Atp Cincinnati 2014: Federer e Ferrer in finale, sconfitti Raonic e Benneteau in due set

Atp Cincinnati 2014. Le semifinali Federer-Raonic e Ferrer-Benneteau

La cronaca delle semifinali dell'Atp Masters di Cincinnati 2014 | 16 agosto

05.00: Roger Federer domina Raonic 6-2; 6-3 in poco più di un'ora di gioco e raggiunge Ferrer in finale. Altra ottima prestazione dell'elvetico che batte per la sesta volta consecutiva l'allievo di Ivan Ljiubicic. La sfida inizia al meglio per Roger. Break nel primo turno al servizio dell'avversario e veloce 6-2 con Raonic ancora carente in battuta nell'ottavo game il più combattuto della partita. L'unico momento di difficoltà per Federer in avvio di secondo set con una palla break annullata sullo 0-0 e un recupero da 0-30 sull'1-1. Sono le uniche opportunità per Raonic, punito chirurgicamente sotto 4-3, con il terzo break della partita che gli costa la sconfitta. Ottava finale in stagione per Federer, la quarta in un Masters.

22.25: David Ferrer è il primo finalista. Sconfitto con un netto 6-3; 6-2, Julien Benneteau. Poco da raccontare in una partita che ha subito la svolta decisa sul 3-3 del primo set. E' nel settimo game che è arrivato il primo break della partita per David, poi replico sul 2-1 in suo favore nel secondo. Nell'ultimo turno in battuta, il francese ha annullato quattro match point prima di capitolare al quinto ai vantaggi. Settima finale in un Masters per Ferrer. Un traguardo meritato e inaspettato per lo spagnolo che, al primo turno, è stato a un passo dalla sconfitta con Kohlschreiber.

Atp Cincinnati 2014: presentazione semifinali | 16 agosto

Si disputano tra stasera e la prossima nottata, le due semifinali dell'Atp Masters di Cincinnati. Sono rimasti in quattro a contendersi il trofeo che verrà assegnato, domani, nella finale prevista alle ore 22.

Non prima delle 21, al termine di Williams-Wozniacki, prima semifinale del Premier femminile, in campo, sul Centrale, Ferrer e Benneteau. Semifinale decisamente inaspettata. Al momento del sorteggio del tabellone, in tanti, tra gli addetti ai lavori e gli appassionati pronosticavano una sfida tra Djokovic e Wawrinka, desiderosi di riscatto dopo la magra figura rimediata a Toronto poi replicata anche in Ohio soprattutto da parte del serbo. Wawrinka, invece, è stato sconfitto, ieri, in una partita stranissima dal ritrovato Benneteau, al suo miglior risultato in un Masters. Ferrer non sta giocando ai suoi livelli ma, qua e là, fa intravvedere sprazzi di buon tennis che, a mio parere, potrebbero consentirgli di tornare in finale in un Mille, dopo l'ultima disputata lo scorso novembre a Bercy. Attenzione però al francese che ha vinto 3 dei 5 precedenti disputati sul veloce, superficie sulla quale si esprime al meglio.

Per i nottambuli, alle 3, c'è la seconda e attesa semifinale tra Federer e Raonic che tornano a fronteggiarsi a poco più di un mese di distanza dalla semifinale di Wimbledon stravinta da Roger in tre set e con tre break. Vincendo di nuovo, Federer si qualificherebbe alla quarta finale in un Masters nel 2014. E' lui il favorito. Non a caso in cinque sfide, il canadese è sempre stato sconfitto anche se, con il suo micidiale servizio, non parte certo battuto. Se si gioca a tennis però, il divario tecnico tra i due è ancora evidente. Possibile l'epilogo in tre set.

Post in aggiornamento

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail