Europei Nuoto Berlino 2014: nella 10 km Vanelli quarto, Furlan quinto

Buona prestazione degli azzurri, ma la medaglia ancora non arriva.

La nazionale italiana di fondo si conferma tra le migliori al mondo, anche oggi, nella gara dei 10 km maschili degli Europei di Nuoto 2014 in corso a Berlino, gli uomini hanno offerto un'ottima prestazione, tuttavia non sono riusciti a ottenere una medaglia e sono rimasti ai piedi del podio: Federico Vanelli è arrivato quarto, Matteo Furlan quinto. Più defilato invece Simone Ruffini, che dopo aver perso cuffia e occhialini è arrivato solo quindicesimo.

L'oro è andato al giovane olandese Ferry Weertman, classe 1992, che ha chiuso la gara con un tempo di 1:49:56.2, l'argento all'esperto tedesco Thomas Lurz (1:49:59.0) e il bronzo al russo Evgenii Drattcev (1:50:00.6).
Solo due secondi hanno separato Vanelli dal podio e Furlan ha tardato solo un altro secondo rispetto al compagno di squadra.

Oltre al piazzamento è da elogiare la condotta di gara dei due azzurri che sono rimasti sempre nelle prime posizioni. Forse sono stati penalizzati dall'essere meno esperti degli altri (sono nati Vanelli nel 1991 e Furlan nel 1989) e sanno gestire meno bene le botte che inevitabilmente si prendono sott'acqua, anche se neanche i loro allenatori accettano questo discorso perché in fin dei conti chi ha vinto è del 1992.

Ecco che cosa ha detto Matteo Furlan ai microfoni di RaiSport dopo l'arrivo:

"Speravo di fare un po' meglio perché in allenamento mi sembrava di essere in buone condizioni, ma in gara non ce la facevo a raggiungere la testa della corsa. Ad ogni modo sono soddisfatto"

E queste le parole di Federico Vanelli:

"Come prima esperienza di questo livello sono abbastanza soddisfatto. Peccato per le varie scorrettezze durante la gara, mi hanno chiuso e mi hanno menato più volte, però questo è il fondo. La gara l'ho gestita in maniera egregia, peccato per l'arrivo, mi hanno tirato su all'ultima boa. La strategia di gara comunque è stata eccellente, non ho nulla di cui rammaricarmi. Questo risultato è un incentivo per allenarmi sempre meglio. La prossima volta qualche gomitata la do anche io"

Emanuele Sacchi allenatore di Vanelli e Aurora Ponselé, che ieri ha vinto il bronzo nella 10 km femminile, ha detto:

"Questo quarto posto di Federico ha un valore incredibile. È stato sempre presente nei momenti importanti, alla fine è rimasto un po' attardato, ma è risalito. Ormai sta raggiungendo un buon livello di esperienza, chiaramente una gara perfetta in acque libere non esiste, ma lui sta avendo una continuità di prestazioni importanti. Noi ovviamente lavoriamo per il massimo obiettivo raggiungibile, ma questo quarto posto ci soddisfa"

Infine le dichiarazioni del più scontento degli azzurri, Simone Ruffini, il fidanzato di Aurora Ponselè, che ha avuto la peggio negli scontri sott'acqua:

"Alla fine della gara ero un po' arrabbiato. All'ultima boa mi hanno buttato sotto e mi hanno tolto cuffia e occhialini e senza occhialini la mia gara è praticamente finita"

A fine gara ci sono state un po' di polemiche perché pare che Tomas Lurz abbia indossato due costumi e questo è contro il regolamento.

Thomas Lurz

Ecco le prime dieci posizioni della classifica finale

Classifica 10 km fondo maschile

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail