Basket, Mondiali Spagna 2014: Girone A, le 'furie rosse' e non solo

Olympics Day 16 - Basketball

La Spagna padrona di casa è sicuramente, assieme a Team USA, la squadra più attesa dei Mondiali 2014: sia per i risultati degli ultimi anni che per l’indubbio vantaggio di giocare davanti al pubblico amico, anche se la grande pressione potrebbe portare dei problemi. Il Gruppo A della rassegna iridata, in programma a Granada, vedrà infatti protagoniste le favoritissime ’furie rosse’, che partono con l’unico obiettivo di vincere il raggruppamento e non potrebbe essere altrimenti, visto che possono contare sulla squadra al completo.

Leggi anche: Mondiali 2014, il calendario completo

Dai fratelli Gasol a Ricky Rubio, dal naturalizzato Serge Ibaka ai grandi ‘vecchi’ Navarro e Reyes, passando per Rodriguez, Calderon e Fernandez: quasi un “dream team”, in salsa europea, e potrà dare anche dei problemi alla formazione americana. Alle loro spalle, dovrebbero esserci Francia e Serbia. I campioni d’Europa sono privi di Tony Parker, che ha deciso per un’estate di riposo per poi tornare con i ‘Bleus’ verso le Olimpiadi 2016: un’assenza pesantissima, anche se la formazione di Collet resta competitiva, con giocatori importanti come Diaw, Batum e Gelabale.

Gli ex slavi hanno dato le chiavi della squadra a Djordjevic ed il ct ha subito messo le cose in chiaro, escludendo Micov per un lancio di asciugamano. Teodosic, Krtsic, Bjelica e Bogdanovic hanno grande talento, il problema è la continuità e questo sarà il dubbio anche per la rassegna iridata. Il Brasile, con tanti grandi ‘vecchi’ al probabile passo d’addio (come Machado e Giovannoni), è un gradino più sotto, mentre Egitto ed Iran dovranno recitare il ruolo di cenerentola del girone di ferro del Mondiale, senza grandi speranze di lottare per la qualificazione.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail