Nadal e il ranking Atp: "Tornare numero uno non è più un mio obiettivo"

Nadal non pone tra gli obiettivi del 2015 quello di tornare n°1 del ranking Atp

Vacanze finite per Rafa Nadal. Il campione spagnolo sta ultimando la preparazione al caldo di Manacor e si appresta a volare verso gli Emirati Arabi dove disputerà i primi tornei della nuova stagione, l'esibizione di Abu Dhabi e l'Atp 250 di Doha nel quale dovrà difendere il titolo vinto lo scorso gennaio dalla concorrenza di Djokovic, Berdych e Ferrer.

E' stato un mese di duro lavoro per Rafa che ha atteso oltre un mese prima di riprendere in mano la racchetta a causa della riabilitazione dall'operazione d'appendicite subita a inizio novembre a Barcellona. La voglia di rifarsi da un 2014 in chiaroscuro specie nella seconda parte dell'anno è tanta anche se Nadal si pone come obiettivo principale quello di rimanere in salute ed evitare gli infortuni che ne hanno condizionato il rendimento nel 2014. Emblematica questa sua dichiarazione rilasciata a una televisione francese e ripresa da Ubitennis. Incalzato sulle sue aspettative per il 2015, in particolare sulla possibilità di tornare in vetta al ranking, Nadal ha risposto così

Tornare numero 1 non sarà più un’aspirazione della mia carriera. Certo, se dovessi riuscirci in base ai risultati sarebbe fantastico, ma non perseguirò questo obiettivo e non metterò a rischio la mia salute per farlo

Opinione condivisibile quella di Rafa che si cala così nel ruolo di terzo incomodo nel duello tra un Djokovic che, al momento, sembra inattaccabile e il ritrovato Federer del 2014. Ruolo che, comunque, potrebbe cambiare presto. Un Nadal in forma e senza infortuni rimane ancora ultracompetitivo e in grado di giocare ancora a lungo nonostante l'annunciato ritiro programmato nel 2017.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail