Basket Serie A: sorpresa Capo d'Orlando, Sassari ko | Risultati 8.a giornata

burgesscapodorlando

Posticipo a sorpresa nell'ottava giornata di Serie A: Capo d'Orlando batte Sassari in volata ed i sardi perdono la vetta della classifica, con Venezia che resta solitaria al comando. Una partita incredibile al PalaFantozzi, con i sardi in controllo fino ai minuti finali del terzo quarto, prima della rimonta vincente dei padroni di casa, che salgono così a quota 6 punti in classifica.

Grazie ai punti della coppia Sosa-Dyson ed un Jeff Brooks in doppia doppia, la Dinamo prende il largo e raggiunge anche le 13 lunghezze di vantaggio. Ma i paladini non ci stanno e, guidati da uno strepitoso Dario Hunt (18 punti, 18 rimbalzi e 6 stoppate), firmano un incredibile parziale di 18-2 con cui si ribalta tutto. La volta finale vede lo 0/2 di Soragna ai liberi, ma il grande protagonista della gara stoppa Sosa e l'ultimo tiro di Dyson finisce sul ferro, per la grande festa siciliana.

Foto sito Capo d'Orlando

Basket Serie A: risultati 8.a giornata

Sabato 29 novembre
Acqua Vitasnella Cantù-Enel Brindisi 63-73

Domenica 30 novembre
Vanoli Cremona-Openjobmetis Varese 64-53
Granarolo Bologna-Grissin Bon Reggio Emilia 78-66
EA7 Emporio Armani Milano-Consultinvest Pesaro 96-61
Sidigas Avellino-Dolomiti Energia Trento 84-72
Giorgio Tesi Group Pistoia-Acea Roma 94-84
Umana Venezia-Pasta Reggia Caserta 88-76

Lunedì 1 dicembre
Upea Capo d’Orlando-Banco di Sardegna Sassari 72-71

CLASSIFICA: Venezia 14: Reggio Emilia, Sassari, Milano 12; Brindisi, Cremona 10; Cantù, Trento, Avellino 8; Roma, Bologna (-2), Pistoia, Capo d'Orlando 6; Varese, Pesaro 4; Caserta 0.

Basket Serie A: Venezia sola in vetta

bolognagioia

La Reyer Venezia è sola al comando della classifica, aspettando il posticipo di domani sera tra Capo d'Orlando e Sassari. La formazione lagunare ha sofferto, ma ha sconfitto il fanalino di coda Caserta ed ha staccato Reggio Emilia in graduatoria. E' Hrvoje Peric il grande protagonista del successo della squadra di Recalcati, autore di tutti i canestri decisivi nella volata finale, dopo che gli ospiti avevano sperato di conquistare il primo successo stagionale, andando a +9 in avvio di quarto periodo. Ma le tante palle perse l'hanno condannata ad un altro ko.

Bologna vince il derby emiliano e fa cadere la capolista Reggio Emilia. Sono però gli ospiti a provare a dare la prima scossa alla partita, grazie ad un Taylor infallibile dal campo ed alla tripla di Diener, per raggiungere anche il 24-34. I felsinei però trovano con Ray l’immediata riscossa, riavvicinandosi prima dell’intervallo lungo e poi sorpassando ad inizio ripresa. Poi entra in partita White ed arriva il parziale per un allungo significativo, fino al +13 (58-45), con cinque punti in fila di Fontecchio. La coppia Mussini-Cinciarini riavvicina Reggio, ma è ancora Ray a chiudere.

Tutto facile, come previsto, per Milano. I campioni d’Italia dominano la sfida contro Pesaro, andando a +14 già nel primo quarto e piazzando il parziale decisivo a cavallo dell’intervallo lungo, dopo la rimonta ospite fino a -1. Attacco molto equilibrato per l’EA7, con il rientro di Gentile ed il dominio a rimbalzo, soprattutto offensivo con la prima ottima prova di James. Netto successo anche per Avellino su Trento, con gli irpini sempre avanti ed in doppia cifra già nel primo quarto, con la coppia Banks-Harper sugli scudi.

Vittoria interna anche per Pistoia, che vince con autorità la gara contro Roma. I toscani partono subito fortissimo, grazie ad un Millbourne super, e raggiungono un vantaggio importante con Brown. I capitolini si riavvicinano grazie alla coppia Ejim-Jones, ma vengono definitivamente staccati in avvio di ultimo periodo, con tre canestri dall’arco. Gara sul filo dell’equilibrio, invece, nel derby lombardo tra Cremona e Varese: vincono i padroni di casa, grazie ai 6 punti di Hayes negli ultimi tre minuti del confronto.

Foto sito Bologna

Basket Serie A: Brindisi passa a Cantù

Si apre con la sorpresa l'ottavo turno di Serie A: l'Enel Brindisi piazza il colpo esterno e si impone sul parquet di Cantù, storicamente uno dei più difficili da violare della massima serie. I pugliesi giocano una partita autoritaria, comandando per quasi tutti i 40 minuti del confronto, guidati dai 23 punti e 13 rimbalzi di Delroy James ed un Turner fondamentale nel momento decisivo del confronto. Troppi errori per i padroni di casa, compreso uno 0/4 ai liberi durante la rimonta, che tornano da -11 a -3, ma sprecano tantissime occasioni e vengono poi puniti.

La giornata domenicale non prevede grandi scontri ed il big match è il derby emiliano tra Bologna e Reggio Emilia: la capolista è reduce dall’importante vittoria in Eurocup e sta ritrovando i giocatori infortunati, mentre i felsinei sono in striscia negativa con tre sconfitte nelle ultime quattro gare. Non dovrebbero avere particolari problemi Venezia e Milano: i lagunari affrontano il fanalino di coda Caserta con l’ex Markovski, mentre i lombardi se la vedranno contro una Pesaro lontana parente di quella con cui si giocavano scudetti e gare di playoff infuocate.

Un ennesimo derby si tiene in Lombardia ed è la sfida tra Cremona e Varese: da una parte una delle sorprese di questo avvio di stagione, dall’altra una squadra in difficoltà e senza il suo allenatore Pozzecco, fermato per due turni. Il programma domenicale prevede anche Avellino-Trento e Pistoia-Roma, mentre la giornata verrà chiusa dall’ormai classico posticipo del lunedì, in cui il Banco di Sardegna Sassari sarà impegnato a Capo d’Orlando, di ritorno dalla trasferta europea di Istanbul. Potrebbe essere meno scontata del previsto.

  • shares
  • Mail