Italia ad Eurobasket 2015: Petrucci "Possiamo arrivare in alto e sognare"

petrucciad

Ovviamente, al seguito dell’Italia a Bellinzona c’era anche il presidente federale Gianni Petrucci. Ed il numero uno del basket italiano ha potuto esultare per la qualificazione della nazionale azzurra ad Eurobasket 2015, conquistata con il successo in Svizzera: “Era l’obiettivo di questa stagione e l’abbiamo raggiunto - ha detto a Blogo - Abbiamo fatto belle partite, vinto il girone e Pianigiani ha impiegato tutti i giocatori presenti questa estate, per cui devo dire che il risultato è soddisfacente”.

Il pensiero corre al settembre 2015, quando si svolgerà la rassegna continentale. E’ un appuntamento chiave per la storia recente della nostra pallacanestro, visto che questa generazione di giocatori ci arriva nel pieno della maturazione: “Arriva il passo più difficile. Sperando che tutti siano disponibili, possiamo arrivare molto in alto e sognare”. Anche molto in grande: “Non siamo secondi a nessuno, certo la Francia e la Spagna sono più forti sulla carta, ma all’ultimo Europeo le abbiamo battute quasi tutte, poi eravamo stanchi”.

Una delle chiavi sarà la presenza dei giocatori NBA: “Dobbiamo lavorare ai fianchi con intensità e simpatia di tutti i nostri giocatori NBA e sono certo che alla fine verranno. Il richiamo degli Europei è un ottimo richiamo”. E ci sarebbe anche da recuperare il rapporto con Daniel Hackett, che ieri ha aperto all’azzurro al raduno di Milano, dopo il caos di questa estate. Su questo tema, per ora, Petrucci è lapidario: “Adesso non voglio parlare di questo”. Ma manca ancora un anno ed il tempo per parlarsi e venirsi incontro c’è tutto.

Foto Alessia Doniselli

  • shares
  • Mail