Tennis, ciclone scommesse: Bracciali e altri azzurri tra le carte di Cremona

La Procura di Cremona continua ad indagare sul fenomeno del calcioscommesse, per il quale ha richiesto i primi arresti nel giugno del 2011. Da allora è successo un po’ di tutto, anche se di colpevoli fin qui ne abbiamo visti davvero pochi. Secondo quanto trapela dalla procura lombarda, un nuovo ciclone dovrebbe abbattersi presto sul calcio italiano, con tante nuove partite finite nel mirino degli inquirenti, ma la novità di oggi è che tra le conversazioni intercettate via Sms, ma anche le chat individuate sui computer principalmente avvenute tramite il software Skype, ci sarebbero anche presunte combine di match del tennis azzurro.

Il regista sarebbe Roberto Goretti, ex calciatore di Napoli, Bologna, Bari, Como, Arezzo e Perugia, di cui attualmente è il direttore sportivo. Goretti, oltre a fornire informazioni e partite di calcio sulle quali scommettere - scrive la ‘Gazzetta dello Sport’ - ha interessi anche nel tennis, avendo giocato ad Arezzo, dove si allenano diversi tennisti, tra cui Potito Starace e Daniele Bracciali. Nelle città vicine si preparano altri tennisti e quanto pare Goretti coinvolgerebbe subito Manlio Bruni, uno dei commercialisti di Giuseppe Signori. “Il calcio è rischioso, il tennis regala soldi a tutti”, le parole dell’attuale ds del Perugia, che si sarebbe così prodigato per ottenere l’alterazione dei match, offrendo soldi anche per singoli game. Si parla di compensi dai 20mila ai 60mila euro. “Se vinci il primo, poi nel secondo devi giocare almeno tre game”, dice Bruni a Braccio78, il nickname di Bracciali su Skype. Conversazione che non lascerebbe adito a dubbi.

Potito Starace of Italy (L) talks with t

Nelle carte di Cremona, Bracciali viene tirato in ballo diverse volte: secondo gli inquirenti, a volte avrebbe accettato, a volte declinato le proposte. Durante le chat nomina con Goretti e Bruni anche altri colleghi: Starace, Seppi, Volandri e Bolelli. A volte, ad essere coinvolti nella presunta combine, sarebbero anche gli avversari. E qui spuntano persino i nomi di atleti stranieri anche di vertice, con i quali si sarebbero concordate anche partite di questa stagione. Secondo quanto riferisce la ‘Gazzetta’, il materiale nelle mani dei Pm di Cremona sarebbe ingente e se la procura non otterrà ‘rinforzi’, si rischia di dover attendere molto a lungo prima della chiusura delle indagini. Dopo quello di ieri, intanto, il prossimo 29 ottobre è previsto il secondo turno dell’incidente probatorio su altre chat di Skype. Ancora soprese in arrivo?

  • shares
  • Mail