Vela | Volvo Ocean Race: Team Brunel vince la seconda tappa (FOTO e VIDEO)

L'equipaggio guidato da Bouwe Bekking taglia il traguardo per primo

La seconda tappa della Volvo Ocean Race, tormentata dallo spettacolare incidente in cui è incappato l'equipaggio di Team Vestas Wind, è stata vinta da Team Brunel. L'imbarcazione guidata dal veterano olandese Bouwe Bekking ha tagliato la linea del traguardo di Abu Dhabi alle 8.25.20 UTC (le 9.25.20 italiane) di oggi sabato 13 dicembre. Un finale emozionante, con un arrivo di Team Brunel e Dongfeng (i secondi classificati) quasi al fotofinish dopo 23 giorni, 16 ore, 25 minuti e 20 secondi di navigazione. L'esiguo margine di 16 minuti e 20 secondi su Dongfeng Race Team è bastato per la vittoria della tappa.

Nuovamente beffato l'equipaggio franco-cinese che nella prima tappa si era dovuto accontentare del secondo posto conquistato con appena dodici minuti di ritardo da Abu Dhabi Ocean Racing. Bouwe Bekking, lo skipper di Team Brunel, e il suo altrettanto esperto navigatore australiano Andrew Cape, che insieme assommano ben 11 partecipazioni al giro del mondo a vela in equipaggio, hanno sferrato l'attacco finale superando gli avversari proprio nelle ultime ore di navigazione.

CLASSIFICA SECONDA TAPPA


volvo ocean

Team Brunel sale sul primo gradino del podio provvisorio della classifica generale, in virtù della vittoria più recente, Abu Dhabi Ocean Racing (terzo classificato in questa seconda tappa) sul secondo per la vittoria nella prima tappa e Dongfeng Race Team sul terzo. Gli spagnoli di MAPFRE e Team Alvimedica, con l'unico italiano in gara Alberto Bolzan, a causa del vento leggero potrebbero terminare la frazione questa notte o domani mattina mentre l'equipaggio femminile di SCA dovrebbe concludere domani.

Le parole dello skipper di Team Brunel, Bouwe Bekking, 51 anni, che ha preso parte alla sua prima Whitbread Round the World Race nel lontano 1985:

“E' un buon feeling. Ho sempre detto che è meglio essere fortunati che bravi, ma in questo caso siamo stati bravi, abbiamo regatato bene, in una tappa così avremmo persino potuto arrivare ultimi. E' bello mettere in tasca una vittoria, il mio equipaggio ha lavorato benissimo, meglio che nella prima tappa. E questo è l'aspetto migliore. Si deve lavorare tanto. In passato forse ci si poteva rilassare un po', se si aveva una barca veloce, ma adesso devi spingere a tutta, sempre. Se fai un errore, qualcuno ne approfitta di sicuro. E' una cosa che mette pressione addosso, soprattutto ai giovani, che a volte sopportano male il fatto di perdere una o due posizioni. Ma i miei ragazzi hanno fatto un lavoro incredibile, anche in questa tappa.”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail