NBA Global Games: clamoroso a Berlino, cadono i San Antonio Spurs

E’ solo precampionato, tra l’altro la prima partita, ma quando una squadra NBA cade in Europa fa sempre effetto, ancor di più se sono i campioni in carica dei San Antonio Spurs. I texani vengono sconfitti per 94-93 dall’Alba Berlino, non esattamente una big del Vecchio Continente, con il clamoroso canestro in corsa sulla sirena di Jamel McLean per il sorpasso finale. Una vittoria meritata per la formazione tedesca, capace di rimontare un iniziale +16 ospite, per poi rispondere ad ogni allungo della squadra di Popovich, a cui non bastano i 28 punti di Tony Parker.

I campioni NBA sono all’inizio della preparazione ed hanno fatto questa sera il debutto, dopo aver trascorso tre giorni nella città tedesca con tanti eventi e poca concentrazione sul basket, ma certamente coach Pop non mancherà di sottolineare il passo falso, dovuto soprattutto a tantissima disattenzione difensiva e ad un errore banalissimo a 5” dalla sirena finale, quando hanno buttato al vento la rimessa sul +1. E, sul recupero, la squadra di casa ha trovato il miracoloso canestro per ottenere un successo che resterà per sempre nella storia del club.

Gli Spurs hanno avuto, come detto, un grande Parker: non solo per i già citati 28 punti, ma per essere sempre presente nei momenti positivi dei texani, compresi i sette punti nel finale, che parevano dare il successo ai suoi. Consueta doppia doppia per Tim Duncan (14 punti e 10 rimbalzi), inizio positivo di Kawhi Leonard, mentre ha vissuto una serata con mani freddissime il nostro Marco Belinelli. L’azzurro ha giocato oltre 27 minuti, ben figurando a rimbalzo e con gli assist, ma tirando con un inconsueto 1/9 dal campo per lui. C’è tutto il tempo per rifarsi.

BASKET-GER-NBA-ALBA-BERLIN-SAN-ANTONIO-SPURS

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail