Baseball MLB: l'ultima di Derek Jeter allo Yankee Stadium diventa una favola

Il sogno di qualunque sportivo è salutare il proprio pubblico con un trofeo in mano. Non è quello che è capitato a Derek Jeter, nella sua partita di addio alla Yankee Stadium, ma il finale è comunque di quelli da favola, quasi come fosse studiato a tavolino o alla regia di un set cinematografico. I suoi New York Yankees sono già fuori da tempo dai playoff, ma lo stadio era colmo e pieno di tifosi tra adorazione e commozione, per salutare per l’ultima volta sul diamante il grande idolo, il simbolo dei Bronx Bombers degli ultimi 20 anni.

Dopo aver segnato il punto del 2-2, mandando in visibilio il pubblico, la squadra della Grande Mela stava per vincere tranquillamente, avanti 5-2, ma all’ultimo attacco Baltimore sembra rovinare la festa e pareggia a quota cinque. Nessuno poteva sospettare fosse il preludio ad un finale incredibile, con gli Yankees in battuta nella parte bassa del nono inning: Richardson realizza una valida e va in seconda, poi tocca a lui, chiamato in battuta non dallo speaker, ma dalla registrazione di Bob Sheppard, speaker della squadra per 56 anni e mancato nel 2010.

Now batting for the Yankees, number 2, Derek Jeter, number 2”, è l’annuncio e Jeter si presenta al piatto: batte e mette a segno una valida, che manda a casa base Richardson, chiude la partita e firma il punto della vittoria per New York. Un evento non così consueto nel baseball, denominato “walk off”, e solamente cinque volte gli era riuscito in carriera. La sesta è stata quella per chiudere da leggenda, come sempre sarà ricordato dai tifosi degli Yankees e dagli appassionati di baseball in generale.

Baltimore Orioles v New York Yankees

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail