Doccia ghiacciata contro la SLA: giocatori di basket, ci sono LeBron e la Nazionale #IceBucketChallenge

La moda del momento è l’Ice Bucket Challenge: si tratta di versarsi (o farsi versare) un secchio di acqua ghiacciata in testa e farsi riprendere con un cellulare o una telecamera, successivamente nominando tre o quattro amici o parenti, che dovranno effettuare la prova. Il tutto con uno scopo benefico: infatti, serve per promuovere la raccolta fondi contro la SLA (sclerosi laterale amiotrofica) ed ha avuto successo, visto che sono già stati raccolti oltre 31 milioni di dollari, aumentando decisamente i versamenti dell’anno scorso.

Vip e personaggi famosi di ogni categoria stanno partecipando a questa moda: attori, cantanti, piloti, politici e molti altri ancora. Anche i giocatori di basket si stanno divertendo, spesso nominandosi a vicenda: partendo dagli Stati Uniti, con tutte le stelle NBA che si sono sottoposti all’Ice Bucket Challenge. Da LeBron James (che ha nominato addirittura il presidente statunitense Barack Obama) a Kobe Bryant, da Kevin Durant a Carmelo Anthony, fino ad arrivare a Team USA ed al commissioner della lega più importante del mondo Adam Silver.

Non solo America, però, visto che anche in Italia sta prendendo piede questa moda e la sfida è stata raccolta dalla nostra Nazionale e, in particolare dai fratelli Alessandro e Stefano Gentile, ma anche il padre Nando si è lanciato il secchio di acqua ghiacciata. Aspettando l’Ice Bucket Challenge del ct Simone Pianigiani, nominato nelle ore scorse dal capitano di Milano. E i club? Il lavoro deve ancora iniziare per la maggior parte delle squadre, ma non mancano i video di allenatori e dirigenti: come quelli di Banchi e Portaluppi dall’Olimpia.

Alessandro Gentile e l'Ice Bucket Challenge

Stefano Gentile e l'Ice Bucket Challenge

Nando Gentile e l'Ice Bucket Challenge

Luca Banchi e l'Ice Bucket Challenge

  • shares
  • Mail