Us Open 2014: Federer "Sono fiducioso ma il favorito è Djokovic"

Tradizionale girandola di conferenze stampa nei giorni che precedono l'inizio dello Us Open 2014. Non si è sottratto agli obblighi giornalistici, Roger Federer, che arriva a Flushing Meadows reduce da due ottimi risultati, la finale a Toronto e la vittoria a Cincinnati.

Us Open 2014: il tabellone maschile

Complice l'assenza di Nadal, Roger è la testa di serie n°2 del seeding newyorchese. Il tabellone non è di quelli proibitivi: Matosevic; Groth/Ramos; Karlovic; Fognini; Dimitrov; Berdych/Ferrer, questo il cammino pronosticabile che attende l'elvetico prima della possibile finale con Djokovic. Nonostante le deludenti eliminazioni nei due Masters americani, Federer considera proprio il serbo, il favorito d'obbligo dell'ultimo Slam stagionale

Nole negli ultimi 3-4 anni ha espresso il suo miglior tennis durante la stagione proprio negli US Open, e non fanno testo gli ultimi due tornei dove ha giocato male. Guardate piuttosto a cosa ha fatto questa stagione. E' lui il mio favorito per il torneo. Sono ancora convinto poi che a vincere gli US Open sarà uno della top ten

Dal canto suo, Federer non nasconde la propria ambizione di ben figurare alla kermesse newyorchese. Un anno fa, venne eliminato agli ottavi da Tommy Robredo, in una delle peggiori sconfitte in carriera. Un risultato, quello del 2013, che si può solo migliorare. La vittoria manca dal 2008. La finale, dall'anno seguente, quando a trionfare su JM Del Potro. Il buon sorteggio e l'ottimo momento di forma lasciano presagire un buon risultato. Roger ci va cauto ma ammette

Sto giocando un gran tennis in questo periodo. Le mie possibilità di vittoria aumentano, insieme alle sensazioni positive. Vengo a New York con grande fiducia. E' tutto diverso rispetto a un anno fa. Gioco come voglio. Il mio obiettivo è mantenere questo livello. Spero di riuscirci

Fonte dichiarazioni: Tennisworlditalia

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail