Tania Cagnotto campionessa d'Europa dal trampolino da un metro a Berlino 2014

Maria Marconi ha chiuso al quarto posto.

Tania Cagnotto colpisce ancora e si laurea campionessa d'Europa a Berlino 2014 nel trampolino da un metro con una gara condotta sempre in testa ma con un finale accesissimo per colpa di un tuffo sbagliato, il quarto. Purtroppo Maria Marconi ancora una volta resta giù dal podio nonostante una grandissima gara. Per la bolzanina è la medaglia europea numero 20, lotta con il tedesco Patrick Hausding che ha lo stesso numero di medaglie, ma è più giovane di quattro anni e si tuffa praticamente per tutte le specialità. Tania comunque è la donna più medagliata nella storia degli Europei.

Ecco le dichiarazioni della campionessa dopo la vittoria ai microfoni di Raisport:

"Mi sono inginocchiata sul penultimo tuffo e proprio non me l'aspettavo, non riesco mai a far stare tranquilli quelli che mi seguono e anche me stessa. Sapevo che la russa doveva fare l'avvitamento che portava di più, però io ho lasciato per ultimo il tuffo che faccio meglio, anche se non l'ho fatto benissimo. Comunque per una volta ho vinto io per poco. Per Maria Marconi sono rimasta malissimo quando non l'ho più vista seconda dopo che per tutta la gara stava proprio lì dietro di me"

Sia Tania sia Maria hanno cominciato la finale con un salto mortale e mezzo ritornato e si son piazzate al primo e al secondo posto (Marconi a pari merito con Tina Punzel). Dopo la seconda serie ancora lo stesso salto per le due azzurre, un salto mortale in avanti, carpiato, con due rotazioni e mezza con il quale hanno rafforzato le loro posizioni e Maria si è anche avvantaggiata di qualche punto sulla Punzel.
L'uno e mezzo indietro carpiato è stato il terzo salto di entrambe le italiane che ha consentito loro di consolidare ancora le loro rispettive posizioni e si sono anche liberate di Nadezhda Bazhina che ha sbagliato il suo salto e mezzo rovesciato carpiato.

Con la quarta serie la gara delle azzurre si è complicata un po'. Tania ha sbagliato il salto mortale e mezzo rovesciato con un avvitamento e mezzo e il suo vantaggio rispetto alla russa Kristina Ilinykh nel frattempo salita al secondo posto è diminuito.

La quinta e ultima serie, al cardiopalma, ha spento i sogni di medaglia di Maria Maroni che ha saltato bene il suo salto e mezzo rovesciato con un avvitamento e mezzo, ma è stata superata da Tina Punzel. Tania, invece, ha ottenuto tre nove per il suo uno e mezzo rovesciato carpiato e ha chiuso davanti a tutte.

Ecco la serie dei tuffi delle due azzurre con i rispettivi punteggi:

Tania Cagnotto:
- uno e mezzo ritornato: 61.20
- due e mezzo in avanti carpiato: 62.40
- uno e mezzo indietro carpiato: 55.20
- uno e mezzo rovesciato con un avvitamento e mezzo: 48.10
- uno e mezzo rovesciato carpiato: 62:40

Maria Marconi:
- uno e mezzo ritornato: 57.60
- due e mezzo in avanti carpiato: 61.10
- uno e mezzo indietro carpiato: 50.60
- uno e mezzo rovesciato carpiato: 56.40
- uno e mezzo rovesciato con un avvitamento e mezzo: 59.80

Questa la classifica
Classifica-tuffi-donne-da-un-metro-Cagnotto-oro

Tania Cagnotto ha chiuso stamattina le qualificazioni al primo posto con un totale di 292.90 punti, 12.75 in più della seconda, la russa Nadezhda Bazhina, e 19.85 in più della terza, l'altra russa Kristina Ilinykh.

Prima di oggi Tania aveva già vinto agli Europei l'oro dal trampolino da un metro nel 2009 a Torino, nel 2010 a Budapest, nel 2011 di nuoto nel capoluogo piemontese, nel 2013 a Rostock, in Germania, mentre a Eindhoven nel 2012 ha ottenuto l'argento. Per questa specialità c'è anche da annoverare un bronzo nel 2004 a Madrid, più due bronzi e un oro agli Europei Giovanili.

Sempre in tema di Europei, Tania conta nel suo palmares anche un oro dal trampolino da tre metri nel 2009 a Torino, più un bronzo di nuoto a Torino due anni dopo e un argento a Rostock l'anno scorso. Per quanto riguarda il trampolino sincro, in coppia con Francesca Dallapè, ha vinto l'oro per cinque anni consecutivi dal 2009 al 2013. Altre medaglie europee sono gli ori dalla piattaforma nel 2004 e nel 2008 e l'argento, giovanissima, nel 2002, e il bronzo nella piattaforma sincro nel 2008.

Ai Mondiali Tania ha vinto sette medaglie: nel trampolino da un metro un bronzo nel 2011 a Shanghai e un argento a Barcellona 2013, nel trampolino da tre metri bronzo nel 2005 a Montréal, a Melbourne nel 2007 e a Roma nel 2009, mentre nel trampolino sincro sempre con Francesca Dallapè ha vinto due argenti, il primo a Roma nel 2009 e il secondo l'anno scorso a Barcellona.

A completare la ricchissima bacheca di Tania Cagnotto ci sono, a livello giovanile, dodici medaglie agli Europei, incluse le tre già citate nel trampolino da un metro, nove medaglie ai Mondiali.

Insomma l'unica medaglia che manca a Tania è quella olimpica e dopo i dispiaceri di Londra 2012, dove arrivò quarta sia nel trampolino da tre metri sia nel trampolino sincro, ci riproverà per l'ultima volta a Rio 2016, quando avrà già compiuto 31 anni.

Tania Cagnotto

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail