Basket, Mondiali Spagna 2014: Girone B, Grecia e Croazia su tutte

BASKET-EURO-2013-ESP-CRO

Proseguiamo la nostra presentazione dei gironi dei Mondiali 2014 ed oggi parliamo del Gruppo B: rispetto al raggruppamento di cui ci siamo occupati ieri, questo non ha una favorita d’obbligo, anzi appare piuttosto incerto. In pole position mettiamo Croazia e Grecia: la squadra di Repesa è reduce da un ottimo Europeo, concluso al quarto posto, dopo anni davvero di magra. I biancorossi hanno molto talento, da Tomic a Bogdanovic, da Saric a Zoric, ed un allenatore capace di indirizzarlo al meglio, senza quegli alti e bassi che in passato erano presenti in questa nazionale.

Leggi anche: Mondiali 2014, il calendario completo

Gli ellenici vogliono riscattare il disastroso Europeo 2013, quando furono eliminati nella seconda fase: non ci sono la classe e la leadership di Spanoulis e Diamantidis, ma la squadra ha comunque talento, fisico e grande esperienza, tanto da renderla pericolosa per ogni possibile rivale. Il virtuale terzo gradino di questo girone è riservato all’Argentina, anche se sono tantissimi gli interrogativi sull’albiceleste. Gli Spurs hanno impedito il viaggio iberico a Ginobili, così come mancano altri giocatori della generazione d’oro: basterà il trio Nocioni-Prigioni-Scola? Non è scontato.

Alle spalle di queste tre squadre storiche del basket mondiale, troviamo nazionali emergenti: su tutte c’è una Porto Rico con la coppia Arrojo-Barea, capace di garantire talento ed imprevedibilità ad una squadra forse poco considerata, ma da non sottovalutare. Se il Mondiale lo giocassero i tifosi, le Filippine salirebbero sul podio: in pochi paesi c’è una febbre del basket come a Manila, ma sul campo c’è Andrew Blatche e non molto altro. Chiude la rassegna il Senegal, con tanti giocatori provenienti da college USA, ma senza esperienza. Una sorpresa se fanno meglio del sesto posto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail