Torna la boxe professionistica in Norvegia: era bandita dal 1982

La Norvegia era uno dei pochi paesi al mondo in cui la boxe professionistica era vietata

Con 54 voti a favore contro 48 il governo della Norvegia ha approvato il ritorno del pugilato professionistico. Il parlamento di Oslo ha infatti deciso di abrogare la legge che vigeva dal 1° gennaio 1982 e vietava la disputa di incontri di boxe professionistici. La coalizione di governo formata dai conservatori e dalla destra populista è stata osteggiata fino all'ultimo momento e per il voto della nuova legge ha avuto bisogno anche dell'appoggio dei liberali. La Norvegia era uno dei pochi paesi al mondo in cui la boxe professionistica non si poteva praticare. Il paese scandinavo, in realtà, ha potuto contare su una solida tradizione di pugili, sin dagli albori del 900.

Gli atleti norvegesi hanno spesso partecipato a tutte le manifestazioni principali a livello dilettantistico ottenendo risultati altamente qualitativi. Nei medaglieri che hanno preceduto la seconda guerra mondiale, dal 1920 al 1940, la Norvegia si è sempre difesa bene. Merito anche della sua marina, sia mercantile che militare, che ha sfornato ottimi dilettanti e validi professionisti. Lo sport, con il trascorrere degli anni e per via della legge totalmente restrittiva, ha visto diminuire il suo seguito di praticanti. L’ultima riunione di boxe professionistica sul suolo norvegese è del 1981 e dal 2001 c’è stata la chiusura governativa totale verso la nobile arte e molti atleti sono emigrati.

La pugile professionista norvegese Cecilia Braekhus, detentrice dei titoli Wbc, Wba e Wbo dei pesi superwelter, ha espresso entusiasmo dopo la notizia che riabilita la boxe in Norvegia. Lei non ha mai potuto combattere nel suo Paese per la cosiddetta "legge knockout", che ha vietato qualsiasi sport in cui la vittoria potesse essere sancita da un KO. Prima dell'abrogazione della legge, l'organizzazione di incontri professionistici avrebbe potuto portare anche a condanne a 3 mesi di carcere. Ecco le parole della pugile 33enne all'emittente NRK: "Credo che questo sia uno dei più bei momenti della mia vita. E' difficile descrivere tutte le emozioni. Per fortuna ora non sono più una criminale in Norvegia".

boxe norway

  • shares
  • Mail