Piste Ciclabili - Anche a Roma si abbandonano progetti

Pista CiclabileBrutte notizie anche per il ciclisti romani, dopo che Milano ha rigettato lo studio per la realizzazione di nuovo piste ciclabili anche la pista ciclabile tra Porta Pia e Ponte Nomentano è stato abbandonato dalla Giunta Alemanno, senza nemmeno un comunicato ai Municipi interessati dal progetto (II, III e IV). La sconfortante notizia è apparsa ieri sul sito degli amici ciclisti Romapedala. Ce lo segnalano da 06blog.

Lo so, in questi giorni, con stupri, rapine e violenza varia, per sicurezza nella Capitale si intende ben altro. Tuttavia, la realizzazione dell’asse ciclabile sulla parte iniziale dell’antica via Ficulensis, resa famosa da Garibaldi, è letteralmente essenziale.

Chiunque la percorra, conosce bene la situazione: il traffico regna sovrano a qualunque ora del giorno, mentre di notte la via è spesso teatro di gravissimi incidenti. La realizzazione di una pista ciclabile sarebbe, inoltre, agevolata dal fatto che l’asse è dotato di vialetti laterali, che erano adibiti alla mobilità ciclopedonale fino agli anni ‘60 ed ora sono conquistati dalle auto in sosta.

Allora perché? Mancanza di fondi, dicono, informalmente, al Comune; una motivazione poco convincente, visto che le stime del progetto parlavano poco più di 100.000€, per i 5 km di pista, che permetterebbero a romani e turisti di godere di una bellissima strada oggi avvilita sia dal rumore che dalla mancanza di spazio.

In concreto, si tratta solo di abbattere dei gradini su percorso pressoché già predisposto, garantendo l’accesso ai numerosi parchi lungo la via a carrozzine, anziani, pedoni (oltre che ai ciclisti), realizzando, al contempo, un collegamento strategico tra il centro storico e tutta l’area di Roma Nord.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: