Volley femminile, World Grand Prix 2014: Italia ko con la Cina

Le azzurre chiudono il secondo weekend guadagnando altri 5 punti. Ora in totale ne hanno 10.

La Cina si è presa la rivincita contro l'Italia: la settimana scorsa le azzurre hanno vinto la maratona a Sassari contro le cinesi al tie-break, oggi a Hong Kong alle padrone di casa sono bastati quattro set per prendersi tre preziosi punti. Le ragazze di Marco Bonitta chiudono dunque il secondo weekend del World Grand Prix 2014 guadagnando lo stesso numero di punti che avevano ottenuto nel primo, cioè cinque, frutto delle vittorie per 3-2 sul Giappone e per 3-0 sulla Thailandia.

Il ct azzurro oggi a sorpresa ha mandato in campo un sestetto titolare con la giovanissima Ofelia Malinov in regia, Nadia Centoni opposto, Cristina Chirichella e Valentina Arrighetti al centro, Antonella Del Core e la capitana Francesca Piccinini di banda più Monica De Gennaro libero. Durante il match Bonitta ha fatto ruotare tutte le palleggiatrici, anche se Francesca Ferretti, a causa della tendinite al ginocchio, è stata in campo pochissimo, mentre più in palla è sembrata Noemi Signorile. Questo continuo cambio in regia, però, ha disorientato parecchio le attaccanti e le centrali, queste ultime servite pochissimo.

Nel primo set c'è stata una partenza sprint delle cinesi che si sono portate subito sul 3-0 e poi al primo time-out tecnico sono arrivate in vantaggio di cinque punti (5-3). L'Italia tuttavia è riuscita a riacciuffare le avversarie e a giocare a kung punto a punto. La situazione di equilibrio è durata almeno fino al 18-17, poi la Cina ha preso il largo, ha guadagnato quattro set-point e senza farsene annullare nessuno ha chiuso 25-20.

Nel secondo set ancora equilibrio nei primissimi punti, poi di nuovo la Cina in vantaggio alla prima pausa obbligatoria (8-6), l'Italia è riuscita a stare appiccicata alle avversarie fino all'11-10 grazie a un fortunato ace di Valentina Diouf, poi però le cinesi hanno preso il largo e sono arrivate al secondo time-out tecnico sul 16-11 e le azzurre non sono più riuscite ad accorciare le distanza permettendo alle padrone di casa di ottenere quattro set-point, solo uno annullato da un primo tempo di Arrighetti prima del 25-18 finale.

Il terzo set è stato senza dubbio il più bello e combattuto. C'è stato equilibrio fino al secondo time-out tecnico al quale la Cina è arrivata in vantaggio di due punti, poi ha allungato fino al 20-16, ma dopo un time-out discrezionale di Bonitta le azzurre sono riuscite a recuperare e a portarsi sul 20-20 grazie ai punti di Diouf, Bosetti e al muro di Chirichella. Sempre Bosetti ha segnato il vantaggio dell'Italia prima sul 21-20, poi sul 22-21, Del Core ha trovato il punto del 23-22, un attacco-out della Cina ha regalato all'Italia due set-point e infine un pasticcio in ricezione delle cinesi su un servizio di Chirichella ha permesso alle azzurre di vincere il terzo set 25-22.

All'inizio del quarto set sembrava che la rimonta dell'Italia potesse essere portata a termine. La Cina è andata in vantaggio a ridosso del primo time-out tecnico (8-6) poi dopo uno scambio spettacolare finito con un punto per le cinesi, l'Italia si è un po' disunita e si è ritrovata sotto di sei punti alla seconda pausa obbligatoria (16-10 per la Cina). Le padrone di casa sono riuscite a bloccare il tentativo di recupero delle azzurre e dal 16-13 hanno ricominciato a macinare punti fino a ritrovarsi con ben otto match point da sfruttare. L'Italia non è riuscita ad annullarne neanche uno e un attacco out di Del Core ha decretato la fine del set sul 25-16 per la Cina e dunque del match sul 3-1 per le padrone di casa.

Proprio Del Core è stata la migliore delle azzurre con 16 punti messi a segno nonostante non sia stata servita al meglio dalle palleggiatrici, tutte troppo discontinue. La best scorer del match è stata la cinese Chunlei Zeng, che ha segnato 20 punti, di cui 13 attacchi, tre muri e quattro ace, che confermano quanto sia forte in tutti i fondamentali.

Anche il prossimo weekend sarà di fuoco per le azzurre che sono attese in Russia dove giocheranno contro le padrone di casa (bicampionesse del mondo e campionesse d'Europa), poi dalla Turchia dell'ex ct Massimo Barbolini e infine dalla Germania di un altro italiano, Giovanni Guidetti. I match saranno decisivi per stabilire chi andrà alla Final Six di Tokyo. Per ora l'Italia ha 10 punti in classifica e naviga intorno alla quarta posizione (ma alcune squadre devono ancora giocare).

Volley femminile, Italia sconfitta 3-1 dalla Cina a Hong Kong domenica 10 agosto

Foto © FIVB

  • shares
  • Mail