Australian Open 2015: Federer elimina Bolelli in quattro set, affronterà Seppi

Australian Open 2015 | Federer - Bolelli | 21 gennaio

Roger Federer si qualifica al terzo turno dell'Australian Open 2015. Sconfitto un buon Simone Bolelli in quattro set con il punteggio di 3-6; 6-3; 6-2; 6-2.

Ottima la prestazione dell'azzurro nei primi quaranta minuti di partita. Approfittando della scarsa verve dell'avversario, Bolelli si è portato subito avanti di un break nel primo parziale vinto 6-3 in appena mezzora. Federer stenta a entrare nel match e ricorre anche all'aiuto del fisioterapista per un fastidio al mignolo della mano destra che si rivela, comunque, passeggero. Bolelli continua a comandare le ostilità anche all'inizio del secondo set poi il match cambia, definitivamente, padrone sul 3-3 quando l'azzurro concede le prime palle break che l'avversario dilapida con due errori gratuiti. L'occasione si ripete nell'ottavo game e, stavolta, Roger non sbaglia. Break a 15, 6-3 e inizio dell'assolo che prosegue nel terzo e quarto parziale entrambi vinti 6-2 grazie al 4-1 iniziale che toglie ogni velleità di rimonta a Bolelli.

Per Simone, comunque, la consolazione di essere riuscito a vincere il primo set contro Roger in tre sfide disputate. Manca la continuità all'azzurro. Per il tennis ammirato nella prima parte della partita, Bolelli meriterebbe un posto tra i primi 30. Deve essere questo l'obiettivo di una stagione cominciata, comunque, positivamente.

Al prossimo turno Federer affronterà Andreas Seppi. Bella e meritata la vittoria centrata dall'azzurro contro Jeremy Chardy, sconfitto 7-5; 3-6; 6-2; 6-1. Si giocherà sulla Rod Laver Arena, un bel premio per Andreas che, a 31, cerca la quarta qualificazione in carriera agli ottavi di uno Slam.

A fine partita, Roger ha parlato, in conferenza stampa, del fastidio alla mano accusato durante il primo set

Ho sentito qualcosa sulla punta del dito. Mi sento il dito addormentato e gonfio, quindi non lo so, parlerò con un medico. Ho deciso di chiamare il trainer ma anche lui non è riuscito a capire il problema. Ora sento di nuovo dolore ma nessuno riesce a capire di cosa si tratti. E' quasi una sensazione divertente

Australian Open 2015 | Federer - Bolelli | Presentazione

Comincia il secondo turno all'Australian Open 2015. In uno dei match più interessanti della terza giornata, Roger Federer affronta Simone Bolelli. Si gioca sulla Rod Laver Arena in un orario "difficile" per gli appassionati che dovranno programmare la sveglia alle 4.30 del mattino.

Per Simone una bella opportunità di mettersi in mostra al cospetto di uno dei favoriti per la vittoria nel primo Slam dell'anno. E' cominciato bene il 2015 per il tennista bolognese. Ottavi a Doha, quarti a Sydney ed esordio vincente a Melbourne contro Monaco sconfitto in quattro set. Risultati che gli sono valsi il ritorno nella top 50 del ranking Atp, dalla quale mancava dal 2009. Meglio ha fatto Federer con il trionfo all'Atp 500 di Brisbane e il tragiardo delle Mille vittorie in carriera raggiunto proprio nella finale con Raonic.

Quello odierno è il terzo confronto tra i due. I precedenti se li è aggiudicati Roger, entrambi senza cedere un set. L'ultima sfida, lo scorso settembre, sul veloce indoor di Ginevra. Si giocava il primo singolare della semifinale di Coppa Davis e Simone, nonostante il prevedibile ko, ha disputato una discreta partita specie nei primi due set.

Oggi Bolelli scenderà in campo senza alcuna pressione. Difficile fare risultato o anche competere alla pari contro un Federer tonico e in fiducia. Simone lo sa ed è, al contempo, consapevole di potersi giocare le sue chance senza alcun timore

Nel match di Coppa Davis sono stato vicino a Federer ma lui nel momento decisivo ti sfugge. Per impensierirlo devi cercare di impedirgli di comandare il gioco anche se in certi momenti rischi di andare fuori giri

Questo una stralcio delle sue dichiarazioni rese in conferenza stampa. Federer, dal canto suo, si è detto sollevato dall'aver faticato pochissimo all'esordio. Speriamo, almeno, che Bolelli possa almeno rappresentare per l'elvetico un test più probante di Lu. Il sogno è di un possibile derby azzurro al terzo turno. Chi passa infatti affronterà il vincitore di Seppi-Chardy, in campo sul 2 di buon mattino.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail