Volley, Congresso Fivb a Cagliari: nuove regole su invasione e free zone

Dal 2015 si potranno mettere a referto 14 giocatori invece di 12.

Il Forte Village di Cagliari tra ieri e oggi ha ospitato il 34° Congresso della Federazione Internazionale di Pallavolo (Fivb) e per la prima volta al vertice hanno partecipato più di duecento federazioni: in pratica in Sardegna sono arrivati i delegati di 210 nazioni su un totale di 220, viene dunque battuto il record di 196 di Anaheim di due anni fa. La prossima volta il vertice si terrà a Punta Cana in Repubblica Dominicana nel 2016 e avrà anche funzione elettiva.

Durante il meeting si è parlato anche di Ghoncheh Ghavami, la ragazza iraniana che da più di quattro mesi è detenuta con l'unica colpa di aver protestato perché alle donne non era permesso vedere dal vivo la partita di World League Iran-Italia.

Per quanto riguarda gli argomenti strettamente pallavolistici, ecco i cambiamenti più importanti stabiliti durante il vertice e che entreranno in vigore dalle prime attività internazionali del 2015 e nei campionato 2015-2016:


    1) Per quanto riguarda il fallo di invasione si torna al passato: ogni tocco della rete sarà considerato fallo (anche nel beach volley)

    2) Si potranno mandare a referto 14 giocatori invece dei 12 attuali

    3) La free zone sarà ridotta a 6,5 metri rispetto agli 8 metri attuali

    4) Il video challenge potrà essere chiamato esclusivamente dall’allenatore

    5) Sarà possibile ridurre a uno solo i time out tecnici nelle competizioni Fivb su richiesta degli organizzatori locali o della televisione

È stato stabilito anche che dalla prossima elezione presidenziale i mandati potranno essere al massimo due, il primo avrà una durata di otto anni e, in caso di rielezione dello stesso presidente, il suo secondo mandato durerà quattro anni. Resta il limite di età per i candidati alla presidenza che non possono avere più di 75 anni.

Tra le altre decisioni, quella di creare una nuova hall of fame che sarà allestita nella sede della Fivb di Losanna. Inoltre, per la World League è stata confermata la formula della scorsa stagione con la divisione in gruppi in base a fasce di livello e il numero totale di partecipanti sale, per la prima volta nella storia, a 32 squadre. Anche per il World Grand Prix ci sarà la divisione in gruppi, le squadre saranno in totale 28 e la fase finale del primo gruppo si giocherà a Omaha negli Stati Uniti dal 22 al 26 luglio 2015.

Durante il Congresso si è parlato inoltre della possibilità di creare una casa di produzione televisiva per gestire al meglio il materiale video relativo alle partite internazionali di pallavolo e di beach volley.

Congresso Fivb n 34 a Cagliari

Foto © FIVB

  • shares
  • Mail