Snowboard - Filiberto Piller Cottrer è il ”best rookie” del Red Bull Kratters Kamp


Si è conclusa ieri a Bardonecchia la seconda edizione del Red Bull Kratters Kamp, l’evento più ambito dai ragazzi che sognano un futuro sulla tavola. Impressionanti i progressi che hanno compiuto i partecipanti in questi tre giorni di camp grazie al supporto dei maestri che li hanno seguiti meticolosamente e ai consigli di Giacomo e Filippo Kratter.

I partecipanti, selezionati in tutta Italia, si sono rivelati delle vere promesse. Hanno dimostrato non solo entusiasmo ma anche una gran voglia di migliorare riconoscendo nell’iniziativa una vera opportunità di crescita. Hanno passato ore nel pipe a provare e riprovare i trick fino allo stremo delle forze. Il tutto è stato filmato per permettere la sera, attraverso delle proiezioni, di scorrere le immagini e commentare l’azione della giornata. Un lavoro di analisi tanto importante quanto la pratica.

In questi giorni i fratelli Kratter hanno più volte esortato i ragazzi dicendo loro:

“Non fossilizzatevi sempre nello stesso spot. In snowboard come in tante altre cose girare il piu' possibile e frequentare posti diversi e' basilare se si vuole crescere. Formate una crew e girate insieme ai vostri amici per aumentare la motivazione e la sana competizione che spinge a dare sempre il meglio. Non siate timidi e non vergognatevi di chiedere consiglio agli snowboarder più esperti, soprattutto se dovete affrontare una pista/fuori pista a voi sconosciuto.

Chi ha saputo mettere a frutto meglio questi consigli durante il Kamp e si è distinto per progressione e riding è stato nominato “best rookie”. Parliamo di Filiberto Piller Cottrer, 15 anni di Sappada, che si è aggiudicato una sponsorizzazione in materiali per performare al meglio in giro per gli spot italiani e una session photo/video per la rivista Snowboard Mag.

  • shares
  • Mail