Rafal Majka ha vinto il Giro di Polonia 2014. A Vandewalle la crono, Malori secondo

Majka per 8" ha difeso la Maglia di leader davanti a Jon Izaguirre e Beñat Intxausti della Movistar. Malori beffato per 3".

Per Rafal Majka, dopo le prime vittorie di tappa da professionista (due al Tour de France e due al Giro di Polonia), è arrivato anche il primo trionfo nella classifica generale di una corsa a tappe e arriva proprio in casa sua, in una gara che è anche inserita nel calendario UCI World Tour.

Il giovane polacco della Tikonff-Saxo è riuscito a difendere la maglia di leader della 71esima edizione del Giro di Polonia anche dopo la cronometro individuale che ha chiuso la competizione e con 8" di distacco ha avuto la meglio sullo spagnolo della Movistar Jon Izaguirre, oggi il migliore tra gli uomini di classifica nella corsa contro il tempo, mentre il suo compagno di squadra e connazionale Beñat Intxausti, secondo fino a ieri, oggi ha perso altri 4" da Majka e chiude in terza posizione. Non ci sono italiani nella top ten finale, il migliore lo troviamo al tredicesimo posto ed è Gianluca Brambilla dell'Omega Pharma-Quick Step con un ritardo di 2' 05", mentre al sedicesimo posto troviamo il giovanissimo Davide Formolo della Cannondale, vice-campione d'Italia, che ha chiuso con un ritardo di 2' 19", facendo meglio dei più esperti Giampaolo Caruso della Katusha (diciottesimo a +2' 59") e Davide Rebellin della CCC Polsat Polkowice (diciannovesimo a +3' 36"). Insomma, forse dovremo aspettare ancora un po' per vedere Formolo a un grande Giro, ma indiscutibilmente ha tutte le carte in regola per essere in futuro un uomo da corse a tappe (ricordiamo che deve ancora compiere 22 anni).

Per quanto riguarda la gara di oggi, la cronometro individuale a Cracovia da 25 km, il vincitore è il belga Kristof Vandewalle, uno dei favoriti della vigilia, anche se più quotato di lui sembrava Adriano Malori, il campione italiano a crono, che ha visto la vittoria sfumare per soli 3". Vandewalle ha chiuso la sua prova in 29' 18" pedalando a una velocità media di 51,195 km/h, mentre Malori ci ha impiegato 29' 21" con una velocità media di 51,107 km/h. Soltanto loro due sono arrivati a una velocità superiore ai 51 km/h. Al terzo posto si è piazzato il britannico Stephen Cummings della BMC con un ritardo di 10" da Vandewalle. Molto bene anche il vice-campione italiano a cronometro, Dario Cataldo del Team Sky, che è arrivato sesto con un ritardo di 28" dal belga.

Rafal Majka ha chiuso la crono al tredicesimo posto, impiegando 43" in più di Vandewalle a percorrere i 25 km, ma questo non gli ha impedito di restare il migliore di tutti nella somma dei tempi delle sette tappe del Giro di Polonia e di aggiudicarsi la vittoria finale. Al traguardo il polacco ha scosso la testa, forse pensava di non avercela fatta, poi dopo qualche secondo di attesa gli hanno comunicato che restava davanti a Izagirre e che dunque la Maglia di leader restava definitivamente sulle sue spalle.

Dal 2003 un polacco non vinceva una tappa e la classifica generale al Giro di Polonia e Majka, che è il primo polacco ad aver vinto una Maglia al Tour de France (quella a Pois), oggi è stato acclamato dai suoi connazionali.

Rafal Majka ha vinto il Giro di Polonia 2014

Ecco i primi dieci della crono conclusiva a Cracovia:


    1) Kristof Vandewalle (Belgio) Trek 29' 18"
    2) Adriano Malori (Italia) Movistar +3"
    3) Stephen Cummings (Gran Bretagna) BMC +10"
    4) Steve Morabito (Svizzera) BMC +20"
    5) Gorka Izagirre Insausti (Spagna) Movistar +22"
    6) Dario Cataldo (Italia) Sky 28"
    7) Jon Izagirre Insausti (Spagna) Movistar +29"
    8) Bob Jungels (Lussemburgo) Trek +34"
    9) Christophe Riblon (Francia) Ag2r La Mondiale +38"
    10) Michael Matthews (Australia) Orica GreenEdge +38"

E queste le prime dieci posizioni della classifica generale definitiva del Giro di Polonia 2014:


    1) Rafal Majka (Polonia) Tinkoff-Saxo 30h 16' 18"
    2) Jon Izagirre (Spagna) Movistar +8"
    3) Beñat Intxausti (Spagna) Movistar +22"
    4) Christophe Riblon (Francia) Ag2r La Mondiale +34"
    5) Przemyslaw Niemiec (Polonia) Lampre-Merida +1' 20"
    6) Andrey Amador (Costa Rica) Movistar +1' 21"
    7) Philip Deignan (Irlanda) Sky +1' 24"
    8) Robert Gesink (Olanda) Belkin +1' 41"
    9) Dominik Nerz (Germania) BMC +1' 42"
    10) Petr Vakoc (Repubblica Ceca) Omega Pharma-Quick Step +1' 49"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail