Noemi Batki medaglia d'argento agli Europei di Berlino 2014 nei tuffi dalla piattaforma

Per Noemi è la quinta medaglia europea.

Dopo l'oro di Tania Cagnotto dal trampolino da un metro arriva un'altra bellissima medaglia per l'Italia dei tuffi e questa volta lo porta Noemi Batki dalla piattaforma. La tuffatrice ungherese naturalizzata italiana, dove vive da quando aveva tre anni, è arrivata seconda nella gara di oggi grazie a una finale strepitosa almeno fino al quinto tuffo. La mattina aveva chiuso le eliminatorie al nono posto, ma poi nel pomeriggio è tornata in piscina concentratissima e piano piano, tuffo dopo tuffo, ha fatto fuori tutte le altre pretendenti alle medaglie e si è ritrovata a lottare per l'oro fino all'ultimo tuffo, il più semplice, che non ha eseguito con la precisione degli altri. L'oro è andato alla britannica Sarah Barrow che ha ottenuto in totale 363.70. Terza è arrivata l'ucraina Iuliia Prokopchuk con 341.35 punti.

In finale Noemi ha raccolto 72 punti con il primo salto un triplo e mezzo carpiato, poi altri 70.40 punti con il doppio e mezzo indietro carpiato con un avvitamento e mezzo, stesso punteggio per il terzo salto, un doppio salto all'indietro partendo dalla verticale in posizione libera, 72 punti per il triplo e mezzo raggruppato e per chiudere un triplo e mezzo rovesciato raggruppato che le è valso 61.60 punti perché lo ha sporcato un po' nel finale. In totale dunque l'azzurra ha ottenuto 346.40 punti, ossia più punti di quelli con cui nel 2011 vinse l'oro.

Noemi Batki, classe 1987, conta nel suo palmares altre quattro medaglie europee tutte dalla piattaforma da dieci metri: l'oro a Torino 20111, gli argenti di Budapest 2010 ed Eindhoven 2012, più il bronzo nel sincro con Tania Cagnotto.
In passato ha gareggiato anche in sincro dal trampolino da tre metri con Francesca Dallapè vincendo un oro in Coppa Europa e con lei ha preso parte alle Olimpiadi di Pechino arrivando sesta.

Ecco che cosa ha dichiarato Noemi Batki ai microfoni di RaiSport subito dopo la gara e la premiazione, con il suo bell'argento al collo:

"Era da un po' che ero assente da podio, era ora, se non arrivava adesso non arrivava più. Lo volevo tantissimo, era la cosa che volevo di più al mondo tornare a gareggiare a questi livelli, ho lavorato moltissimo, era mia questa medaglia, dovevo soltanto andare a prenderla. L'ultimo tuffo potevo farlo un po' meglio, ma comunque non sarei arrivata prima, ho fatto una gara regolare pensando solo alla mia gara. Ora sto programmando un periodo di allenamenti all'estero, ma ancora non è sicuro, spero che con il risultato di oggi sarò supportata in questo progetto. Questa medaglia la dedico a me stessa, può sembrare egoistico, ma ho lavorato tantissimo e ho dimostrato a me stessa che ancora ce la posso fare a competere a questi livelli"

Noemi Batki argento tuffi dalla piattaforma Berlino 2014

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail