Eneco Tour 2014: a Bouhanni la quarta tappa. Brutta caduta nel finale (VIDEO)

Zdenek Stybar ha avuto la peggio nella caduta e ha abbandonato la corsa.

Nacer Bouhanni ha vinto in volata, a modo suo, di potenza e d'astuzia, la quarta tappa dell'Eneco Tour 2014, ma il finale è stato rovinato da una bruttissima caduta in cui si sono viste bici volare e ciclisti insanguinati. Ad avere la peggio è stato uno dei maggiori protagonisti di questa corsa, Zdenek Stybar, il ceco dell'Omega Pharma-Quick Step che ha vinto la scorsa edizione e ha onorato il numero 1 che porta sul dorsale vincendo la seconda tappa due giorni fa. È andato via con una maschera di sangue in faccia, trasportato dall'ambulanza, dovrà controllare se è ancora tutto intero, in ogni caso è stato già annunciato il ritiro dalla gara.

Oggi dietro Bouhanni, che con arrivi come quello di oggi va a nozze, si sono piazzati Luka Mezgec della Giant-Shimano e Giacomo Nizzolo della Trek. Nella top ten troviamo o anche un altro italiano, Andrea Guardini, vincitore della prima tappa e primo leader dell'Eneco Tour 2014, che oggi è arrivato sesto ed è primo nella classifica a punti. Al comando della classifica generale resta sempre Lars Boom della Belkin mentre Kenneth Vanbilsen della Topsport Vlaandere-Baloise è il più combattivo.

La fuga di giornata è stata animata da un solo uomo, Frederik Veuchelen della Wanty - Groupe Gobert, l'unico cui il gruppo ha concesso di scappare via, perché tutti i tentativi precedenti sono stati annullati. A 30 km dalla fine il fuggitivo è stato ripreso grazie al grande lavoro della FDJ, la squadra di Bouhanni, e sono cominciati una serie di altri attacchi, il più deciso è stato quello di Daniel Oss della BMC, che è andato all'attacco da solo per qualche chilometro, ma ai -6 è stato ripreso anche lui ed è cominciata la bagarre. Con le ultime curve a gomito la formazione dei treni per i velocisti non è stata affatto semplice e a complicare il tutto c'è stata la brutta caduta negli ultimi metri, innescata da un uomo della Giant-Shimano, l'ultimo del treno di Mezgec, che dopo aver tirato non si è messo a lato (ma la strada era strettina) ed è stato preso in pieno dal gruppo. Altri corridori sono caduti a causa dei "piedini" dei cartelloni pubblicitari e sembra davvero strano che un Paese così amante del ciclismo ci possano ancora essere i cartelloni messi in quella maniera in una gara di alto livello. Bouhanni ha battuto nettamente gli altri velocisti in volata e ha potuto tagliare il traguardo a braccia alzate.

Nacer Bouhanni ha vinto la quarta tappa dell'Eneco Tour 2014

Ecco i primi dieci al traguardo della quarta tappa corsa in Belgio, da Koksijde ad Ardooie, lunga 179,1 km:


    1) Nacer Bouhanni (Francia) FDJ
    2) Luka Mezgec (Slovenia) Giant-Shimano
    3) Giacomo Nizzolo (Italia) Trek
    4) Michael Van Staeyen (Belgio) Topsport Vlaanderen-Baloise
    5) Jens Debusschere (Belgio) Lotto-Belisol
    6) Andrea Guardini (Italia) Astana
    7) Tyler Ferrar (USA) Garmin-Sharp
    8) Yohann Gène (Francia) Europcar
    9) Roy Jans (Belgio) Wanty Groupe Gobert
    10) Nikolay Trusov (Russia) Tinkoff-Saxo

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail