Ivan Basso sarà il gregario di Contador alla ricerca della doppietta Giro-Tour

Il Pistolero tenterà l'impresa di correre i due grandi giri di maggio e luglio, ma potrà contare sull'aiuto di un campione molto esperto.

A 37 anni Ivan Basso non pensa proprio al ritiro, nonostante spesso la stampa gli faccia domande su questo argomento o ipotizzi anche senza interpellarlo che è vicino il momento di appendere la bici al chiodo per il campione varesino.

La realtà è che Basso ha sempre avuto molti corteggiatori tra i team del World Tour e dopo aver vagliato le varie possibilità si è accasato alla corte di Oleg Tinkov, di cui è amico, e di Bjarne Riis, con cui ha già lavorato dal 2004 al 2006.
A Cyclingnews Basso ha raccontato:

"Non ho mai pensato realmente di ritirarmi, perché ho sempre avuto la possibilità di scegliere e non ero pronto a fermarmi. Ho lasciato che fosse il cuore a guidarmi nella scelta, sono amico di Oleg, e con Bjarne mi volevano nel loro team da tanto tempo. Anche se avevo un altro paio di opzioni nel World Tour, come gregario di altri corridori come Alberto, era qui che volevo venire"

@olegtinkov @ivanbasso: #GranCanaria #2015 #live

Una foto pubblicata da @ivanbasso in data: Dic 12, 2014 at 10:19 PST

La Tinkoff-Saxo, nonostante negli ultimi giorni abbiano destato non poca preoccupazione le parole di Oleg Tinkov sulle possibili conseguenze della crisi russa sulla squadra, ha l'obiettivo dichiarato di diventare la squadra più forte del mondo e punterà a vincere due grandi giri con lo stesso capitano, ossia Alberto Contador.

Ecco un post del 7 dicembre di Contador in cui c'è anche Ivan Basso (che indossa ancora la maglia della Cannondale)

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Ivan Basso, che del Pistolero sarà il gregario di lusso insieme con Michael Rogers, sull'impresa dei due giri in un anno ha detto:

"Da spettatore, la mia opinione è che se tutti i corridori da prime posizioni in classifica generale decidono di correre Giro e Tour puntando alla vittoria, Alberto è il favorito per entrambe le gare. Se Alberto le corre entrambe e qualcun altro dei 'big' corre soltanto il Tour allora diventa tutto più difficile per Contador"

E già si sa che Froome e Quintana correranno solo il Tour de France e quasi certamente sarà lo stesso anche per Vincenzo Nibali.

Vedremo in quali dei due giri Basso affiancherà Contador, presumibilmente sarà il Giro d'Italia, ma non è detto che il varesino non possa tentare anche il Tour, considerato che il suo ruolo non gli imporrebbe di stare sempre davanti e correrebbe con meno pressione addosso, un po' come è stato per Michael Rogers che quest'anno ha anche vinto due tappe al Giro (inclusa quella durissima sullo Zoncolan) e una al Tour de France.

Ivan Basso gregario di Contador

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail