Il bike sharing conquista mezza Italia: Asti pronta al raddoppio


Il bike sharing è ormai realtà consolidata in moltissime città italiane che sempre di più stanno capendo il potenziale e si stanno prodigando per garantire ai propri cittadini questo servizio di mobilità sostenibile. Basta pensare alle esperienze di Roma, Bari e Milano.

Ad Asti ad esempio, a due mesi dalla sua introduzione il bike sharing ha conquistato il cuore dei cittadini. In poco tempo sono triplicate le tessere magnetiche rilasciate dagli uffici del Comune (da 100 a 300). La tessera costa 10 euro e permette di fruire dei mezzi gratuitamente.

Per ora sono a disposizione degli utenti 40 biciclette, dieci per ognuno dei quattro parcheggi cittadini, ma sempre più spesso capita di arrivare alle rastrelliere e trovarle vuoti. Per questo si sta pensando di ampliare il servizio aggiungendo tre o quattro stazioni con nuove biciclette.

In arrivo anche quattro tandem dal momento che del servizio bike sharing possono usufruire solo coloro che hanno compiuto 16 anni in modo da offrire una possibilità ai più giovani accompagnati da un maggiorenne.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: