Ride London Classic 2014: Adam Blythe beffa Swift, Alaphilippe e Gilbert

Giorgia Bronzini ha vinto la gara femminile.

Non è un nome di spicco quello del corridore che quest'anno si è aggiudicato la Prudential Ride London - Surrey Classic 2014, ma per la gioia del pubblico è un inglese, Adam Blythe, che di recente ha perso il posto alla BMC e si è accasato alla NFTO. Oggi Blythe ha bruciato sul traguardo i più blasonati rivali come il connazionale Ben Swift del Team Sky e il suo ex compagno di squadra nonché ex campione del mondo Philippe Gilbert più il francese dell'Omega Pharma - Quick Step Julian Alaphilippe e Kristijan Koren della Cannondale, la cui strategia è apparsa piuttosto incomprensibile, visto che oggi dagli uomini in verde ci si aspettava un gioco di squadra a favore di Elia Viviani. La corsa non si è conclusa con una volata del gruppo come si poteva immaginare, ma con uno sprint a ranghi ridottissimi tra i cinque corridori appena citati.

Fin dalle prime battute è partita una fuga composta da Adrien Niyonshuti della MTN Qhubeka, Jonathan Hivert della Belkin, Steven Lampier della Velosure - Giordana Racing, Steven Lammertink della Giant-Shimano, Thomas Vaubourzeix del Team la Pomme Marseille e Markus Eibegger della Synergy Baku Cycling.

In testa al gruppo si è fatta vedere prima l'Orica GreenEdge, poi il Team Sky che, trainato da Ian Stannard prima e Boswell poi, si è messa d'impegno per riprendere i fuggitivi. Il primo a essere riacciuffato è stato Niyonshuti, poi a 75 km dalla fine sono stati ripresi tutti gli altri. In testa al plotone dopo il ricongiungimento è rimasto ancora il Team Sky con Bradley Wiggins, a sprazzi si sono fatte vedere anche Cannondale e Omega Pharma-Quick Step. Un uomo di quest'ultima squadra, Julian Alaphilippe, ha dato un'accelerata con il suo compagno Gert Steegmans e ha creato un buco, portando con se un gruppetto di corridori comprendente Philippe Gilbert e Loic Vliegen della BMC, Adam Blythe della NFTO, Sam Bennett della NetApp Endura con i due compagni Zakkari Dempster e Scott Thwaites, Caleb Ewan dell'Orica GreenEdge, Ben Swift del Team Sky. La Cannondale a questo punto ha cercato di ridurre il distacco ed è riuscita a inserire un suo uomo nella nuova fuga, Kristijan Koren, cui si è aggiunto anche Stef Clement della Belkin.

A 50 km dalla fine Gilbert, Alaphilippe e Swift hanno cercato di allontanarsi dagli altri battistrada, mentre il gruppo è rimasto indietro di circa un minuto. Il gruppetto si è ricompattato subito, solo Dempster ha perso terreno.
A circa 20 km dalla fine c'è stato un attacco di Ewan subito seguito da Gilbert che ha contrattaccato ed è stato agganciato da Swift, Alaphilippe, Blythe e Koren. Gilbert ha poi guadagnato qualche metro sugli altri e alla sua ruota è rimasto Alaphilippe, mentre gli altri tre sono rimasti un po' più indietro. A 3 km dalla fine Gilbert, Koren, Swift, Blythe e Alaphilippe avevano circa 37" su Vliegen, Bennett ed Ewan. Nell'ultimo chilometro è partito per primo Blythe ed è riuscito a bruciare tutti gli altri.

Ieri l'italiana Giorgia Bronzini ha vinto la gara femminile imponendosi nello sprint finale davanti alla pluri-campionessa del mondo Marianne Vos.

Adam Blythe

Ecco i primi dieci al traguardo della Prudential Ride London Classic 2014:


    1) Adam Blythe (Gran Bretagna) NFTO
    2) Ben Swift (Gran Bretagna) Team Sky
    3) Julian Alaphilippe (Francia) Omega Pharma-Quick Step
    4) Philippe Gilbert (Belgio) BMC
    5) Kristijan Koren (Slovenia) Cannondale
    6) Sam Bennett (Irlanda) Team NetApp Endura
    7) Loïc Vliegen (Belgio) BMC
    8) Stef Clement (Paesi Bassi) Belkin
    9) Elivia Viviani (Italia) Cannondale
    10) Russell Downing (Gran Bretagna) NFTO

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail