Volley femminile, World Grand Prix 2014: l'Italia batte in rimonta la Germania

Sotto 2-0 le azzurre sono riuscite a imporsi al tie-break. Domani alle 13:40 l'ultima sfida con la Turchia di Barbolini.

La solita Italia a due facce, ma questa volta, per fortuna, quella bella si è vista nella parte decisiva del match e ha portato a una vittoria contro la Germania di Giovanni Guidetti.

Il ct Marco Bonitta ha schierato un sestetto titolare con Francesca Ferretti al palleggio, Nadia Centoni opposto, schiacciatrici Antonella Del Core e Francesca Piccinini, centrali Sara Bonifacio e Cristna Chirichella, libero De Gennaro. Valentina Arrighetti è stata tenuta a riposo per precauzione a causa di problema al quadricipite sinistro accusato durante il match con la Russia.

Nel primo set le due squadre sono state sempre piuttosto vicine nel punteggio, distaccate di un massimo di due punti fino al 22-20 per la Germania. Le tedesche sono andate in vantaggio al primo time-out tecnico (8-6), ma al secondo era avanti l'Italia (16-14). Nel finale le teutoniche sono riuscite a portarei sul +3 (23-20), poi hanno trovato tre set-point (24-21) uno solo annullato da Diouf. Le ragazze di Guidetti hanno così vinto il parziale per 25-22.

Nel secondo set avvio shock per l'Italia non tanto per il punteggio (perché le azzurre si sono portate sul 5-1) quando per il fatto che ai primissimi scambi la palleggiatrice Francesca Ferretti è uscita dal campo in lacrime per un guaio al ginocchio. La Germania ha prontamente recuperato lo svantaggio e ha pareggiato proprio a ridosso del time-out tecnico (7-7) al quale con Del Core l'Italia è arrivata in vantaggio di un solo punto. La parità è proseguita fino al secondo time-out tecnico (16-15 per la Germania) dopo il quale le tedesche hanno trovato l'allungo portandosi sul +4 (22-18). L'Italia ha recuperato due punti, ma alla fine le Germania ha trovato il punto che è valso tre set-point e poi ha murato un attacco di Francesca Piccinini per il 25-21 finale.

Nel terzo set ancora equilibrio nel complesso fino al secondo time-out tecnico, anche se è sempre stata l'Italia avanti (8-7 alla prima pausa obbligatoria e 16-14 alla seconda). Poi le azzurre hanno trovato una svolta trascinate da Chirichella e Diouf oltre che dalla solita Del Core e sono arrivate ad avere sei set point e, a differenza delle partite precedenti (e questo è un ottimo segnale) non se ne sono fatte annullare neanche uno chiudendo sul 25-18.

Nel quarto set l'equilibrio è durato solo fino al primo time-out tecnico, poi l'Italia ha preso il volo e al secondo ci è arrivata sul 16-9 e poi ha allungato ancora trovando addirittura undici set-point (24-13). La Germania, ormai completamente nel palline, ne ha annullato solo uno, poi un attacco out delle tedesche ha decretato la chiusura del set sul 25-14 per l'Italia.

Al tie-break l'Italia ha potato completare la sua rimonta, si è portata avanti +2 dal 7-5 in poi e ha mantenuto il vantaggio portandosi a tratti anche sul +3, infine ha chiuso sul 15-12.

Nel frattempo la Russia ha battuto la Turchia, la squadra di Barbolini che domani (alle 15:40, diretta tv su RaiSport 2) affronterà le azzurre in una partita che Piccinini e compagne devono assolutamente vincere per poter continuare a sperare di andare in Final Six.

Italia batte Germania 3-2 in rimonta al WGP 2014

Ecco il tabellino del match:
Italia-Germania 3-2 (22-25, 21-25, 25-18, 25-14, 15-12)

Italia: Ferretti, Del Core 19, Chirichella 17, Centoni 6, Piccinini 14, Bonifacio 5. Libero: De Gennaro. C.Bosetti, Diouf 19, Signorile 2, Fiorin. N.e: Merlo, Malinov e Arrighetti. All. Bonitta

Germania: Brinker 18, Furst 15, Beier 7, Pettke 10, Kozuch 9, Apitz. Libero: Thomsen. Weiss, Lippman 3, Silge, Geerties, Durr, Weilhenmaier. N.e: Karg. All.Guidetti

Arbitri: Chung (Hkg) e Sung (Kor)
Durata set: 28’, 28’, 27’, 25’, 19’
Italia: 6 a, 10 bs, 14 m, 32 e
Germania: 4 a, 12 bs, 6 m, 26 e

E queste le dichiarazioni del ct Marco Bonitta e dell'opposto Valentina Diouf che con i suoi 19 punti è stata decisiva:

Marco Bonitta:

"Oggi abbiamo compiuto una grande rimonta, dopo che non siamo stati brillanti in avvio e per di più si è aggiunto l’infortunio di Ferretti. Dopo i primi set c’è stata una reazione e la squadra ha iniziato a giocare piuttosto bene, con tanta voglia di vincere e direi che siamo stati premiati. Domani per continuare a inseguire la qualificazione dovremo fare tre punti e poi si vedrà"

Valentina Diouf:

“Oggi la squadra ha messo davvero in campo una grande reazione. Sotto due a zero non era facile trovare la forza per riaprire la partita, ma noi ce l’abbiamo fatta. Domani contro la Turchia sarà un’altra partita difficile e allo stesso tempo importantissima, però io credo ancora nella qualificazione alla Final Six”

Foto © FIVB

  • shares
  • Mail