Volley, World League 2015: Italia con Brasile, Serbia e Australia

Il numero delle squadre partecipanti sale a 32, divise in tre gruppi.

Nel corso del Congresso Mondiale della Fivb che si è concluso ieri a Cagliari, è stato confermato che la World League 2015 sarà divisa in tre gruppi mentre il numero delle squadre partecipanti sale a 32. In pratica negli ultimi tre anni il numero delle nazioni che prendono parte a questa competizione di pallavolo maschile è salito da 12 (nel 2012) a 32 (nel 2015), passando dalle 18 del 2013 e le 28 del 2014, anno in cui ci sono stati i cambiamenti più significativi.

L'Italia fa parte del Gruppo 1, ossia quello di più alto livello dal quale esce la vincitrice della competizione. In particolare gli azzurri sono inseriti nella Pool A insieme con Brasile, Serbia e Australia, mentre nella Pool B ci sono Russia, Usa (campione in carica), Polonia (campione del mondo) e Iran.

Nel Gruppo 2 ci sono 12 squadre divise nella Pool C, D ed E e la Final Four si disputerà in Bulgaria, nazione la cui squadra è stata retrocessa dal Gruppo 1. Alla fase finale partecipano il Paese organizzatore e le tre vincitrici dei gironi, la vincente va poi a disputare le finali del Gruppo 1, come è successo l'anno scorso con l'Australia. Oltre alla Bulgaria fanno parte del Gruppo 2 Argentina, Germania, Cuba, Francia, Canada, Corea, Finlandia, Belgio, Olanda, Repubblica Ceca e Portogallo. Cuba, in particolare, è stata promossa dal Gruppo 3.

Nel Gruppo 3 ci sono Tunisia, Cina, Giappone (che è retrocesso dal Gruppo 2), Grecia, Montenegro, Kazakhstan, Egitto, Messico, Porto Rico, Turchia, Slovacchia e Spagna e saranno divise nelle Pool F, G e H. Le vincitrici e il Paese ospitante della fase finale (la Slovacchia) disputeranno la Final Four.

UPDATE: La Germania ha rinunciato alla partecipazione alla World League 2015 per concentrarsi sui Giochi Europei a Baku, il suo posto nel gruppo 2 viene preso dal Giappone.

World League Volley 2015

Foto © FIVB

  • shares
  • Mail