Basket Serie A: Avellino domina e poi resiste, Milano perde la vetta

cavaliero

L’impresa di Avellino e Milano cade in stagione regolare (73-69), dopo 22 vittorie consecutive. La formazione irpina domina per oltre tre quarti il posticipo della quarta giornata e conquista un successo ampiamente meritato, anche se arrivato con il fiatone nel finale, per il tentativo di rimonta degli ospiti, privi dell’influenzato Moss oltre che dello squalificato Hackett. Cinque uomini in doppia cifra per la squadra di Vitucci, con Gaines a quota 16 e Anosike a 13, mentre all’EA7 non bastano i 21 punti di Gentile. Fa festa anche Sassari, per la prima volta sola al comando in classifica nella sua storia.

I primi cinque minuti sono incredibili: i campioni d’Italia perdono palloni a ripetizione, i padroni di casa fanno canestro ad ogni possesso, con Anosike ed Harper soprattutto. Il risultato è un 15-0 impossibile da pronosticare alla vigilia, con Banchi già costretto a chiamare due timeout per provare a fermare l’emorragia. Però, a parte qualche segnale di risveglio con il secondo quintetto e soprattutto con la coppia Meacham-James, Milano non riesce mai a dare continuità difensiva. Avellino punisce, trovando con l’ex Cavaliero i punti del clamoroso +21 (47-26) dell’intervallo lungo.

L’EA7 prova ad entrare in campo con un’altra voglia, soprattutto in difesa, ma continua a faticare in attacco e non riesce a riavvicinarsi sensibilmente, se non a -14 (50-36 al 24’), innervosendosi come dimostrano i tecnici a Samuels e Banchi. Però gli irpini sono stanchi e Gentile inizia a trovare il canestro con continuità, così Milano rende durissimo trovare il canestro per i padroni di casa e, pur tra tanti errori, si riavvicina ed arriva a -5 a 2’ dalla fine. Prima Ragland e poi il n° 5 non trovano la tripla per riaprire del tutto il confronto, Gaines riallunga. C’è l’ultimo sussulto ospite per il -3, ma un discusso antisportivo a Melli chiude i conti a 4” dalla fine.

Foto sito Avellino

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: