Cricket | E' morto Philip Hughes. Era stato colpito alla testa da una pallina - Video e Foto

E' morto il promettente giocatore di cricket australiano

Phillip Hughes è deceduto in ospedale dopo due giorni di agonia. Il giocatore di cricket, 25 anni, era stato colpito da una pallina durante una partita tra New South Wales e South Australia allo stadio di Sydney. Il battitore aveva subito il colpo alla testa e il casco di protezione non ha evitato la lesione gravissima alla sua testa. "Siamo estremamente dispiaciuti nell'annunciare che Phillip Hughes è morto all'età di 25 anni", ha scritto la Federazione australiana di cricket in un tweet. Hughes è morto in ospedale a Sydney e non ha mai ripreso coscienza dopo l’incidente.

Il giocatore che militava nella formazione dell’Australia Meridionale è stato colpito alla testa, dietro un orecchio proprio sotto il casco, dall’avversario del Nuovo Galles del Sud in un incontro della Sheffiel Shield. Dopo il colpo Hughes ha vacillato qualche secondo prima di crollare a terra privo di sensi. Gli altri giocatori presenti in campo e gli arbitri si sono subito resi conto della gravità dell’incidente. I primi soccorsi sono arrivati pochi secondi dopo e per 30 minuti i medici hanno tentato di rianimare Hughes, prima di essere portato via in elicottero.

Cricket | Una pallina in testa uccide Philip Hughes



Alla partita assistevano anche la mamma e la sorella di Hughes ed è stata subito interrotta. I compagni di squadra e della nazionale australiana si sono recati in ospedale per due giorni, ma qualche ora fa sono usciti affranti insieme ai genitori di Hughes perché Philip non ce l'ha fatta. Phil Simmons, ex battitore delle West Indies, fu vittima di un colpo simile durante un match contro il Gloucestershire a Bristol, nel 1988. L'allora 25enne fu colpito da una palla in testa ed era senza elmetto protettivo. Il suo cuore smise di battere per qualche secondo. Portato in ospedale gli fu asportato l'ematoma al cervello e poté perfino tornare a giocare:

NSW v SA - Sheffield Shield: Day 1

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail