Wta Montreal 2014: Errani, Pennetta, Giorgi e Vinci sconfitte al primo turno

Eliminazione al primo turno per Sara Errani al Wta di Montreal. A batterla, Sabine Lisicki in due set 6-1; 7-5. Si sapeva che la sfida avrebbe riservato non poche insidie all'azzurra e così è stato. Nel primo set, Sara ha subito, senza opporre resistenza, il tennis potente della tedesca che si è imposta, facilmente, 6-1 in appena 25 minuti di gioco. Secondo parziale molto più combattuto. La Errani approfitta di un calo della Lisicki e si porta sul 3-0. Pronta la rimonta di Sabine che si completa in un lottato sesto gioco nel quale la romagnola non ha sfruttato ben 6 palle break per il nuovo allungo. I rimpianti per Sara aumentano quando la teutonica perde nuovamente la battuta sotto 4-3 e le consente di servire per allungare la sfida al terzo. Sara però fallisce l'obiettivo, si incarta e subisce quattro game di fila che sanciscono una sconfitta apparsa quasi inevitabile.

Eliminazione anche per Roberta Vinci sconfitta dalla Zahlova Strycova con un doppio 7-5. Nel primo set, la tarantina ha dilapidato il 4-2 di vantaggio per poi subire il break sotto 6-5. Stesso copione nella seconda frazione. Break e controbreak in apertura e Strycova che passa al secondo turno dopo aver strappato di nuovo il servizio a Roberta nel dodicesimo e ultimo game. Peccato per la Vinci. Dopo le due finali di Istanbul e Bucarest ci si attendeva qualcosa di più.

L'ecatombe italica del lunedì si completa in nottata con la sconfitta di Flavia Pennetta che cede 7-6; 6-3 alla qualificata Putintseva. Primo set con ben 8 break (4 per parte) e concluso 7-5 al tie break con la brindisina che arresta la rimonta sul 5-5 da 5-2. Nel secondo, la kazaka capitalizza al meglio l'allungo nel quarto game (1-3). Una sconfitta brutta ed evitabile per Flavia ancora non al meglio dopo l'infortunio al piede dello scorso mese.

Subito ko anche Camila Giorgi, eliminata dalla lucky loser Elena Vesnina, entrata in tabellone grazie alla defezione di Andrea Petkovic. 6-4 1-6 7-6(1), il punteggio a favore della russa. Sconfitta che lascia l'amaro in bocca all'azzurra che, nel terzo set, è stata tre volte avanti di un break, fallendo l'occasione per la vittoria, al servizio, sul 6-5. Nel tie break finale il crollo della Giorgi che dall'1-1 iniziale incassa sei punti di fila.

Wta Montreal 2014: in campo Errani, Pennetta e Vinci

Giornata inaugurale all'insegna dei colori azzurri al Wta Premier di Montreal 2014. Le nostre tre maggiori rappresentanti, Errani, Vinci e Pennetta debuttano al primo turno mentre, domani, toccherà a Camila Giorgi e Karin Knapp.

L'impegno decisamente più probante è per Sara Errani, attesa, alle 18 (diretta su Supertennis), nel match inaugurale del torneo, sul Centrale, da Sabine Lisicki, la tennista teutonica che ha stabilito, la scorsa settimana, a Stanford, il primato mondiale di velocità al servizio con una prima sparata a 211 km/h. C'è un unico precedente tra le due e risale al Roland Garros 2013. Vinse la Errani 6-0; 6-4 al terzo turno. A Parigi, si giocava sulla superficie prediletta della romagnola. Sui veloci campi canadesi, la maggiore potenza e incisività dei colpi della tedesca potrebbero fare la differenza. Chi passa affronterà al prossimo turno la qualificata tra Keys e Kuznetsova (in campo domani), quest'ultima vincitrice al Wta di Washington.

In contemporanea al match della Errani, sull'Arena Banque National, Roberta Vinci esordisce contro la ceca Zahlavova Strycova, protagonista lo scorso Wimbledon con la sorprendente qualificazione ai quarti di finale. Precedenti a favore della tarantina (4-1). L'unica vittoria della ceca è arrivata però proprio sul veloce, lo scorso marzo, a Miami. Partita alla portata della Vinci che deve confermare, in Canada e in Usa, quanto di buono fatto vedere in estate con le finale raggiunte a Bucarest e Istanbul.

All'1 di notte ora italiana ecco Flavia Pennetta. Al rientro dopo l'infortunio al piede destra, la testa di serie n°12 debutterà con la qualificata kazaka Yulia Putintseva. Pennetta favorita anche se, dopo un mese di stop e contro un avversaria già rodata dal torneo di qualificazione, la partita potrebbe rivelarsi più difficile del previsto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail