Uci, licenza Astana: decisione rinviata alla prossima settimana

La squadra di Vincenzo Nibali rischia l'esclusione dalle formazioni del World Tour.

La telenovela sulla licenza dell'Astana non è ancora finita. Le squadre hanno ricominciato gli allenamenti, tra poco più di un mese comincia la nuova stagione, i campioni hanno già programmato i loro impegni, ma la squadra del vincitore del Tour de France 2014 non sa ancora se nel 2015 sarà tra le formazioni World Tour oppure no. E se non ci fosse significherebbe che dovrebbe sperare negli inviti da parte degli organizzatori per poter prendere parte alle corse più importanti (ma chi non inviterebbe la Maglia Gialla?).

Il motivo di questa incertezza è lo stesso di cui parliamo da mesi: i quattro casi di doping che sono stati scoperti tra i corridori dell'Astana tra formazione World Tour e Continental (quest'ultima è già stata sospesa) che hanno portato l'Uci a porre la questione all'attenzione della Commissione delle Licenze per indagare in maniera approfondita sul management e sulla politica antidoping delle squadra. Intanto in Kazakistan è cambiato il presidente della Federciclo, sono stati fatti fuori anche alcuni direttori sportivi, ma all'Uci evidentemente non basta.

Anche perché stiamo parlando della squadra di Alexander Vinoukourov il cui nome è ancora legato al doping e alla sua positività per trasfusione al Tour de France 2007 e ancora coinvolto nelle indagini della Procura di Padova per i rapporti con il medico Michele Ferrari. Insomma, Vinoukourov non è sinonimo di "lealtà" nel mondo del ciclismo, per questo l'Uci nei confronti della sua squadra potrebbe usare il pugno di ferro, anche se questo potrebbe significare punire in qualche modo uno dei campioni più amati del momento, Vincenzo Nibali, che invece con il doping non ha mai avuto a che fare e che è stato il primo a scagliarsi contro i suoi compagni che sono stati trovati positivi, anche se i fratelli Valentin e Maxim Iglinskiy, trovati positivi all'Epo, non fanno prettamente parte dei suoi fedelissimi, coloro che lo hanno affiancato nelle vittorie (Maxim c'era al Tour, ma non era un vero gregario di Nibali).

La decisioni definitiva dovrebbe arrivare all'inizio della prossima settimana e se la squadra non dovesse effettivamente ottenere la licenza, Vinoukourov ha già avvisato che trascinerà la questione davanti al Tribunale Arbitrale Sportivo (Tas) di Losanna. Se poi anche il Tas dovesse appoggiare l'eventuale decisione dell'Uci di non concedere la licenza, allora tutti i suoi ciclisti sarebbero svincolati perché i loro contratti risulterebbero annullati e dunque dovrebbero cercarsi un'altra squadra.

Alexander Vinokourov general manager dell'Astana

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail