Basket Eurolega: Milano lotta ma va ko a Barcellona, crolla Sassari | Risultati 7.a giornata

BASKET-EURL-BARCELONA-MILAN

Nonostante le assenze di Gentile e Moss, Milano lotta fino al 40’, ma viene battuta in volata sul campo del Barcellona, con anche più di un fischio rivedibile a favore dei padroni di casa. Banchi decide di andare con il doppio centro, ma sono i padroni di casa a partire meglio, con Tomic ed un paio di contropiedi. Quanto torna alla configurazione più classica, Ragland e Hackett lanciano il 15-0, con cui l’EA7 vola al +12 (16-28 al 12’) e raggiunge anche le 14 lunghezze di vantaggio con Samuels e la difesa.

Hezonja risveglia i catalani, ma la rimonta catalana arriva solamente nel finale di terzo quarto (57-56 al 30’), quando iniziano ad entrare le triple. Milano però c’è e reagisce anche al -4, per un assurdo tecnico a Melli per flopping, ma è proprio il reggiano a riportare avanti i suoi con sei rapidi punti. E’ una volata, con botta e risposta e anche un altro tecnico per flopping ad Hezonja: Samuels riposta avanti i campioni d’Italia, rispondono Nachbar e Abrines. Il centro milanese sbaglia a 20” dalla fine, gli arbitri fanno ancora i protagonisti e fischiano l’antisportivo a Melli, dopo aver ignorato una clamorosa infrazione di otto secondi dei padroni di casa, che chiude il confronto.

Niente impresa e Sassari è quasi fuori dall’Eurolega. La formazione di Sacchetti viene nettamente battuta a Istanbul dall’Efes (85-62), dove resta sotto praticamente per tutti i 40 minuti, escluso un 4-2 iniziale, ed ora solamente la matematica tiene in corsa la Dinamo per le Top 16. I sardi non riescono a trovare il loro canestro dall’arco e pagano la bruttissima serata della coppia Dyson-Brooks, mentre i turchi trovano la grande giornata di Saric e canestri importanti da numerosi giocatori, compreso il giovanissimo Osman.

La squadra di casa scappa subito, grazie alla coppia Janning-Saric, e prende presto la doppia cifra di vantaggio, anche se gli ospiti riescono a ricucire questo strappo, con Sanders e Sosa. Arrivata a -1, però, Sassari smarrisce completamente la giusta via: arriva un parziale di 17-1 e scappa sul +17. Un paio di canestri dall’arco ed i balzi di Lawal riescono a riportarla in gara, all’inizio del secondo tempo, ma Perperoglu si fa sentire e Bjelica affonda definitivamente la resistenza sarda, con la tripla del 64-49 sulla sirena del terzo quarto, prima del crollo nel periodo conclusivo.

Basket Eurolega: risultati 7.a giornata

GIRONE A
Real Madrid-Unics Kazan 75-85
Nizhny Novgorod-Zalgiris Kaunas 55-61
Anadolu Efes Istanbul-BANCO DI SARDEGNA SASSARI 85-62

Classifica: Real Madrid, Efes 5-2; Zalgiris 4-3; Nizhny, Kazan 3-4; SASSARI 1-6.

GIRONE B
Maccabi Tel Aviv-Cska Mosca 61-84
Alba Berlino-Unicaja Malaga 79-78
Cedevita Zagabria-Limoges 102-83

Classifica: Cska * 7-0; Malaga, Maccabi 4-3; Berlino 3-4; Cedevita 2-5; Limoges 1-6.

GIRONE C
Fenerbahce Ulker Istanbul-Pge Turow 89-74
Panathinaikos Atene-Bayern Monaco 87-72
Barcellona-EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 84-80

Classifica: Barcellona * 7-0; Fenerbahce *, Panathinaikos * 5-2; MILANO 2-5; Bayern, Turow 1-6.

GIRONE D
Stella Rossa Belgrado-Neptunas Klaipeda 79-62
Laboral Kutxa Vitoria-Olympiacos Pireo 89-70
Valencia-Galatasaray Istanbul 78-71

Classifica: Olympiacos * 6-1; Stella Rossa 4-3, Galatasaray, Neptunas, Vitoria 3-4; Valencia 2-5.

* qualificate alle Top 16

Basket Eurolega: presentazione 7.a giornata

Il settimo turno di Eurolega si presenta come quasi proibitivo per le due squadre italiane, impegnate entrambe in trasferta. Il Banco di Sardegna Sassari va ad Istanbul sul campo dell’Anadolu Efes e, nonostante la grande difficoltà dell’impegno, deve andare a caccia di un’impresa, per tenere vive le flebili speranze di qualificarsi per le Top 16. I sardi si presentano al completo e con un buon numero di propri tifosi al seguito, mentre la formazione turca dovrà fare a meno di Nenad Krstic, uno degli uomini decisivi della partita d’andata, vinta dall’Efes.

Dovremo lottare sin dal primo minuto, mettendo in campo grande intensità e lavorando bene in difesa”, sono le parole di coach Meo Sacchetti alla vigilia della sfida. Ancor più complicato l’impegno dell’EA7-Emporio Armani Milano: i campioni d’Italia sono attesi dalla gara di Barcellona, contro una delle tre squadre ancora imbattute in questa massima competizione continentale. A rendere ancora più difficile il compito, c’è l’assenza di Alessandro Gentile e le condizioni non ideali di Kleiza e Moss.

Tra i ragazzi c’è grande determinazione a fare bene, in un contesto così importante ed affascinante – ha detto Luca BanchiDovremo replicare la stessa intensità per tutti i 40 minuti, senza flessioni”. Servirà un’altra prova super di Brooks ed un rendimento elevato alla massima potenza per i presenti, tra cui c’è ovviamente Daniel Hackett, come in tutte le gare europee. Se non altro, per i lombardi non è obbligatoria la vittoria, visto che il match chiave sarà quello della prossima settimana contro il Bayern Monaco.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail