Valeria Straneo argento nella maratona agli Europei di Atletica Zurigo 2014

Oro alla francese Christelle Daunay, bronzo alla portoghese Jessica Augusto. L'Italia ha vinto la Coppa Europa a squadre.

Un anno dopo lo splendido argento ai Mondiali di Mosca, Valeria Straneo regala all'Italia un'altra grandissima soddisfazione: l'argento agli Europei di Zurigo. Una gara sempre al comando che la 38enne piemontese ha controllato dall'inizio alla fine, anche se nel finale ha dovuto cedere (ma solo qualche metro) alla francese Christelle Daunay che è la nuova campionessa d'Europa. Il bronzo va alla portoghese Jessica Augusto.

In una mattinata svizzera per niente estiva (pioggia e temperatura sotto i 15 gradi), Valeria Straneo è partita subito all'attacco fin dai primissimi metri, portando con sé un gruppetto di 13 atlete. Con lei anche Anna Incerti, campionessa europea in carica (ma grazie alle squalifiche delle prime due).

Entro i primi 10 km c'è stata una selezione notevole, tanto che in testa si sono ritrovate in otto e anche Anna Incerti è rimasta indietro. Poi è arrivata la salita e il gruppo al comando è diventato di sole sette unità, sempre con Straneo davanti a tutte.

Intorno al 17° chilometro la croata Lisa Christina Nemec ha accelerato e con lei sono rimate soltanto Straneo, la turca Elvan Abeylegesse e la francese Christelle Daunay, ma nel frattempo è risalita anche la portoghese Jessica Augusto che in precedenza era rimasta indietro con Anna Incerti.

Alla mezza maratona la Nemec ha perso contatto con le prime, e dunque al comando sono rimaste solo Straneo, Daunay e Abeylegesse, mentre la croata è stata quasi raggiunta dalla Augusto.

Al 25° km Anna Incerti ha cominciato la sua risalita e si è liberata delle atlete con cui aveva corso fino a quel momento. Intanto Abeylegesse ha cominciato ad avere qualche problema e la Augusto ha ridotto la distanza dalle prime arrivando a meno di 15" di distacco ai 30 km e superando Abeylegesse. Straneo e Daunay sono rimaste sempre tranquillamente in testa.

Dopo i 35 km la Augusto ha staccato Abeylegesse che è stata nel frattempo raggiunta da Nemec.
Sull'ultima salita Valeria ha provato a staccare la francese, ma non ci è riuscita e anzi si è portata davanti alla piemontese. Negli ultimi chilometri c'è stato un vero e proprio braccio di ferro tra le due, poi ai 40 km la transalpina è riuscita a mettere qualche secondo tra sé e l'azzurra ed è arrivata prima.

Ai microfoni di RaiSport Valeria Straneo ha raccontato che nel finale ha avuto qualche problemino a un polpaccio, un fatto strano perché non soffre mai di crampi, ma il percorso di oggi era davvero complicato tra salite e discese.

"Ci ho provato fino all'ultimo, peccato per questi tre km. Sono felicissima, c'è un po' di rammarico per l'oro sfumato, ma sono contenta. Non penso che ci sarò al prossimo europeo, per ora non penso neanche al prossimo mondiale, ma solo alle vacanze. Mio marito e i bambini li ho visti al secondo e terzo giro e gli ho dato il cinque mentre correvo. C'era tanta gente a tifare per me durante il percorso. Come dice Checco Zalone 'Siamo una squadra fortissime'"

E a proposito di squadra, molto bene anche Anna Incerti, sesta, mentre Nadia Ejjafini è arrivata dodicesima, Emma Quaglia quattordicesima, Deborah Toniolo sedicesima, Rosaria Console quarantesima. Grazie a questi risultati l'Italia ha vinto la Coppa Europa.

Valeria Straneo argento Europei 2014 maratona

Ecco le prime posizioni della classifica finale

Classifica finale maratona femminile Europei 2014

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail