Champions League volley maschile: Piacenza vince, ma soffre troppo a Lugano

La Copra Piacenza si è imposta al tie-break in casa dei Dragons Lugano di Mario Motta.

La Copra Piacenza è riuscita a conquistare due punti in casa dei Dragons Lugano dopo una partita molto più difficile di quanto ci si potesse aspettare. Ora i ragazzi di Andrea Radici hanno 7 punti nella classifica della Pool A della Cev Champions League, tre in meno del Tomis Constanta che è primo nella Pool A e uno in più dei belgi del Knack Roeselare con i quali molto probabilmente si giocherà la possibilità di accedere ai Playoff 12 tra le migliori seconde.

Oggi Piacenza è partita benissimo nel primo set, superando la fase di studio iniziale e portandosi al primo time-out tecnico avanti di un punto (7-8) e al secondo sul +4 (12-16) per poi volare fino al +8 (15-23) per chiudere con Kohut sul 18-25 dopo che De Prá ha annullato la prima di ben sette palle-set.
A questo punto sembrava che per Piacenza sarebbe stato davvero tutto molto facile, che avrebbe potuto vincere da tre punti, invece i piacentini sono incappati in un black-out durato due set e mezzo.

Nel secondo parziale, infatti, i Dragons sono andati avanti al primo time-out 8-6 e poi hanno allungato sul 16-10, ma Piacenza è riuscita a riportarsi sotto (16-14) senza però compiere l'aggancio. Gli elvetici sono riusciti a mantener il break di vantaggio e poi a ottenere tre palle set. La prima è stata annullata da un errore al servizio di Gotch, ma Jakovljevic ha chiuso sul 25-22.

Nel terzo set Piacenza è andata avanti di un solo punto alla prima pausa obbligatoria (7-8), ma grazie agli ace di Jakovljevic i Dragons l'hanno raggiunta sul 9-9 e poi superata e sono fuggiti via portandosi sul 16-11 al secondo time-out tecnico. Anche in questo caso Zlatanov e compagni sono riusciti ad accorciare le distanze e hanno anche acciuffato un momentaneo pareggio sul 18-18, ma gli svizzeri sono subito fuggiti via 20-18, hanno guadagnato tre palle-set grazie a un muro out di Tencati su De Prá e hanno chiuso sul 25-22 con Gotch.

Il quarto set è stato lunghissimo e combattuto. Al primo time-out obbligatorio i Dragons erano avanti di due punti (8-6), mentre al secondo era avanti Piacenza di una sola lunghezza (15-16). C'è stata poi una lunga lotta punto a punto, le squadre sono arrivate ai vantaggi dove i Dragons si sono visti annullare sette palle-match, mentre Piacenza ha sprecato tre palle-set prima di riuscire a chiudere sul 33-35.

Nel tie-break Piacenza ha finalmente capito di dover fare sul serio contro gli uomini di Mario Motta, si è portata avanti di un punto al cambio campo e poi ha allungato guadagnando cinque palle match. Gotch e Jakovljevic ne hanno annullate ben quattro prima che un errore in battuta di De Prá consegnasse il set per 13-15 a Piacenza e la partita per 2-3.

Risultato finale: #Dragons Lugano - Copra Piacenza 2-3 (18-25, 25-22, 25-22, 33-35, 13-15)

Nell'altro match della Pool A i romeni del Tomis Constanta hanno vinto 3-2 in casa dei belgi del Knack Roeselare, dunque la situazione in classifica quando mancano due turni è la seguente: Tomis Constanta 10, Copra Piacenza 7; Knack Roeselare 6; #Dragons Lugano 1.

Copra Piacenza vince a Lugano

Foto © CEV

  • shares
  • Mail