rafal Majka che è l'attuale detentore della Maglia a Pois. Ora nel gruppo di testa ci sono 21 uomini, perché molti altri ciclisti si sono uniti al contrattacco di Rodriguez.

14:48 - Tom Jelte Slagter rimasto arretrato rispetto agli altri sette fuggitivi, intanto Joaquim Rodriguez della Katusha, Mikael Cherel dell'Ag2r La Mondiale e Frank Schleck della Trek sono partiti in contrattacco. È evidente che Purito farà di tutto per riprendersi la Maglia a Pois.

14:47 - Zak Dempster della NetApp si è dovuto far medicare dopo la puntura di una vespa.

14:46 - Nella prima ora di corsa la velocità media è stata di 50,2 km.

14:26 - Ecco come è andata allo sprint intermedio a Saint-Béat al km 31:
1) Blel Kadri (Ag2r La Mondiale), 20 punti
2) Martin Elmiger (IAM), 17
3) Sergio Paulinho (Tinkoff-Saxo), 15
4) Tom Jelte Slagter (Garmin-Sharp), 13
5) Jens Voigt (Trek), 11
6) Cyril Gautier (Europcar), 10
7) Yukiya Arashiro (Europcar), 9
8) Nicolas Edet (Cofidis), 8

14:25 - Simon Spilak della Katusha ha deciso di abbandonare il Tour a causa di problemi di stomaco.

14:11 - La Katusha continua a forzare il ritmo in testa al gruppo, ma il vantaggio degli otto battistrada è salito sopra il minuto.

14:00 - Inizio davvero sprint per gli otto battistrada che in pochi minuti sono già arrivati al km 15 pedalando a una velocità di 55 km/h, neanche fosse una crono! Intanto in testa al gruppo il Team Katusha detta un'andatura molto alta perché vuol fare in modo che il capitano Purito Rodriguez raccolga dei punti sui gpm di oggi per riprendersi la Maglia a Pois che ieri è passata a Rafal Majka della Tinkoff-Saxo. Il distacco tra gli otto fuggitivi e il gruppo Maglia Gialla ora è di 55".

13:46 - Al km 2 subito un attacco di otto uomini, sono Sergio Paulinho (Tinkoff-Saxo), Blel Kadri (Ag2r La Mondiale), Tom-Jelte Slagter (Garmin-Sharp), Yukiya Arashiro e Cyril Gautier (Europcar), Jens Voigt (Trek), Nicolas Edet (Cofidis) e Martin Elmiger (IAM).

13:43 - La diciassettesima tappa del Tour de France da Saint-Gaudens a Saint-Lary Pla d'Adet è iniziata! Non hanno preso il via Simon Gerrans dell'Orica GreenEdge e Reto Hollenstein della IAM.

Tour 2014: Saint-Gaudens - Saint-Lary Pla d'Adet


Il Tour de France 2014 giunge oggi, mercoledì 23 luglio, alla diciassettesima tappa da Saint-Gaudens a Saint-Lary Pla d'Adet che seguiremo in diretta qui, su questa pagina di Outdoorblog.it, con aggiornamenti costanti in tempo reale fino a scoprire chi vincerà e se Vincenzo Nibali riuscirà a tenere al sicuro anche oggi la sua preziosa Maglia Gialla.

Dopo la frazione di ieri, che è stata la più lunga di tutto il Tour, oggi invece i corridori affronteranno quella più breve (se si esclude ovviamente la cronometro di 54 km): "solo" 124,5 km ma molto intensi perché nella seconda parte del percorso sono in programma quattro gran premi della montagna tutti davvero ardui da affrontare, infatti i primi tre sono di prima categoria e l'ultimo, quello posto proprio all'arrivo, addirittura Hors Catégorie. Questo significa che chi vince oggi guadagna anche moltissimi punti per la Maglia a Pois giacché in palio al traguardo sul Montée de Saint-Lary Pla d'Adet ce ne sono 50, ma anche i gpm di prima categoria regaleranno tanti punti per la classifica degli scalatori, dunque è lecito aspettarsi che dal 40-50esimo chilometro in poi si formi una fuga di ciclisti bravi in salita e con aspirazioni nella classifica della Maglia a Pois.

I primi 40 km, invece, sono piuttosto semplici e al km 31 c'è lo sprint intermedio di Saint-Béat che invece sarà conteso tra chi ci tiene di più ai punti per la Maglia Verde che è saldamente sulle spalle di Peter Sagan.


    Le salite di oggi
    1) Al km 57,5 - Col du Portillon (1.292 m) - 8,3 km al 7,1% - Categoria 1
    2) Al km 82 - Col de Peyresourde (1.569 m) - 13,2 km al 7% - Categoria 1
    3) Al km 102,5 - Col de Val Louron-Azet (1.580 m) - 7,4 km all'8,3% - Categoria 1
    4) Al km 124,5 - Montée de Saint-Lary Pla d'Adet (1.680 m) - 10,2 km all'8,3% - Categoria H

La tappa di oggi sui Pirenei prevede anche un piccolo sconfinamento in Spagna tra Lleida e Haute Garonne. Il primo gpm arriva al km 57,5, Col du Portillon, una salita lunga 8,3 km con una pendenza media del 7,1% e picchi dell'8,3%. Il tempo di scendere e poi si torna a salire per arrivare, al km 82, sul Col de Peyresourde, dopo un'ascesa di 13,2 km con una pendenza meda del 7% e picchi fino all'8,5% proprio nell'ultimo chilometro di salita.

Dopo la seconda discesa c'è un tratto abbastanza frastagliato e poi si comincia ad arrampicarsi verso il terzo gpm consecutivo di prima categoria, per arrivare al km 102,5 sul Col de Val Louron-Azet dopo una salita di 7,4 km con una pendenza media dell'8,3% e massima del 10,1%. Dopo la discesa (un po' più lunga della salita) l'ultima fatica della giornata, la scalata del Montée de Saint-Lary Pla d'Adet, ascesa Hors Categorié lunga 10,2 km con pendenza media dell'8.3% e massima del 10,3%.

Dopo il traguardo volante molto probabilmente si formerà il "gruppetto" dei velocisti che questa settimana devono preoccuparsi solo di arrivare entro il tempo massimo perché solo venerdì torneranno protagonisti con una tappa adatta alle loro caratteristiche. L'Astana, invece, la squadra di Vincenzo Nibali, dovrà fare molta attenzione a chi andrà in fuga e potrà lasciare che si crei molto distacco, come ieri, solo se i battistrada saranno uomini lontani dallo Squalo in classifica generale. Allo stesso tempo, occorrerà tenere d'occhio tutti i potenziali avversari che possono sfruttare una tappa di questo tipo per recuperare terreno.

Chiaramente tra favoriti vanno annotati tutti i migliori scalatori, da Vincenzo Nibali, che potrebbe cercare il poker, ai suoi inseguitori Thibaut Pinot della FDJ, Alejandro Valverde della Movistar, Jean-Christophe Peraud dell'Ag2r e il suo compagno di squadra Romain Bardet ancora in lotta per la Maglia Bianca con Pinot, Tejay Van Garderen della BMC che ieri è rimasto indietro e oggi se le gambe lo assistono potrebbe riscattarsi, Leopold Konig della NetApp Endura, Laurens Ten Dam, Bauke Mollema e Steven Kruisjwijk della Belkin, Michal Kwiatkowski dell'Omega Pharma-Quick Step e pop Rafa Majka della Tinkoff-Saxo e Joaquim Rodriguez della Katusha che lottano per la Maglia a Pois, Pierre Rolland dell'Europcar. Dopo la fatica di ieri difficile pensare che anche oggi possa essere protagonista Michael Rogers della Tinkoff-Saxo anche se la tappa è adatta a lui. Anche Alessandro De Marchi potrebbe farsi vedere oggi e Thomas Voeckler, deluso dal secondo posto di ieri, se ha ancora energie potrebbe tentare un nuovo assalto.

Tour de France 2014: altimetria tappa 17


Altimetria 17a tappa Tour de France 2014

In alto l'altimetria di tutta la tappa da Saint-Gaudens a Saint-Lary Pla d'Adet, qui di seguito le prime due salite, Col du Portillon e Col de Peyresourde.

Prime-due-salite-17a-tappa-TDF-2014

Ecco qui in basso le ultime due salite, Col de Val Louron-Azet e Montée de Saint-Lary Pla d'Adet che è anche l'arrivo della tappa odierna.

Ultime-salite-17a-tappa-TDF-2014

  • shares
  • Mail