Basket Serie A: Avellino batte Milano, Sassari resta sola al comando | Risultati 4.a giornata

banks

Avellino fa l'impresa, ferma Milano e costringe allo stop i campioni d'Italia, dopo 22 vittorie consecutive in stagione regolare. La formazione irpina domina la partita, partendo con un clamoroso parziale di 15-0 e raggiungendo anche i 21 punti di vantaggio. Solamente nel quarto periodo, guidati da Gentile, gli ospiti provano a rimontare, arrivando a -5 a 2' dalla fine, ma sprecando poi un paio di palloni per completare il rientro. Cinque uomini in doppia cifra per gli irpini, Sassari resta sola in vetta alla classifica per la prima volta nella propria storia.

Foto sito Venezia

Basket Serie A: risultati 4.a giornata

Sabato 1 novembre
Grissin Bon Reggio Emilia-Consultinvest Pesaro 91-73
Enel Brindisi-Dolomiti Energia Trento 82-74

Domenica 2 novembre
Pasta Reggia Caserta-Giorgio Tesi Group Pistoia 59-63
Vanoli Cremona-Upea Capo d’Orlando 76-78
Acqua Vitasnella Cantù-Granarolo Bologna 89-67
Umana Venezia-Obenjobmetis Varese 98-95
Acea Roma-Banco di Sardegna Sassari 75-84

Lunedì 3 novembre
Sidigas Avellino-EA7 Emporio Armani Milano 73-69 L'approfondimento sulla partita

CLASSIFICA: Sassari 8; Milano, Brindisi, Reggio Emilia, Venezia 6; Cremona, Roma, Varese, Cantù, Pistoia, Avellino 4; Bologna (-2), Trento, Capo d'Orlando 2; Caserta, Pesaro 0.

Basket Serie A: vince Sassari, Venezia sulla sirena

dysonsassariad

Sassari è sola in vetta, almeno per una notte. La formazione di Sacchetti passa a Roma e resta a punteggio pieno, conquistando la quarta vittoria consecutiva in campionato. I sardi sono sempre al comando del confronto, dall'inizio alla fine della partita, grazie ad un avvio strepitoso dall'arco, con un 9/10 assolutamente irreale. Così arriva il +16, ma successivamente si sente la stanchezza dei viaggi e la pressione dei capitolini fa perdere tanti palloni. Gibson e Stipcevic riportano Roma a -1, però la rimonta non viene mai completata e Logan chiude i conti con sette punti nel finale.

Phil Goss fa esplodere il Taliercio e regala il successo sulla sirena alla sua Venezia su Varese, dopo essere stata anche sotto in doppia cifra nel quarto periodo. L'ex ha deciso il confronto, anche se tra i padroni di casa il migliore in campo è stato un Jeff Viggiano da 27 punti e 8 rimbalzi, con canestri importantissimi di Ress per la rimonta. La squadra di Pozzecco viene beffata, dopo aver assaporato a lungo il sapore del successo, con i 21 di Rautins ed un Diawara salito decisamente di tono nella ripresa.

Reduce da tre sconfitte consecutive, tra campionato e coppa, Cantù torna al successo contro Bologna. La formazione brianzola parte subito fortissimo, trovando soprattutto grandi risultati nel gioco sotto i tabelloni con Mbodj, a cui va accoppiato un perfetto Abass nella prima frazione. I brianzoli prendono la doppia cifra di vantaggio, anche se i felsinei provano a restare aggrappati, con le invenzioni della coppia Imbrò-Hazell. Però i padroni di casa sono sempre in controllo per l’intera ripresa, raggiungono il +15 e conquistano la seconda vittoria stagionale.

Grande equilibrio nelle altre due sfide della domenica pomeriggio, con finali in volata. Colpo esterno di Capo d’Orlando, al primo successo in campionato, sul campo di Cremona, a cui non bastano i 12 punti con 6/8 dal campo del neo acquisto Cusin. Decide una schiacciata di Freeman (25 punti per lui), mentre Vitali non trova il canestro del pari nei secondi conclusivi. Vittoria in trasferta anche per Pistoia, sul campo di una Caserta ancora senza successi: 14 punti per Filloy, mentre i campani segnano solo tre punti negli ultimi tre minuti di gara.

Foto Alessia Doniselli

Basket Serie A: Brindisi e Reggio Emilia ok negli anticipi

La 4.a giornata di Serie A si apre con le vittorie negli anticipi della Grissin Bon Reggio Emilia e dell'Enel Brindisi. Gli emiliani rispettano i pronostici e battono 91-73 Pesaro che conferma le difficoltà di questo inizio di stagione. Più combattuta la sfida tra Brindisi e la neopromossa Trento terminata 82-74 per i pugliesi. Decisivo l'ultimo quarto che ha spezzato l'equilibrio con cui si era chiuso il parziale precedente (61-61).

Con il campionato sempre più spezzettato, solamente tre gare sono in programma domenica alle classiche 18.15, con in primo piano l’atteso debutto di Marco Cusin con la maglia di Cremona e lo scontro tra Cantù e Bologna. I felsinei stanno facendo bene ed hanno già dimenticato brillantemente il -2 di penalizzazione, mentre i brianzoli sono in crisi ed hanno vinto una sola volta nelle sei gare di inizio stagione, tra Serie A ed Eurocup. Interessante la partita delle 19 tra Venezia e Varese: entrambe a caccia di riscatto, dopo i ko di una settimana fa.

Le due capolista, come di consuetudine, chiuderanno il programma. Il Banco di Sardegna Sassari va a Roma per il big match di questo turno: i sardi hanno sinora mostrato solidità in Italia e dovranno dimostrarlo sul campo di una delle possibili mine vaganti del torneo, sinora battuta solo a Venezia nei sei confronti ufficiali giocati, comprese le coppe. Lunedì toccherà i campioni d’Italia di Milano sul parquet di un’Avellino che si è sbloccata la scorsa settimana, ma non ha ancora convinto in questo avvio di stagione.

  • shares
  • Mail