Giro di Polonia 2014: Rafal Majka ha vinto la quinta tappa. Brambilla quarto, Formolo settimo

Majka ha lo stesso tempo di Petr Vakoc, primo in classifica generale.

Rafal Majka non ha deluso le attese: è una delle stelle presenti al Giro di Polonia, lui, polacco della Tinkoff-Saxo, fresco vincitore della Maglia a Pois al Tour de France. E infatti, sul primo arrivo in salita, si è fatto notare vincendo la quinta tappa e bruciando tutti negli ultimissimi metri, in una sorta di volata tra scalatori, anche se non si trattava di un'ascesa troppo impegnativa. Ora Majka ha solo un secondo di ritardo dal leader della corsa Petr Vakoc.

La frazione odierna da Zakopane a Štrbské Pleso (in Slovacchia) lunga in totale 190 km, ha vuoto subito partire una fuga di otto uomini, composta da Matteo Bono della Lampre-Merida, Sebastian Lander della BMC, Fabio Felline della Trek, Marco Haller del Team Katusha, Gediminas Bagdonas dell'Ag2r La Mondiale, Jimmy Engoulvent del Team Europcar, Pawe? Bernas della rappresentativa polacca e Maciej Paterski della CCC Polsat Polkowice. I fuggitivi dopo 40 km avevano 2' 15" di vantaggio, saliti a 2' 50" dopo altri 40 km e poi scesi a 2' 25" quando mancavano 50 km alla fine.

In salita, Lander e Paterski, negli ultimi 40 km, si sono staccati dagli altri e hanno guadagnato subito 40" sugli ex compagni di fuga e 1' 20" dal gruppo principale. Ai fuggitivi della prima ora rimasti indietro rispetto ai due in testa alla corsa si sono poi aggiunti altri uomini formando un gruppetto di 14 unità all'inseguimento di Lander e Paterski con un ritardo di meno di mezzo minuto.
Nel frattempo dal plotone principale si è staccato un altro gruppo comprendente Adriano Malori della Movistar. A poco più di 30 km dalla fine l'avventura di fuga a due di Lander e Paterski è terminata perché sono stati ripresi dai 14 inseguitori, mentre in contropiede è partito Christian Meier dell'Orica GreenEdge.

Il gruppo di inseguitori si è via via sfaldato, mentre si è avvicinato il plotone principale che li ha ripresi tutti. Ci sono stati degli attacchi del Team Sky e di Ryder Hesjedal della Garmin-Sharp, mentre nel frattempo Meier è riuscito a mantenere un distacco sul gruppo di circa una ventina di secondi o poco meno per qualche chilometro, poi a 11,3 km dalla fine è stato ripreso dal gruppo anche lui.

Negli ultimi tre km, in salita, ci sono stati numerosi attacchi: prima ci ha provato Kanstantsin Siutsou del Team Sky, poi Robert Gesink della Belkin, ma sono stati entrambi ripresi, così come Ilnur Zakarin della RusVelo a 2,8 km dalla fine. La tappa si è conclusa con una sorta di volata, seppure in salita, e Rafal Majka, fino a quel momento rimasto nascosto, ha avuto la meglio su tutti negli ultimissimi metri.
Al secondo posto si è piazzato Beñat Intxausti della Movistar, che sembrava in vantaggio rispetto agli altri, mentre terzo è arrivato il suo compagno di squadra Ion Izagirre. Ottimi quarto posto per Gianluca Brambilla dell'Omega Pharma- Quick Step e settimo posto per il vice-campione italiano Davide Formolo della Cannondale che è anche quinto in classifica generale davanti a Giampaolo Caruso della Katusha che è sesto.

Rafal Majka al Giro di Polonia 2014

Ecco i primi dieci oggi al traguardo:


    1) Rafal Majka (Polonia) Tinkoff-Saxo 4h 30' 38"
    2) Beñat Intxausti (Spagna) Movistar s.t.
    3) Jon Izagirre (Spagna) Movistar s.t.
    4) Gianluca Brambilla (Italia) Omega Pharma-Quick Step s.t.
    5) Warren Barguil (Francia) Giant-Shimano s.t.
    6) Samuel Sanchez (Spagna) BMC s.t.
    7) Davide Formolo (Italia) Cannondale s.t.
    8) Lars Petter Nordhaug (Norvegia) Belkin s.t.
    9) Andrey Amador (Costa Rica) Movistar s.t.
    10) Przemyslaw Niemiec (Polonia) Lampre-Merida s.t.

E questa è la classifica generale dopo cinque tappe:


    1) Petr Vakoc (Repubblica Ceca) Omega Pharma-Quick Step 25h 05' 29"
    2) Rafal Majka (Polonia) Tinkoff-Saxo +1"
    3) Beñat Intxausti (Spagna) Movistar +4"
    4) Jon Izagirre (Spagna) Movistar +6"
    5) Davide Formolo (Italia) Cannondale +10"
    6) Giampaolo Caruso (Italia) Katusha +10"
    7) Marek Rutkiewicz (Polonia) CCC Polsat +10"
    8) Peter Velits (Slovacchia) BMC +10"
    9) Andrey Amador (Costa Rica) Movistar +10"
    10) Robert Gesink (Olanda) Belkin +10"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail