Basket NBA: Kobe Bryant convince, l'infortunio sembra un ricordo

Se Derrick Rose ha fatto vedere i primi lampi da giocatore ritrovato nell’amichevole con i Cleveland Cavaliers, c’è un Kobe Bryant apparso ormai tornato vicino al 100%, dopo aver saltato praticamente tutta la scorsa stagione per due infortuni. La stella dei Los Angeles Lakers ha iniziato il precampionato con una certa circospezione, decisamente naturale per chi ha avuto pesanti problemi fisici, ma nell’ultima settimana ha accelerato e si sono viste spesso le movenze degli anni d’oro del ‘Black Mamba’.

Ovviamente l’esplosività non può essere quella dei momenti migliori, gli anni passano per tutti ed il n° 24 gialloviola è arrivato a quota 36 primavere nell’agosto scorso, ma la sua tecnica ed un fade away incisivo, su cui ha lavorato moltissimo per migliorarlo nel corso del tempo, lo rendono sempre uno dei migliori giocatori NBA. Le ultime tre uscite l’hanno visto sul parquet per una media di 30 minuti, andando vicino a quota 30 punti (per due volte si è fermato a quota 27 ed una a 26), la scorsa notte con il 50% dal campo.

Dunque, ottime sensazioni, quando manca poco meno di una settimana al via della nuova stagione (il 28 ottobre si giocheranno le prime gare di regular season), anche se difficilmente vedremo il ‘Black Mamba’ protagonista il prossimo maggio e giugno nei playoff NBA. I Los Angeles Lakers sono in piena ricostruzione e, soprattutto in una Western Conference sempre più competitiva, difficilmente potranno puntare all’accesso alla post-season. Anche se con un giocatore del calibro di Kobe sul parquet, qualche speranza c’è sempre.

Phoenix Suns v Los Angeles Lakers

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail