Basket Eurolega 2014/15: parte la stagione, Milano e Sassari per l’onore italiano

Dopo il campionato, è tempo di Eurolega. Questa sera, con l’anticipo tra Vitoria e Neptunas, parte l’edizione 2014/15 della massima competizione continentale, che ci terrà compagnia fino alla prossima primavera con le Final Four di Madrid. Proprio la compagine di casa è nuovamente la grande favorita per portare a casa il trofeo, dopo la delusione della passata finale, ma le rivali non mancano, dai campioni del Maccabi al Cska, dagli eterni rivali del Barcellona alle formazioni turche e greche. Anche l’Italia punta ad un ruolo da protagonista, con Milano e Sassari.

BASKET-EURL-FINAL-FOUR-REAL MADRID-MACCABI TEL AVIV

Analizziamo i quattro gironi della competizione

GIRONE A (Efes, Kazan, Nizhny, SASSARI, Real, Zalgiris)
Essendo la grande favorita per il successo finale, il Real Madrid è anche la numero uno di questo girone, in cui sarebbe una sorpresa nel non vederla al primo posto al termine della stagione regolare. Anche Unics Kazan ed Efes Istanbul dovrebbero conquistare un posto nelle Top 16, mentre è decisamente aperta la corsa al quarto posto, in cui la Dinamo può assolutamente inserirsi. Lo Zalgiris ha l’esperienza dalla sua, ma non è da un po’ la grande formazione del passato, mentre il Nizhny è debuttante come i sardi.

GIRONE B (Cedevita, Malaga, Maccabi, Limoges, Berlino, Cska)
Due squadre hanno già un piede nelle Top 16, si tratta dei campioni in carica del Maccabi Tel Aviv e del Cska Mosca. Alle loro spalle, probabilmente Malaga è la terza forza del girone, reduce da un’ottima annata e con l’inserimento di pedine interessanti come l’ex sassarese Caleb Green e Vasileiadis, anche se ha perso Zoran Dragic. Le altre tre formazioni sono di un livello simile e dovranno probabilmente lottare fino all’ultimo per il quarto ticket per la seconda fase, forse l’Alba Berlino ha qualcosa in più di Limoges e Cedevita.

GIRONE C (Panathinaikos, Turow, Fenerbahce, MILANO, Barcellona, Bayern)
E’ già stato ribattezzato il gruppo della morte o dei campioni, visto che tutte le squadre hanno vinto i rispettivi campionati. Ci sono cinque squadre di livello per quattro posti, con il solo Turow di categoria inferiore e quasi certamente fuori dalla lotta per le Top 16. Sulla carta Barcellona e Fenerbahce sono le due favorite, ma l’EA7 non può certo nascondersi, dopo essere andata ad un passo dalle Final Four nella passata stagione ed il mercato estivo da big. Ma Pana e Bayern sono certamente da corsa.

GIRONE D (Vitoria, Neptunas, Stella Rossa, Galatasaray, Valencia, Olympiacos)
Forse a parte l’Olympiacos, ma da rivalutare dopo il terremoto e l’addio di coach Bartzokas, nessuna di queste squadre è accreditata per arrivare fino in fondo. Dunque, dovrebbe essere un girone abbastanza equilibrato, dove il Galasaray del nostro Aradori vuole recitare un ruolo da protagonista, dopo numerosi acquisti arrivati in estate. Le due spagnole puntano alle Top 16, così come una Stella Rossa sicuramente trascinata dal caldissimo pubblico. Il Neptunas è debuttante ed è composto solo da lituani, escluso l’ex Casale ed Avellino Shakur.

FORMULA
Le prime quattro di ogni girone si qualificano per le Top 16, dove ci saranno altri due raggruppamenti da otto squadre ciascuno. Le prime quattro delle Top 16 avanzano ai quarti di finale, al meglio delle cinque gare, con le vincenti delle serie qualificate per le Final Four, in programma a Madrid dal 15 al 17 maggio 2015.

EUROLEGA IN TV
Come lo scorso anno, sarà Fox Sports 2 a trasmettere la competizione in diretta, con una media di quattro gare a settimana. Sempre live le due italiane, più le altre partite più importanti. L'opzione alternativa è l'acquisto del pass per Euroleague.tv, al costo di 40.99 euro per vedere live tutte le gare della stagione.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail