Eneco Tour 2014, seconda tappa: Stybar ha vinto davanti a Boom e Vanmarcke

Stybar l'anno scorso ha vinto la classifica generale.

Zdenek Stybar partecipa all'Eneco Tour 2014 con il dorsale numero 1 in qualità di campione uscente, ma oggi il ceco dell'Omega Pharma-Quick Step ha dimostrato di avere tutte le intenzioni di difendere quel numero 1 e ha vinto la seconda tappa bruciando gli uomini della Belkin Lars Boom e Sep Vanmarcke e balzando in testa alla classifica generale dalla cui top-ten invece sparisce il vincitore di ieri, Andrea Guardini, oggi rimasto un po' attardato. Stybar, campione del mondo di ciclocross in carica, conosce benissimo le strade dei Paesi Bassi e del Belgio, perché pur essendo ceco è ormai belga d'adozione.

Fin dalle prime battute della tappa di oggi da Waalwijk a Vlijmen, nei Paesi Bassi, lunga 175,8 km, è partita una fuga animata da Pavel Brutt del Team Katusha, Alexis Gougeard dell'Ag2r La Mondiale e Kevin Van Melsen della Wanti-Groupe Gobert che dopo 28 km dall'inizio avevano già 5' 34" di vantaggio. Questo distacco si è mantenuto costante almeno fino a una cinquantina di chilometri dall'arrivo, quando ha via via cominciato a scendere sotto i 5'.

A 20 km dalla fine la Belkin si è messa a tirare il gruppo riducendo il gap intorno ai 2', mentre la Giant-Shimano è rimasta indietro alla guida di un gruppetto staccato di circa 3' dalla testa della corsa, cercando di riportare Tom Dumoulin nel plotone principale dopo un problema meccanico.

A 12 km dal termine Pavel Brutt ha lasciato gli altri due fuggitivi e ha allungato da solo, ma a poco meno di 5 km dalla fine è stato ripreso dal plotone a ranghi molto ristretti sempre sotto la spinta convinta della Belkin.
Dopo il ricongiungimento a darsi da fare sono stati gli uomini dell'Omega Pharma-Quick Step, della BMC e della Cannondale e con la Belkin in superiorità numerica.

Negli ultimi 2 km sotto la pioggia a darsi battaglia sono stati Philippe Gilbert della BMC, aiutato da Manuel Quinziato, Lars Boom e Zdenek Stybar, cui in un secondo momento si è aggiunto Marco Marcato della Cannondale. Stybar ha lanciato lo sprint nego ultimi metri e gli uomini Belkin, nonostante fossero di più, non sono riusciti a riprenderlo e Lars Boom ha tagliato il traguardo per secondo con un gesto di stizza.

Nei primi dieci ci sono ben tre italiani che sono stati tutti protagonisti nel finale e cioè Marco Marcato, quarto (e sesto in classifica generale), Manuel Quinziato, quinto, e Davide Appollonio dell'Ag2r La Mondiale, settimo.
Domani si corre una breve crono di 9,6 km a Breda.

Zdenek Stybar ha vinto la seconda tappa dell'Eneco Tour 2014

Ecco i primi dieci oggi al traguardo, tutti con lo stesso tempo:


    1) Zdenek Stybar (Repubblica Ceca) Omega Pharma-Quick Step 4h 06' 15"
    2) Lars Boom (Paesi Bassi) Belkin
    3) Sep Vanmarcke (Belgio) Belkin
    4) Marco Marcato (Italia) Cannondale
    5) Manuel Quinziato (Italia) BMC
    6) Roy Jans (Belgio) Wanty-Groupe Gobert
    7) Davide Appollonio (Italia) Ag2r La Mondiale
    8) Bauke Mollema (Paesi Bassi) Belkin
    9) Julien Vermote (Belgio) Omega Pharma-Quick Step
    10) Stig Broeckx (Belgio) Lotto-Belisol

Queste le prime dieci posizioni della classifica generale dopo due tappe:


    1) Zdenek Stybar (Repubblica Ceca) Omega Pharma-Quick Step 8h 20' 39"
    2) Lars Boom (Paesi Bassi) Belkin +1"
    3) Sep Vanmarcke (Belgio) Belkin +6"
    4) Pavel Brutt (Russia) Katusha +7"
    5) Philippe Gilbert (Belgio) BMC +9"
    6) Marco Marcato (Italia) Cannondale +10"
    7) Nikolay Trusov (Russia) Tinkoff-Saxo +10"
    8) Roy Jans (Belgio) Wanty-Groupe Gobert +10"
    9) Aidis Kruopis (Lituania) Orica GreenEdge +10"
    10) Jens Keukeleire (Belgio) Orica GreenEdge +10"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail