Us Open 2014: Federer in semifinale con Cilic | Risultati 4 settembre | Video highlights

Us Open 2014. Federer rimonta Monfils e si qualifica alla semifinale. Affronterà Cilic

La cronaca degli ultimi due match di quarti di finale del torneo maschile dello Us Open 2014 | 4 settembre

Federer b. Monfils 4-6; 3-6; 6-4; 7-5; 6-2

Vittoria con brivido per Roger Federer che rimonta due set di svantaggio a Monfils e torna, dopo tre anni, in semifinale a Flushing Meadows.

Partita a senso unico nei primi due set. Nervoso e falloso, Federer è totalmente in balia di Monfils che lo breakka tre volte e incamera un facile 6-4; 6-3 in poco più di un'ora di gioco nella quale l'elvetico ha avuto palle break solo nel lottato primo turno al servizio dell'avversario ad inizio partita.
Finalmente, in avvio di terzo parziale, Roger si desta dal torpore e approfitta di un breve passaggio a vuoto dell'avversario. Sono tre i break nei primi 5 game del set. Due se li aggiudica Federer che dal 3-2 e servizio arriva indenne al 6-4.

La partita sembra definitivamente girata quando Gael perde il servizio anche sull'1-1 della quarta frazione. Il vantaggio di Federer dura pochissimo. Ripreso immediatamente sul 2-2, Roger non riesce a staccare il francese che, avanti 5-4, si procura, in risposta, due match point, magistralmente sventati da Federer con due vincenti. L'occasione persa destabilizza Monfils che, nel game seguente, commette due doppi falli consecutivi e subisce il break che, di fatto, pone fine al match. 7-5 per lo svizzero che, trascinato dal pubblico dall'Arthur Ashe, si invola 4-1 nel quinto e chiude 6-2 allo scoccare delle 3 ore e 20 minuti di gioco.

Us Open 2014: Federer - Monfils | Quarti di finale


Cilic b. Berdych 6-2; 6-4; 7-6

Marin Cilic è il terzo semifinalista dello Us Open. Netta e inaspettata la vittoria in tre set su un Thomas Berdych, decisamente sottotono.

L’inizio di partita è subito favorevole al croato che approfitta del desolante rendimento al servizio del ceco e si issa sul 4-1 con doppio break di vantaggio, passivo che Thomas può solo accompagnare al 6-2. Il secondo set comincia malissimo per Berdych che si fa subito breakkare nel primo game. Unico “merito” l’aver sventato altre due occasioni per il break, le quali avrebbero potuto rendere più largo il punteggio a favore di Cilic che, tuttavia, non ha alcuna difficoltà a chiudere 6-4 in poco più di un’ora di gioco.

Che non è giornata per Berdych lo si evince ulteriormente nella terza frazione. Complice il prevedibile calo di Cilic, il ceco si stacca in avvio ma la fuga si interrompe sul 4-2 con il break che segue una discussione con la giudice di sedia Henzell per una chiamata su un doppio rimbalzo poi rivelatisi azzeccata. Dal 4-4 segue una fase di equilibrio che precede il tie break vinto dall’allievo di Ivanisevic 7-5 con due punti di fila, al servizio, dal 5-5. Seconda semifinale Slam in carriera per Cilic. Per Berdych, invece, un’altra prestazione da dimenticare in fretta, non l’unica in un’estate da dimenticare.

Us Open 2014: quarti maschili | 4 settembre

Si disputano oggi, tra la sera e la nottata, gli ultimi due quarti di finale del torneo maschile dello Us Open 2014, match che, tra l'altro, costituiscono gli unici due incontri di singolare in programma. Rimangono, quindi, da assegnare gli ultimi due posti in semifinale. Gli altri, nella parte alta del tabellone, sono già occupati da Djokovic e Nishikori, vincitori, ieri, su Murray e Wawrinka.

Oggi si comincia alle 20 circa, con Berdych e Cilic, una sfida che si prospetta equilibrata, come testimonia anche lo score dei precedenti che vede il ceco in vantaggio 5-3. L'ultimo confronto se l'è aggiudicato, tuttavia, Marin Cilic, appena due mesi, nel terzo turno di Wimbledon. Qualificandosi, Berdych può bissare il miglior risultato raggiunto in carriera a Flushing Meadows, la semifinale di due anni fa persa dal futuro campione Murray, risultato che basterebbe a riscattare un'estate, fin qui, avara di soddisfazione. Per Cilic, quello odierno, è il secondo quarto di finale Slam consecutivo e rispetto a Wimbledon quando a batterlo, in rimonta, fu Djokovic, oggi l'allievo di Ivanisevic ha maggiori chance di successo.

Ancora una partita in notturna per Federer. Del resto, Roger ci tiene alle tradizioni. Di sera, a New York, ha perso solo una volta, nel 2012, ai quarti contro Berdych. Le altre sono state solo vittorie. Attenzione però a Monfils, il primo vero test per l'elvetico, finora davvero poco impegnato. Il francese, si sa, è capace di tutto, di giocate meravigliose e di momenti di buio totale. A Federer il compito di arginarne l'esuberanza come accaduto, tre settimane fa, a Cincinnati nell'ultimo confronto tra i due, vinto dall'elvetico in tre set.

Federer e Monfils scenderanno in campo non prima delle 2 ora italiana, dopo l'inutile esibizione tra vecchie Blake/McEnroe - Courier/Wilander. Una scelta discutibile quella degli organizzatori, dettata dai broadcast televisivi americani ma, forse, poco attenta alle esigenze del pubblico europeo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail