Us Open 2014: Pennetta eliminata da Serena Williams in due set | Quarti di finale

Us Open 2014. Flavia Pennetta sconfitta in due set da S.Williams nei quarti di finale

Tutto come previsto. Serena Williams batte 6-3; 6-2 Flavia Pennetta e accede per il terzo anno consecutivo alla semifinale dello Us Open, nella quale affronterà la russa Ekaterina Makarova (6-4; 6-2 alla Azarenka)

Avvio promettente per Flavia che gioca due game in risposta magistrale e si porta in vantaggio 3-0 con doppio break. La reazione di Serena non tarda ad arrivare. Non funziona la prima di servizio della Pennetta e la Williams ne approfitta. Altrettanto velocemente l'americana impatta 3-3 e completa la rimonta con altri tre game consecutivi che lasciano Flavia ferma all'allungo iniziale.

Il secondo parziale è simile a quello precedente. L'equilibrio resiste fino al 2-2 quando Serena mette la freccia strappando il servizio a 0 all'avversaria. E' la resa per la Pennetta che non ha chance per tentare la rimonta e, anzi, subisce un altro break nel settimo game che facilita ulteriormente il compito alla Williams. (nel video gli highlights del match)

Una sconfitta onorevole per l'azzurra che le costa, tuttavia, la perdita di quattro posizioni nel ranking a causa della mancata conferma della semifinale raggiunta la scorsa edizione. Da lunedì, Flavia scenderà al 16° posto. Peggio è andata alla Azarenka, finalista nel 2013, che, addirittura uscirà dalla top 20. Per la Williams, invece, c'è una semifinale alquanto alla sua portata nella quale, con tutta probabilità, manterrà immacolato lo score dei set subiti.

Lo Us Open della Pennetta non è ancora terminato. Stasera c'è una semifinale di doppio da disputare in coppia con l'ex numero Martina Hingis contro le specialiste Black e Mirza.

Us Open 2014: Pennetta - Serena Williams | 3 settembre

Archiviata la pesante eliminazione di Sara Errani, sconfitta 6-0; 6-1 da Caroline Wozniacki, stanotte, all'1, tocca a Flavia Pennetta, impegnata nei quarti di finale dello Us Open 2014 contro Serena Williams, bicampionessa in carica della kermesse newyorchese.

Quello odierno è, per Flavia, il terzo quarto di finale nelle ultime tre edizioni del torneo. Una vittoria, contro Roberta Vinci lo scorso anno e una sconfitta (Kerber '11), il bilancio per la brindisina che cercherà di bissare la semifinale del 2013, suo miglior risultato in carriera in uno Slam. Ci vorrà un' autentica impresa. Serena è in ripresa. Ha vinto a Cincinnati e nel torneo casalingo deve salvare la stagione Slam, finora avara di soddisfazioni tanto che il traguardo, finora raggiunto, a Flushing Meadows rappresenta il miglior risultato nei Major, decisamente poco per una tennista abituata a vincere e dominare.

C'è un precedente recentissimo tra le due. Il 14 agosto, negli ottavi del Wta Premier di Cincinnati, Serena ha demolito Flavia con un perentorio 6-2; 6-2 in appena un'ora di gioco. Il bilancio delle altre sfide non è certo incoraggiante per l'azzurra, sempre sconfitta anche se una volta (Roma '12) per ritiro.

Ieri nel match del torneo di doppio perso con la sorella Venus contro Makarova/Vesnina, Serena è ricorsa all'aiuto della fisioterapista per un fastidio alla caviglia destra, poi fasciata. Non dovrebbe essere nulla di grave. Quando si è sfavoriti però ci si appiglia anche alle condizioni non ideali di un'avversaria nettamente più forte. Sperare non costa nulla e i miracoli, a volte, accadono. Flavia deve anche metterci del suo, rimanendo attaccata a ogni punto senza mollare nulla. Se poi Serena non è in giornata, allora...

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail