Basket | Supercoppa Italiana 2014: Milano ko, la prima festa è di Sassari

sassarialzasupercoppaad

La prima festa della stagione è di Sassari. Il Banco di Sardegna si impone per 96-88 su Milano e conquista la Supercoppa Italiana, secondo trofeo della sua storia. La squadra di Sacchetti parte fortissimo e raggiunge anche il +21, l’EA7 ritorna sotto, ma non completa mai la rimonta ed arriva al massimo in un’occasione a -1, in un match caratterizzato anche da ben 4 falli tecnici e 2 antisportivi (di cui cinque fischiati contro i campioni d’Italia). Dyson, Sosa ed i rimbalzi in attacco sono decisivi, non bastano agli ospiti i 26 punti di Brooks.

La formazione di casa gioca un primo quarto praticamente perfetto: va in contropiede, domina a rimbalzo in attacco e costringe l’EA7 a 7 palle perse. Così si spiega il 29-14 sul tabellone al primo intervallo, per un break che prosegue anche in avvio di secondo periodo, quando la Dinamo approfitta al meglio di un antisportivo a Kleiza ed un tecnico a Banchi, raggiungendo addirittura il +21 (35-14 al 12’). E’ MarShon Brooks a cambiare la partita: almeno tre giocate di grande classe, Kleiza e Gentile colpiscono dall’arco e Milano rientra con un 19-1 in 4’ (33-36).

Due schiacciate di Lawal e Jeff Brooks rimettono in partita i padroni di casa, che sfruttano un nuovo antisportivo, stavolta contro Hackett, per andare a +10 all’intervallo lungo, con Sosa e Logan. Doppio tecnico a Gentile e Samuels, ma Milano è sempre lì, con otto punti di Ragland (55-58 al 24’), anche se Brooks manca la tripla del pareggio. E’ un continuo tira e molla, con Sassari sempre avanti tra 3 ed 8 punti: il n° 2 dell’EA7 segna dall’arco il -1 in avvio di ripresa, ma la Dinamo risponde con un 9-0 con Dyson e torna in doppia cifra di vantaggio. E’ il break decisivo e Sassari festeggia.

Foto Alessia Doniselli

  • shares
  • Mail