Atp Pechino 2014: Djokovic demolisce Berdych in finale

Meravigliosa vittoria in finale all'Atp di Pechino per Novak Djokovic. Il serbo ha sconfitto Thomas Berdych 6-0; 6-2 in poco più di un'ora di gioco.

Djokovic ingiocabile già nel primo set. Berdych fa quel può ma l’incedere del serbo è incalzante. Pronti, via e rapido 4-0 con due break di vantaggio. Nel quinto game, il ceco si porta sul 40-15 ma non riesce a chiudere. Rimontato e breakkato di nuovo, il bagel diventa inevitabile. Il dominio di Nole prosegue anche in avvio di secondo parziale. Berdych si ritrova in un attimo sotto 0-40 e perde il servizio per la quarta volta con un doppio fallo frustrante. L’assolo del serbo prosegue. Thomas vorrebbe gettare la spugna ma non può. La permanenza in campo del numero sei del mondo si trasforma in uno stillicidio. Non gioca male il tennista di Prostejov ma i game consecutivi di Djokovic diventano prima 9 eppoi 11.

Con orgoglio, Berdych attenua il punteggio umiliante con un break nel quinto gioco ma è troppo tardi. Novak taglia il traguardo senza concedere altro. E' la 24 vittoria su 24 partite disputate al China Open. Il quinto titolo in altrettante partecipazioni. A Shanghai sarà lui l'uomo da battere.

Atp Pechino 2014: le semifinali | 4 ottobre

La cronaca delle semifinali dell'Atp 500 di Pechino.

Djokovic non lascia scampo a Murray e conquista la quinta finale su cinque partecipazioni al China Open. Il serbo si è imposto 6-3; 6-4. Primo set equilibrato fino al 4-3 quando Murray subisce il break, ai vantaggi che gli costa il parziale. Nole sfrutta l'inerzia favorevole e si porta sul 3-1 nella seconda frazione prima di un breve passaggio a vuoto che riporta lo scozzese in partita. La parità dura comunque pochissimo. Score di 13 punti a 1 dal 4-3 in suo sfavore, tre game consecutivi e meritata vittoria per Nole. Si ferma a sette la striscia vincente di Murray avviata a Shenzhen. La qualificazione alle Finals di Londra è ancora in bilico.

Dura solo un set la resistenza di Klizan con Berdych. Non riesce, stavolta, l'impresa allo slovacco sconfitto 6-4; 6-1 dal numero 6 del mondo. C'è stata partita solo nel primo set. Klizan resiste fino al 5-4 quando, nel lottato decimo game, subisce, ai vantaggi, il break che indirizza il match dalla parte del ceco. Nella seconda frazione, l'equilibrio dura pochissimo. Dall'1-1 è un assolo di Berdych che assesta cinque giochi consecutivi e conquista la quarta finale stagionale, la terza in un Atp 500 dopo quelle di Rotterdam e Dubai. Eliminazione senza rimpianti per Klizan che può consolarsi con un ottimo risultato, una vittoria indimenticabile su Nadal e punti preziosi per la risalita nel ranking Atp.

Atp Pechino 2014: programma semifinali | 4 ottobre

E' sabato ed è il giorno delle semifinali all'Atp di Pechino. Se la prima sfida in programma all'alba tra Djokovic e Murray era prevista e prevedibile già al momento del sorteggio del tabellone, l'altro accoppiamento Berdych-Klizan è decisamente inaspettato. Ma andiamo con ordine.

Si inizia alle 6.30. Andy Murray, reduce da sette successi di fila tra Shenzhen e Pechino, tenterà di battere Djokovic sul campo che lo ha sempre visto vincitore in cinque partecipazioni al China Open. E' il primo vero test per Nole a Pechino. Ci si aspettava di più, ieri, da Dimitrov ma il bulgaro è durato solo un set. Molto bene, fin qui, Murray che ha avuto un cammino decisamente più insidioso rispetto al rivale. Janowicz e, soprattutto, Cilic non sono avversari malleabili sul cemento. Il croato, peraltro, era imbattuto dallo Us Open. Andy lo ha sconfitto senza troppo fatica, un buon viatico per la semifinale odierna che porta a 22 il numero dei precedenti con l'amico Djokovic.

Due le sfide disputate in questa stagione tra Murray e Nole. Entrambe se le è aggiudicate il serbo, l'ultima un mese fa nei quarti di finale dello Us Open. Il pronostico è dalla sua parte anche se una vittoria dello scozzese non è certo imprevedibile.

Alle 13.30 il derby ceco-slovacco tra Berdych e Klizan. Dalle qualificazioni all'eliminazione di Nadal. Che settimana per Klizan alla sua prima semifinale in un Atp 500 contro un Berdych in ripresa. Soprattutto ieri contro Isner, a tratti, si sono rivisti sprazzi di bel tennis da parte del ceco che, di certo, non si sarà dispiaciuto dell'assenza, in semifinale, di Rafa con il quale ha perso per 17 volte di fila. Klizan ha dalla sua l'entusiasmo e la fiducia derivanti da una prestazione quasi irripetibile. Nonostante questo considero la qualificazione in finale alla portata di Berdych.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail