Basket Serie A: Sassari crolla a Trento, in tre al comando | Risultati 10.a giornata

trentoad

Clamoroso risultato nel posticipo della decima giornata di Serie A: Sassari viene nettamente sconfitta a Trento e subisce il terzo ko consecutivo in campionato, venendo raggiunta proprio dai trentini a 12 punti e perdendo così contatto dal terzetto al comando della classifica. Eppure la gara era iniziata bene per gli uomini di Sacchetti, avanti anche di 11 punti, poi l'inspiegabile crollo in avvio di ripresa. Parziale di 24-0 e terzo quarto chiuso sul 35-8, per la festa dei padroni di casa, con 24 punti a testa di Owens e Mitchell.

Reggio Emilia rimonta da -18 e passa a Venezia, raggiungendo i lagunari al comando. La Reyer parte subito fortissimo, con la coppia Peric-Goss, indirizzando il confronto con il 9-0 iniziale, mentre gli ospiti riescono a sbloccarsi solamente dopo oltre 4 minuti, con la tripla di Taylor. Ma sono sempre i lagunari a comandare il confronto, raggiungendo la doppia cifra di vantaggio prima della fine del primo quarto. Dopo il primo mini intervallo, arriva anche il massimo vantaggio sul +18, quando Dulkys piazza due triple consecutive, facendo esplodere il Taliercio.

Della Valle è l’unico a tenere in piedi Reggio Emilia, poi gli emiliani entrano in campo con un altro piglio nella ripresa: Cinciarini e Taylor confezionano il 12-2, con il punteggio segna 43-41 al 26’. Polonara sbaglia il tiro del pareggio e l’Umana riallunga con Goss e Peric, costringendo Menetti al timeout. Però gli ospiti sono in partita e ritornano sotto in avvio di ultimo periodo, trovando il primo vantaggio a 5’ dalla fine, con Lavrinovic (52-53). Venezia crolla psicologicamente e la Grissin Bon scappa con Silins, firmando un clamoroso colpo esterno.

Soffre più del previsto Milano per avere la meglio del fanalino di coda Caserta e riprendere la vetta. I lombardi restano sotto per due quarti prima di piazzare il break decisivo a cavallo dell’ultimo intervallo, con la coppia Ragland-Samuels, anche se i campani non mollano fino alla fine. Rimonta vincente per Capo d'Orlando su Cantù, con 21 punti di Freeman e 17 di Henry, mentre il turno è chiuso dalla fondamentale vittoria di Pesaro a Cremona, con 23 punti di Musso. Il posticipo premia Varese su Bologna, con il ritorno di Pozzecco in panchina e 18 punti di Eyenga.

Foto Alessia Doniselli

Basket Serie A: risultati 10.a giornata

Sabato 13 dicembre
Giorgio Tesi Group Pistoia-Enel Brindisi 70-83
Sidigas Avellino-Acea Roma 74-70

Domenica 14 dicembre, ore 18.15
Upea Capo d'Orlando-Acqua Vitasnella Cantù 79-71
Vanoli Cremona-Consultinvest Pesaro 73-80
EA7 Emporio Armani Milano-Pasta Reggia Caserta 78-71
Umana Venezia-Grissin Bon Reggio Emilia 59-68
Openjobmetis Varese-Granarolo Bologna 83-73

Lunedì 15 dicembre, ore 20.30
Dolomiti Energia Trento-Banco di Sardegna Sassari 104-82

Basket Serie A: Avellino e Brindisi ok

Avellino e Brindisi fanno festa negli anticipi della decima giornata di Serie A. La formazione irpina prima domina e vola anche a +17, poi soffre e viene anche sorpassata da Roma, ma la volata finale porta la firma di Gaines ed Hanga per il successo dei padroni di casa. Mentre ai capitolini resta il rammarico di aver perso ben 24 palloni, l'ultimo dei quali da Triche a 30" dalla fine sul punteggio di parità. I pugliesi passano a Pistoia, in un match decisamente equilibrato e risolto nel finale da un clamoroso Denmon, autore di 15 punti negli ultimi sei minuti. La squadra di Bucchi raggiunge momentaneamente Sassari al quarto posto.

Il big match di giornata arriva nel pomeriggio di domenica, con lo scontro al vertice tra la capolista Venezia e Reggio Emilia. I lagunari sono soli in vetta, ma hanno sinora perso nettamente l'unico scontro diretto (a Milano) tra le prime ed ora affrontano una delle formazioni più attrezzate per provare ad arrivare fino in fondo, seppur reduce dalla delusione per l'eliminazione dall'Eurocup. Con il morale più alto, invece, affronta la gara di campionato Milano: dopo aver conquistato le Top 16, affronta il fanalino di coda Caserta e non dovrebbe avere troppi problemi ad imporsi. Con la gioia europea, Cantù va a Capo d'Orlando con la necessità di fare punti in chiave Coppa Italia, dopo il doppio ko interno consecutivo.

Chiude il programma del pomeriggio Cremona-Pesaro, mentre il posticipo sarà un interessante Varese-Bologna. I lombardi hanno interrotto la striscia di sei sconfitte consecutive con il colpo a Brindisi di una settimana fa e ritrovano in panchina coach Pozzecco, dopo i due turni di squalifica. La Virtus sta vivendo un ottimo momento, dopo il successo nel derby su Reggio, e vuole proseguire la striscia positiva. Il turno si chiuderà lunedì sera con un Trento-Sassari non scontato. La neopromossa è la sorpresa del campionato e sta facendo benissimo, soprattutto tra le mura amiche, ma la Dinamo non può permettersi di perdere ulteriori punti.

  • shares
  • Mail