Basket | Presentata la Serie A: tutti contro Milano, novità inno nazionale

presentazioneserieaad

Tutti contro Milano. Questo è stato il tema della presentazione della Serie A 2014/15, che si è tenuta questa mattina nel capoluogo lombardo ed alla quale sono intervenuti dirigenti, allenatori e giocatori delle squadre della massima serie. A fare gli onori di casa è stato Fernando Marino, presidente di Lega: “Siamo uno sport in crescita, come si vede dai numeri dell’ultima stagione - ha detto - Il clou del nostro lavoro sarà quello di dare massima visibilità e dignità al movimento”. Anche se manca ancora il pacchetto tv Silver, anche se le voci di corridoio lo danno alla Rai (come il Gold).

Il tema degli italiani è il solito tasto toccato dal presidente federale Gianni Petrucci, che ha anche annunciato una novità: “Ad ogni partita, sarà suonato l’inno nazionale. Un po’ come avviene negli Stati Uniti”. L’intento è quello di dare un nuovo spirito azzurro al campionato, che possa poi essere da traino per la Nazionale agli Europei: “Saranno importanti, perché qualificano alle Olimpiadi. I giocatori NBA si sono impegnati a venire - ha concluso il n° 1 del nostro basket - Il campionato dovrà preparare al meglio i nostri giocatori per la rassegna continentale”.

Ovviamente si è parlato anche di campo e delle nuove squadre, con un flashback con la consegna della coppa dello scudetto 2014 a Milano: “Rappresenta il termine di un percorso ideale per il nostro proprietario Armani e per il dottor Proli - ha detto il presidente Flavio Portaluppi - per aver centrato l’obiettivo di riportare un trofeo a Milano. Ma ora si riapre la corsa”. E la sfida viene raccolta da molti, anche se 15 allenatori su 16 (Dalmonte si è astenuto) hanno dato proprio l’EA7 come super favorita e vincitrice finale del titolo.

Su tutte c’è sicuramente Sassari, che ha battuto i campioni d’Italia in Supercoppa: “Daremo spettacolo - le parole di Manuel Vanuzzo - ma con più difesa delle ultime annate”. Anche Reggio Emilia e Cantù vogliono dire la loro, mentre Venezia e Caserta si candidano al ruolo di outsider. Tante novità tra i giocatori, ma anche una tra gli allenatori: Gianmarco Pozzecco a Varese. “Dovrò vincere l’emozione - ha spiegato - sarà enorme”. Capo d’Orlando e Trento sono le neo promosse, mentre esordirà l’instant replay in tutte le gare. Servirà (speriamo) per togliere un po’ di polemiche.

Foto Alessia Doniselli

  • shares
  • Mail