Dubai dovrà dire addio al surf da onda?


Tempi duri per i surfisti a Dubai. Una nuova legge, di cui si ignora il perché della messa in atto, vieta di fatto la pratica del surf lungo le coste del ricchissimo paese mediorientale. Pare che anche il solo trasportare una tavola in macchina sia motivo per addebitare al malcapitato surfista ben 82 dollari di multa (al cambio attuale circa 61 euro). Dico, ma siamo impazziti?

La polizia si è presentata sulle spiagge a sirene spiegate facendo uscire con la forza chiunque si trovasse in acqua con una tavola da surf. La multa recita "sliding on the waves" ovvero "scivolavano sulle onde". Si tratta chiaramente di un oltraggioso e quantomeno pericolosissimo crimine da perseguire ad ogni costo. Come è lecito attendersi la numerosa comunità locale di surfisti si è riversata in spiaggia (Sunset Beach nei pressi dell'hotel Hotel Burj Al Arab) a manifestare capeggiata da due riders australiani: Daniel Mooren e Scott Chambers titolari di un surf camp a Dubai.

Nel paese il surf ha fatto il proprio approdo ufficiale nel 1992 e da allora numerosi sono i riders che scelgono Dubai come destinazione. Da sottolineare come da allora non si è mai verificato alcun incidente che giustifichi tale presa di posizione da parte delle autorità locali. Ad oggi sono state raccolte oltre mille firme contro quella che sembra davvero una legge senza senso. E voi, surfisti di Outdoor|Blog cosa ne pensate?

Via | Surfcorner.it

  • shares
  • Mail